Addio, Falello

a Trieste ghe xe un teatro Comunal che de oltre 200 anni fa opere, balletti, concerti... e altri teatri che fa spettacoli musicali de tipo classico: contene storie vece e resoconti de spettacoli attuali..
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40122
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Addio, Falello

Messaggio da babatriestina »

E' morto ieri il barone maestro Raffaello de Banfield.
Musicista, appassionato musicologo, direttore artistico del Verdi, erede della dinastia de Banfield Tripcovich ( cognome che aggiunse al proprio). Voglio ricordarlo soprattutto nella sua signorilità, la sua gentilezza, quando da bambina gli chiedevo spiegazioni musicali era sempre disponibile e chiaro. ricordo che la mamma mi disse Puoi chiamarlo barone o maestro, ma credo che ci tenga di più a quest'ultimo titolo, perchè è quello che si è conquistato da sè. un mio amico, quasi suo coetaneo, mi raccontava che al Dante, quando lo frequentava, veniva additato per i suoi risultati scolastici.
ve lo ricordo con due immagini:
un suo ritratto a me dedicato negli anni 60
Immagine

ed una cartolina, inviatami dal Libano, con l'autografo di von Karajan:
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
AdlerTS
cavalier del forum
cavalier del forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

Non lo gavevo mai visto cussì giovane come in questa foto.

Ghe auguro che el Signor ghe doni un eterno riposo e ghe possi risplender la luce perpetua.

Go fatto un giro sul web per veder come e quanti giornai lo ricordassi e con mia grande delusion de siti ghe ne go trovado uno, con una breve ANSA :?
Bella inveze la definizion riportada sul Piccolo de "Principe della Cultura triestina"


Mal no far, paura no gaver.
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40122
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

AdlerTS ha scritto:Non lo gavevo mai visto cussì giovane come in questa foto.

Ghe auguro che el Signor ghe doni un eterno riposo e ghe possi risplender la luce perpetua.
De giovine el iera un bellissimo omo. E el iera de una profonda devozion: fin al ultimo el ga partecipado coi cavalieri de Malta ala procession del Corpus Domini, come che prima de lu partecipava suo papà Jeffrey e el principe Raimondo Torre e Tasso


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40122
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

me correggio: no iera i cavalieri de Malta, ma quei del S Sepolcro, i iera oggi tuti ala messa funebre a san Giusto:
Immagine
e se andè ala cesa del Rosario, e vardè el pulpito moderno a sinistra verso el altar, vederè che el xe un dono dela società Tripcovich, per no parlar del mecenatismo de quando che el ga fato trasformar in tempi brevissimi (sesevolsepol) la vecia stazion autocorriere in un teatro, che ga permesso per anni de salvar la stagion lirica del Verdi e che ga un'ottima acustica, anche se per qualchedun el ga el difetto de cavar la vista sul ingresso del Porto vecio.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40122
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Addio, Falello

Messaggio da babatriestina »

e anche addio sala Tripcovich
Sic transit gloria mundi.
Ricordiamolo invece con una conferenza del maggio scorso dal Piccolo (O forse era luglio,,)
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
sono piccolo ma crescero
cavalier del forum
cavalier del forum
Messaggi: 8343
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Addio, Falello

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

Vogliono buttare giù la sala Tripcovih... va ben, pazienza. Ma dedicare una via, una piazzetta, un qualcosa a de Banfield no? In definitiva ha regalato a Trieste un teatro nel momento in cui la città ne era sprovvista. Non è cosa da poco.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)
Piereto
Distinto
Distinto
Messaggi: 2675
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Addio, Falello

Messaggio da Piereto »

Dopo quattordici anni dalla morte sparisce forse una delle opere più significativa dell'attività del maestro Raffaello de Banfield , la sala , cioè il teatro Tripcovich, figlio del suo mecenatismo e dell'amore che ha portato per la sua Trieste, abbattuto dal piccone demolitore degli smemorati. Quindi almeno su questo forum possiamo ricordarlo assieme all'altro grande benefattore triestino quale è stato Primo Rovis.


Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40122
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Addio, Falello

Messaggio da babatriestina »

Era una stazione per le corriere e adesso intorno ci sono corriere ( i bus)
Immagine

Immagine

chissà se butteranno giù anche gli alberi?
Immagine
( tanto , piantar e espiantar...)


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40122
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Addio, Falello

Messaggio da babatriestina »

Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Piereto
Distinto
Distinto
Messaggi: 2675
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Addio, Falello

Messaggio da Piereto »

Prosegue l'agonia del teatro



abbattimento.jpg
abbattimento.jpg (62.03 KiB) Visto 409 volte


Avatar utente
sono piccolo ma crescero
cavalier del forum
cavalier del forum
Messaggi: 8343
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Addio, Falello

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

Go sentido che i vol dedicarghe qualcosa nel teatro Verdi. Me confermè?


