Karl Ritter von Ghega e la Ferrovia Meridionale

Via nave, via treno, i tram, i autobus, ... tuto
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Rispondi
Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Karl Ritter von Ghega e la Ferrovia Meridionale

Messaggio da AdlerTS » domenica 22 gennaio 2006, 22:48

Piccolo tributo ad un grande Ingegnere


La ferrovia del Semmering, che attraversa uno dei più impervi valichi alpini al mondo, è un’opera imponente. Inaugurata nel 1854, oggi fa parte del patrimonio mondiale dell’Unesco e venne realizzata grazie al genio e alle idee innovatrici dell’ingegner Carlo Ghega. Nato a Venezia il 10 gennaio 1802, da Antonio Ghega e Anna Pribich (istriana di parte slava), Ghega ricevette la cittadinanza onoraria triestina in occasione dell'inaugurazione del tratto Trieste-Lubiana della “Meridionale”. La sua famiglia era ricca di diversi importanti ufficiali di marina. Carlo era però dotato in matematica e disegno. Uscirà ingegnere ed architetto dall'università di Padova a soli 17 anni.

Nel 1833 era ingegnere di prima classe presso l'ufficio centrale delle costruzioni a Venezia, dove rimase fino al 1836.

In questo anno la Banca Rotschild, col consenso di Metternich, ottenne il privilegio imperiale per la costruzione della "Kaiser Ferdinand Nordbahn". Come ingegnere capo, Ghega aveva sotto di sé 14.000 persone tra operai e tecnici.

Il 23 dicembre 1841 nascono le Imperial-regie Ferrovie di stato austriache: Lo stato assorbiva tutte le linee in esercizio, in costruzione od in progetto sul territorio. Per il progetto della ferrovia Meridionale fu di nuovo convocato Ghega, che fu subito mandato negli USA per prendere visione delle nuove realizzazioni per l'attraversamento di zone montagnose. Nell'agosto 1842 rientra quindi a Vienna ed i suoi appunti diventano due libri che diventeranno "la Bibbia" delle costruzioni ferroviarie per decenni. Nel 1848 prende il via la costruzione della ferrovia del Semmering.

Va sottolineato una volta di più l'enorme mole di lavoro svolta per crearne il percorso: la nitroglicerina verrà inventata nel 1862 e la dinamite appena nel 1866. Diverse centinaia di persone perirono nella costruzione. L'agitazione del 1848 si manifestò anche nei cantieri della ferrovia: subirono diversi sabotaggi e lo stesso Ghega fu vittima di un attentato, da parte di un italiano di nome Tortini che cercò di pugnalarlo.

Il problema più grosso è che mentre la ferrovia veniva costruita, in realtà non esisteva ancora una locomotiva adatta per quel percorso. A quel tempo la pendenza massima standard era del 5 per mille ed ora bisognava affrontare un 25 per mille. Venne indetta quindi una gara tra i migliori costruttori di locomotive dell'epoca: sarebbe stato assegnato un cospicuo premio, mentre lo stato si riservava di acquistare la vincitrice ed anche di poter far sue tutte le caratteristiche tecniche importanti delle "perdenti". Il barone Wilhelm von Enghert fu incaricato di progettare una locomotiva di tipo nuovo, adatta alla montagna, che riunisse in sè le caratteristiche migliori di tutti i mezzi in gara.

Dal punto di vista politico-amministrativo, l'ulteriore fortuna di Ghega fu che nel 1850 il dicastero dei lavori pubblici viene affidato a Karl Ludwig von Bruck, il quale ammirava il lavoro del nostro ed amava tra l'altro la città di Trieste, città che avrebbe guadagnato tanto dalla connessione ferroviaria con Vienna. Venne infatti nominato cittadino onorario della nostra città.

Tralasciando il discorso puramente tecnico riguardante la ferrovia, non si può non esser grati a Ghega per la ferrovia che univa Trieste a l'Austria ed al resto d'Italia. L'inaugurazione della stazione a Trieste avvenne in presenza di Francesco Giuseppe in persona nel 1857.

