Stagioni liriche al Verdi: 1981-82

a Trieste ghe xe un teatro Comunal che de oltre 200 anni fa opere, balletti, concerti... e altri teatri che fa spettacoli musicali de tipo classico: contene storie vece e resoconti de spettacoli attuali..
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 39807
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Stagioni liriche al Verdi: 1981-82

Messaggio da babatriestina »

Immagine
Immagine
anche questo, per me un anno negativo come partecipazione. Credo di esser stata presente ad una sola opera.

Nabucco, con De Fabritiis e regista Dalla Corte: la Bakocevic, Jankovic, Nurmela..

Die Walkuere di Pleyer in tedesco regia Ludwig
La Bohème di Quadri regia De tomasi ( el cartellon del Verdi- xe un vecio cartellone.presenta ogni stagione Bohème Bohème Bohème)
de Francesca/lantieri, Scarabelli/Loredan, Antinori..
Sansone e Dalila dir Steinberg regia Fassini protagonista Malakova e Cossutta ( che però incominciava a declinare in quel tempo, mi sembra..)

Goyescas di Granados ( nuova per Trieste) e favola di Coral ( novità assoluta) dir Meditz
Falstaff dr Oren regia Chazalettes : Ligabue, Condò.. notare William Matteuzzi che poi diventerà più famoso in ruoli rossiniani
Il matrimonio segreto di Cimarosa, di DeBernart regia madau Diaz, Mazucato, Adami, gonzales, Cosotti.. il solo spettacolo a cui sia andata,per la curiosità di unìopera che nona vevo mai vista. assia piacevole, ma non ricordo nulla di particolare.
Halka di Moniuszko Nuova per l'Italia dir Wit regia Fassini
e nemmeno sono stata all'ultimo spettacolo , pur essendo un balletto, Sylvia con musica di Delibes, novità per Trieste. forse perchè la danzava il balletto ungherese,c oreografia Seregi ed io ero ancora arrabbiata per non aver visto lo Spartacus che speravo..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Piereto
Distinto
Distinto
Messaggi: 2610
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Stagioni liriche al Verdi: 1981-82

Messaggio da Piereto »

Nabucco direto dal vecio de Fabritiis ,col solito bis del va pensiero,tute le sere,ma mi go sempre sospetà che ghe iera una claque che invocava el bis. De fabritiis se girava verso el 4° palco dove che iera Gilleri ,Gileri moveva i bafi,e noi tacaimo el bis.Nè Walchiria, nè Boheme me ricorda qualcosa.Mentre Sansone e Dalila xe sta direto da Steinberg che iera ,e el xe un signor diretor,e che el xe vignù anche in sinfonica. Xe un bon violinista che col iera giovane el ga fato anche la spala del'orchestra Mantovani,fio d'arte perchè anche el pare iera diretor. Goyescas iera direta da Meditz e più sonaimo con lu,meno el ne piaseva.Col Falstaff xe tornà Oren. Grandi ovazioni ,e tuti a spetarse el suo salto finale de chiusura,che in quei ani iera el suo modo de eser,gesti scomposti e salto finale. El matrimonio segreto de Cimarosa me la ricordo sai longa de sonar. Halka de Moniuzko,che iera un autor de la scola romantica nazionale polaca de 800,no me ga dito un gran che. Verdi ga fato scola. A tanti nol ghe andarà per el suo zumpapa,ma el xe sintetico e el riva al sodo.


Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 39807
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Stagioni liriche al Verdi: 1981-82

Messaggio da babatriestina »

Piereto ha scritto:ma mi go sempre sospetà che ghe iera una claque che invocava el bis.
al de là diria dela tradizion che domandava el bis del va pensiero, e de bis mi me ricordo soprattutto el primo che go sentido, anni Cinquanta, Ferruccio Tagliavini, ormai za zo de vose, che ga bissado el Ah non mi ridestar del Werther in francese che no go capido gnente, ben bon, parlemo dela claque
la ghe iera? no la ghe iera? la iera ufficial? la iera de amatori? Una volta se diseva che ogni teatro gaveva la sua claque ufficial. mi una volta go un vago ricordo de gaver conossudo qualchedun che me ga dito de aver fato parte dela claque, e alla mia domanda Ma come ve organizzavi? la risposta xe stada assia modesta: I ne ga solo che dito Aplaudì co finissi le arie e i atti. Mi go fatto parte de una claque spontanea con amiche che studiava baletto solo per la Giselle con Nureyev, iero ala terza replica ( la prima che ga balado la Cosi) e cole amiche se gavevimo distribuido in prima galleria per ciamar el applauso nei punti giusti , che gavevo notado el mese prima alla Scala. e savendo dove applaudir ( ai passi più difficili, la diagonal de saltini in punta del primo atto, i entrechat-six del secondo atto) cominciavimo noi el applauso. Ciapandose anche una critica de una vicina che no capiva gnente dela dificoltà dei passi e iera de quei che se applaudi solo che alla fin. Ma anche alla fin, co iero entusiasta, restavo fin al ultima ciamada per veder se se rivava a farne ancora una..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Piereto
Distinto
Distinto
Messaggi: 2610
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Stagioni liriche al Verdi: 1981-82

Messaggio da Piereto »

Nell'estate del 82 una parte dell'orchestra xe andada a Spoleto al festival dei due mondi sonando la Colomba de Gounod e el Telefono de Menotti con diretor Baldo Podic,due opere in un atto.


Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 39807
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Stagioni liriche al Verdi: 1981-82

Messaggio da babatriestina »

babatriestina ha scritto: mar 26 apr 2011, 19:24
( el cartellon del Verdi- xe un vecio cartellone.presenta ogni stagione Bohème Bohème Bohème)
anche sto anno Bohèm Bohèm Bohèm


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Piereto
Distinto
Distinto
Messaggi: 2610
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Stagioni liriche al Verdi: 1981-82

Messaggio da Piereto »

La programazion devi presentar qualcosa de vecio cioè oramai classico, e qualcosa de mai dado a Trieste, o titolo de opera lontan dal cartelon triestin da decine de anni. Per le opere de repertorio che vien dade più o meno ogni anno xe facile trovar i interpreti, su quele che no se vedi da tropo tempo bisogna far una specie de sinergia co altri teatri. E qua vien el dificile, xe sempre un afar de bori. In cosa alora consisti la novità? a parte el lancio de cantanti novi, xe l'alestimento registico che fa la parte del leon seguindo le mode de ogi. Per cui Bohem, Bohem,Bohem. Avendo più mezzi se ghe podeva acostar in forma de concerto la bohem de Leoncavallo, e saria stado una novità.


Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 39807
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Stagioni liriche al Verdi: 1981-82

Messaggio da babatriestina »

Me la ricordo quela de Leoncavallo un anno che la se ga alternado ala solita de Puccini


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Torna a “Musica clasica”