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40122
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Addio, Falello

Messaggio da babatriestina »

Un musicista scrive sulle segnalazioni del Piccolo
Immagine

e nel frattempo leggo sempre sul Piccolo che il solito assessore Rossi nicchia sulla possibile riattivazione dell’Auditorium della Questura. mala tempora currunt per i teatri, e tanti commentano che a Trieste di teatri ce ne son già troppi. Il comune insiste con al sua sala Luttazzi in porto Vecchio, nel solito magazzino 26, al terzo piano, ascensore solo per i disabili, con scarso accesso con mezzi pubblici, chiuso il viale pedonale di accesso dalla stazione, fuori dal centro..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Piereto
Distinto
Distinto
Messaggi: 2675
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Addio, Falello

Messaggio da Piereto »

Tra musicisti saremo sempre contrari a le demolizioni dei teatri. Xe tochi de storia che sparisi . Xe un logo de riunion sociale che se ne va e no torna più indrio.
Per utilizar de novo l'auditorium, l'asesor geometra Rossi giustamente el nichia , perché come sala la xe bona con qualche ritoco per l'acustica, ma xe tuto el resto che no va. El palcoscenico no ga profondità e manca tuta la zona de disimpegno e i camerini, cioè spazi che saria de portarghe via a la questura. Quindi xe quasi impossibile refarlo. L'auditorium xe nato per uso interno dei questurini. Eco adeso el pol eser bon per conferenze o qualche concerto e senza dubio meio de una sala in terzo piano in una zona lontan del centro in porto.


Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40122
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Addio, Falello

Messaggio da babatriestina »

per la precision:i camerini ghe xe. Li go doprai mi per un saggio, Solo che i xe sottoterra, se ghe riva con una rampa elicoidal e i iera nati come cripta per i benemeriti fascisti morti . :-D
El palcoscenico xe picio, ma per la prosa per decenni ga bastado. Una volta el gaveva adiritura un scalin , che povere mule ai saggi le go visto tombolarse, po i lo ga cavado.
Co ierimo fioi, el Auditorium iera anche un cineforum...

ecpo te disi logo de riunion... me par che adesso questo no ghe piasi: tuti a casa sua a vardar su schermo... xe un circolo cinematografico che adesso i fa le riunioni sia in sede che a videoconferenza: in sede co vado semo 4 gati, forsi altri disi resto a casa cussì son pronto per zena e magari durante la riunion meto qualcossa sul fogo o in forno


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
sono piccolo ma crescero
cavalier del forum
cavalier del forum
Messaggi: 8343
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Addio, Falello

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

MI, i primi concerti che son 'ndà a scoltar, li go sentidi all'Auditorium: me par che i se ciamava "i concerti della domenica" e sonava l'"orchestra filarmonica triestina" che dopo me par che xe diventada quela che xe adesso. Credo che fusi in prima media (1959-60). Forsi la nona de Beethoven su quel palcoscenico no se la podeva sonar, questo xe vero...

Ma el Verdi ga un'acustica tanto bruta? A mi i me gaveva dito che no la iera mal. La xe forsi pegiorada dopo el restauro?


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)
Piereto
Distinto
Distinto
Messaggi: 2675
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Addio, Falello

Messaggio da Piereto »

Apunto i camerini soto tera, sperimentadi tante volte, con una sola via de uscita e entrata no poderà mai aver la agibilità per cui l auditorium xe tuto fora norma per no parlar del palcoscenico che ha l'uscita dentro la questura.


Piereto
Distinto
Distinto
Messaggi: 2675
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Addio, Falello

Messaggio da Piereto »

El verdi nella sua storia centenaria ga cambiado molte volte l'acustica. El diretto interesado xe la zona palcoscenico. La soffitta, cioè dove xe tuto el sistema per tinir suso le scene che ieri de legno e più bassa de quella attuale in cemento armado. Po' xe stado i interventi sul proscenio che xe diventando de cemento armado, e la fossa dell'orchestra che xe stada sbasada a scapito de una camera acustica sottostante. Nei primi dell'Ottocento la orchestra sonava più in alto de ogi che la xe sotto la balaustra de la platea. Xe insomma una question de combinazion de riflessioni de diversi materiali, legno cemento e stoffa. Anche le poltroncine che una volta ieri de legno e ogi le xe imbottite de gonna piuma. Ma anche el passaggio da 5 ordini de palchi a la creazion del logion e dela seconda galeria ga influido. E poi de ultimo la disposizion de l'orchestra sia in buca che sul palcoscenico. In ultima analisi xe anche una question de cubature. Podemo dir oggi che la acustica xe bastanza secca. Eco el tripcovich no gaveva sti problemi perché el sofito in cemento de la platea se gaveva sposado sai ben con la moquette e i rivestimenti de le poltroncine.


Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40122
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Addio, Falello

Messaggio da babatriestina »

Con la morte nel cuor son andada a veder la distruzion
Immagine

Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40122
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Addio, Falello

Messaggio da babatriestina »

i costi

Immagine

poltrone e computer butai via
Immagine

resti ancora suso
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40122
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Addio, Falello

Messaggio da babatriestina »

ma la potenza del millenario III Reich se vedi ancora: el toco de bunker per adesso resisti

Immagine

Immagine

la grandiose porte del porto e drio magazzini abandonai
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Torna a “Musica clasica”