El dilemma dele strade romane

dei omini preistorici, i castellieri, fin ala Tergeste romana, inclusa
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
luco813
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 179
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 2:32

Re: El dilemma dele strade romane

Messaggio da luco813 » mercoledì 15 gennaio 2020, 20:03




luco813
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 179
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 2:32

Re: El dilemma dele strade romane

Messaggio da luco813 » venerdì 17 gennaio 2020, 2:05

Invito a leggere notizie sul Ponte di Pieris. Il Ponte di Pieris è del 1933, prima c'era un Ponte di Legno prima ancora un traghetto (ma se l'Isonzo è spesso secco come circolava un traghetto)!

http://www.isonzo-soca.it/allegati/3/allegati3156.pdf



luco813
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 179
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 2:32

Re: El dilemma dele strade romane

Messaggio da luco813 » venerdì 17 gennaio 2020, 2:22




luco813
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 179
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 2:32

Re: El dilemma dele strade romane

Messaggio da luco813 » venerdì 17 gennaio 2020, 2:31

Se guardate da Google Earth si vedono bene gli antichi tracciati romani e preistorici nei boschi di Divaccia e anche in zona Doberdò. Dove c'erano strade o ferrovie abbandonate la vegetazione cresce irregolare o non cresce...



luco813
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 179
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 2:32

Re: El dilemma dele strade romane

Messaggio da luco813 » venerdì 17 gennaio 2020, 2:52

Raccogliendo le varie informazioni su Ronchi vedo che dove sorge il triangolo ferroviario di Ronchi (Ronchi SUd, Ronchi Nord) confluivano un be po' di strade: la Postumia (tratto Villesse-Fonti del Timavo) , il raccordo Sagrado-Ronchi e gli accessi all'Annia (che Foscan chiama Gemina Sud). Sembra che li passasse uno dei due rami dell'Isonzo



luco813
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 179
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 2:32

Re: El dilemma dele strade romane

Messaggio da luco813 » domenica 19 gennaio 2020, 2:21

Guardando il Catasto Teresiano, ho visto che a Gorizia il Ponte della Strada Udine-Gorizia non c'era! C'era un guado. Viene segnato il Ponte di Piuma verso Oslavia (Ponte di Barche)

In compenso NON VEDO strade dirette Cervignano-Villa Vicentina-Guado Isonzo e non vedo strade dirette Aquileia-S. Canziano-Monfalcone.
Il Ponte di Gradisca viene segnalato come "Ponte Rotto". Sostituito dal Ponte Piuma. Vedo solo Guado Isonzo-Pieris-Ponte di Ronchi.
Su Torre non vedo ponti, solo guadi.

"Ponte Rotto" anche sull'Ausa (Ex Ponte della Via Annia). Ho l'impressione che qualche alluvione nel 1600 o anche prima abbia eliminato i vecchi ponti



luco813
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 179
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 2:32

Re: El dilemma dele strade romane

Messaggio da luco813 » domenica 19 gennaio 2020, 2:22

https://ricerca.gelocal.it/ilpiccolo/ar ... na-49.html

Il Ponte di Piuma esiste fin dal 1200 (probabilmente andò a sostituire il Ponte di Gradisca). L'ex Ponte di Gradisca divenne un guado



luco813
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 179
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 2:32

Re: El dilemma dele strade romane

Messaggio da luco813 » domenica 19 gennaio 2020, 3:16

Sulle carte Austroungariche ho scoperto che lungo la strada Terzo d'Aquileia-Cividale è scritto: Roggia Gemina e Muro della Gemina. Forse Gemina era Via Terzo-Cividale e la Postumia Augusta sia la "Falsa Gemina" quella di Gradisca e a questo punto Annia la strada per Fiume.



Rispondi

Torna a “De la preistoria a la Trieste romana”