Paradossalmente, il declino di Ghega fu rapido ed inaspettato. I conti dello stato erano messi male attorno gli anni 50 e 60 del 800 e fu così che le ferrovie vennero progressivamente cedute ai privati. Il ruolo di funzionario più alto in grado delle ferrovie di stato ora valeva zero. Ghega fu inoltre vittima di accuse di appropriazione indebita durante le operazioni di privatizzazione. Le accuse si rivelarono infondate, ma fu un ulteriore colpo di grazia alla sua figura. Fu spostato tra diverse cariche statali, una più scomoda dell'altra. Ghega non sopportava i politici da scrivania, mentre questi non sopportavano un uomo "operativo" come lui. Inoltre, negli anni della seconda guerra d'indipendenza italiana, il fatto di essere veneziano non lo aiutava di certo. Stabilitosi a Vienna, la salute cominciò a peggiorare, complice lo stress dovuto dalle vicende degli ultimi anni, e li morì di tisi nel 1860. Moriva Karl Ritter von Ghega, Imperial regio Consigliere Ministeriale, Cittadino onorario di Brno e Trieste, Commendatore dell'Ordine di Francesco Giuseppe, Cavaliere dell'Ordine della Corona Ferrea di III Classe, Cavaliere dell'Ordine di Leopoldo, Commendatore dell'Ordine Toscano di Giuseppe. L'associazione degli Ingegneri ed Architetti Austriaci fece erigere una tomba monumentale venne edificata nel cimitero centrale di Vienna.
Allegati
scellini.jpg



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36236
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » domenica 11 giugno 2006, 18:15

E le Poste austriache gli hanno dedicato pure alcuni francobolli
Immagine

Immagine



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS » martedì 24 ottobre 2006, 21:58

Moneta coniata per la realizzazione dell'ultimo tratto della ferrovia.
Allegati
meridionale 1857.jpg



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36236
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » sabato 26 maggio 2007, 7:30

la ferrovia, che collegava non solo Trieste, ma anche Venezia con Vienna, arrivava ed arriva tuttora alla Suedbahnhof ( stazione meridionale) di Vienna. La stazione , come pure le altre, è stata bombardata durante la seconda guerra mondiale per cui ora è tutta moderna, però nell'atrio è esposto un frammento della decorazione del tetto, che faceva riferimento alla destinazione: un leone di san Marco:
Immagine



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS » martedì 3 giugno 2008, 22:24

Imponente la tomba monumentale de Ghega (anche ben tigniuda) fotografada sul sito

http://www.nuovolitorale.org/ghega.htm


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7273
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Karl Ritter von Ghega

Messaggio da sono piccolo ma crescero » domenica 17 giugno 2012, 12:42

Segnalo su wikipedia l'articolo http://it.wikipedia.org/wiki/Ferrovia_Meridionale molto dettagliato sulla ferrovia meridionale opera di Ghega, appunto.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1940
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Karl Ritter von Ghega

Messaggio da Piereto » lunedì 25 giugno 2012, 17:40

Segnalo che la stazion de la sudbahn (quela dei ani 1960) no esisti più ,perchè la xe stada abatuda un per de ani fa nel 2009,per farghe posto alla nova Hauptbahnhof che no sarà più una stazion de testa,bensi una stazion passante e integrada con el metrò.Xe prevista una apertura parziale de la nova stazion nel dicembre del 2012 e el pien utilizo nel 2015. Ve meto la foto ciolta in prestito de la sudbahnhof centrale. Notè la somiglianza con la nostra ,un secondo pian e più maestosa.
350px-Wien_suedbahn_1875.jpg
350px-Wien_suedbahn_1875.jpg (20.05 KiB) Visto 1482 volte



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36236
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Karl Ritter von Ghega

Messaggio da babatriestina » lunedì 25 giugno 2012, 17:52

La Sudbanhof no iera più cussì de dopo la guera che i la gaveva bombardada e butada zo. Del 2009 xe solo che i cambiamenti per le modifiche, ma la iera za modernissima. Solo un leon, che ricordava che al andava a Venezia ( de Trieste manco ombra!!) ricordava la vecia stazion. Me par che ve lo go postado de qualche parte.. soto el post de Vienna, credo. Adesso se se ferma una stazion prima.
Ecolo qua, comunque e vedè che nel 2007 che go fato la foto la iera za moderna
Immagine
e la targa, che come vedè ghe interessa solo che Venezia, altro che Trieste, el Porto Del Impero! :roll:
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36236
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Karl Ritter von Ghega

