un piccolo mistero

storie e tradizioni: credibili, incredibili, metropolitane de Trieste e dintorni
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 39520
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

un piccolo mistero

Messaggio da babatriestina »

Un piccolo mistero, che spero di risolvere con l'aiuto vostro o di alcuni storici chiamati in causa
Questo, lo abbiamo in forum, è un edificio dell'architetto Pagano Pogatschnig ( nato Pogatschnig a parenzo e poi modificato quando si arruolò volontario nell'esercito italiano) , casa fanna widmer.
il solo edificio triestino, dicono, di questo architetto che si fece poi un nome famoso.
Immagine
la sua storia è interessante
https://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_ ... rchitetto)
da irredentista a esponente di spicco degli anni trenta, aderisce al fascismo ma nel 1942 se ne distacca passando alla resistenza italin. morirà nel 1945 a mauthausen
C'è pure una pietra d'inciampo a Milano
Immagine
ma... trovo al Parco della Rimembranza questo cippo

Immagine
Giuseppe Pagano, morto a Mathausen
sarà lui?
però non corrisponde l'anno, questo sembra morto nel 1944 non fa cenno della professione di architetto e semmai sembra VDL ( volontari della libertà)
un omonimo? che combinazione??


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
sono piccolo ma crescero
cavalier del forum
cavalier del forum
Messaggi: 8176
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: un piccolo mistero

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

Un mio amico sta in via Giuseppe Pagano

Immagine

A parte la data (44 anno della sua deportazione, 45 anno della morte) non vedo grandi differenze. Se non fosse stato VDL probabilmente non si troverebbe nel parco della rimembranza.

Credo che tutte quelle lapidi ricordano non la professione civile, ma il motivo della morte. O sbaglio?


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 39520
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: un piccolo mistero

Messaggio da babatriestina »

io attendo risposte da chi mi ha detto che interpellerà lo storico Spazzali.
Lo so che c'è una via dedicata a Pagano.
Nel parco della Rimembranza le lapidi sono dedicate a tante persone, la più parte, ma non tutti, dispersi, per dare a chi rimaneva un luogo dove ricordare chi non aveva una tomba su cui raccogliersi. E i volontari della libertà erano a Trieste, mentre Pagano operava a Milano. Ecco le mie perplessità .
Semplicemente, percorrendo la via Capitolina, avevo notato quella pietra proprio nei giorni in cui qualcuno su internet ricordava Pagano,. che fu pure , sembra, volontario fiumano.
Qualcuno, un po' di parte, scrisse su un libro che le lapidi sono dedicate ai " morti delle guerre fasciste",sperando che non intendesse " i morti fascisti delle guerre". In realtà io vedo tantissimi " scomparso in mare" " scomparso in Russia". Vicino a questa c'è la lapide dedicata a Falco Marin, figlio del poeta, morto in Slovenia.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
mandi_
eximio
eximio
Messaggi: 2838
Iscritto il: sab 22 mag 2010, 18:47

Re: un piccolo mistero

Messaggio da mandi_ »

Leggendo questo saggio ho trovato parecchie informazioni. Ho bisogno di rileggerlo per districarmi tra tutte queste informazioni, peraltro corredate da note. Ho trovato interessante e piena di giravolte anche tristi la vita di questo uomo.

https://hrcak.srce.hr/file/388106


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 39520
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: un piccolo mistero

Messaggio da babatriestina »

grazie, mi sembra molto ampio e forse da questo hanno tratto passi che ho visto in wikipedia.
Ma tanto più non mi sembra il medesimo del cippo. Una curiosa omonimia e sorte finale?
All'inizio, leggendo Pagano, Mathausen, ero quasi certa, poi i dubbi son sorti. VDL erano volontari della libertà, ma triestini che operavano qua.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Torna a “Legende dela cità”