Messaggio da babatriestina » lunedì 25 giugno 2012, 18:11

ps el leon iera propio qua suso, ma iera andada persa la foto. Nei ultimi anni son andada sempre a Vienna col treno quindi posso contarve..
eco el articolo in tedesco
http://de.wikipedia.org/wiki/Wien_S%C3%BCdbahnhof e come che la iera dal 1956 al 2009
Immagine
del medesimo sito, la foto de Piereto xe attribuida al 1875
Immaginee xe la seconda, del 1874, perchè ghe iera una prima, del 1841


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36236
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Karl Ritter von Ghega

Messaggio da babatriestina » sabato 1 dicembre 2012, 14:27

Tornando a Ghega, al Museo Ferroviario di Trieste c'è una tazza con la sua immagine, da un museo a lui dedicato
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36236
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Karl Ritter von Ghega

Messaggio da babatriestina » venerdì 4 gennaio 2013, 11:55

dal percorso del Semmering, gli archi che sostengono la linea, prima di una galleria. Ma la carrozza aveva i vetri sporchi!
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36236
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Karl Ritter von Ghega e la Ferrovia Meridionale

Messaggio da babatriestina » lunedì 20 maggio 2019, 14:31

La ferrovia meridionale a volte confonde chi legge e non ne sa la storia, a partire dal fatto che la stazione ( ora Centrale) si trova a settentrione della Transalpina di Campo Marzio e anche la linea per Vienna passava più a est della Transalpina e soprattutto della Pontebbana, che si riallacciava alla Meridionale e che venne privilegiata dalle ferrovie e italiane dopo la prima guerra perché passava dall'Italia all'Austria senza passare in mezzo per l'allora regno dei Serbi Croati Sloveni che sembra creasse qualche complicazione.
Dalla mostra sulla meridionale, la galleria di Barcola
Immagine

la ferrovia alla stazione di Gornje Lesece, che avevo visto tradurre in un improbabile Lesecciano superiore, ma che è nota ai vecchi triestini col toponimo di Oberlesecce
Immagine

la stazione della Meridionale di Graz:
Immagine

non ne esiste traccia, perché venne pesantemente bombardata nel 1945, ricostruita negli anni 50 in stile moderno e ancor rifatta moderna dopo il 2000


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36236
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Karl Ritter von Ghega e la Ferrovia Meridionale

Messaggio da babatriestina » lunedì 20 maggio 2019, 14:40

Ponti e viadotti allora erano considerati prodigi della tecnica di allora, e questo non è da meno:
Immagine

c'è scritto Frunzensdorf, ma non esiste! si tratta di Franzdorf ora meglio noto- anche per altri fatti storici- come Borovnica. Anche questo non esiste più, venne fatto saltare durante la second aguerra mondiale anch e lui, sostituito conun moderno un po' spostato, se ne intravede qualche arcata residua,
altre immagini dal Museo ferroviario

Immagine

il viadotto di Aurisina
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36236
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Karl Ritter von Ghega e la Ferrovia Meridionale

Messaggio da babatriestina » lunedì 20 maggio 2019, 14:44

ecco da mostre varie la stazione della Meridionale di Vienna
Immagine

Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36236
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Karl Ritter von Ghega e la Ferrovia Meridionale

Messaggio da babatriestina » lunedì 20 maggio 2019, 14:49

Immagine

ecco, potete vedere la sua copertura metallica, e girano voci anche autorevoli che Vienna avesse offerto a trieste la copertura metallica della Suedbahn. Solo che... questa stazione venne completamente distrutta nella seconda guerra mondiale, immagino copertura metallic a inclusa, e rifatta negli anni50. Non basta, è rimasta in versione anni 50 fino a qualche anno fa, in cui la rasero al suolo per trasformarla nell'attuale fiammante Haupbahnhof viennese da poco aperta. da dove provenisse, se c'era davvero, la fantomatica copertura per Campo marzio, non riesco ad immaginare

Un viadotto del Semmering di allora
Immagine

e questa è trieste centrale nel secondo dopoguerra, mi dicono che la locomotiva era detta " Cirilla"
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36236
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Karl Ritter von Ghega e la Ferrovia Meridionale

Messaggio da babatriestina » lunedì 20 maggio 2019, 14:53

Vecchia stampa di Borovnica
VImmagine
con sotto il nome giusto di Franzdorf
e questo il viadotto di Aurisina
Immagine

immagine dle 2005
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36236
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Karl Ritter von Ghega e la Ferrovia Meridionale

Messaggio da babatriestina » lunedì 20 maggio 2019, 14:53

ancora la stazione di Graz che stavo confondendo con la nostra..
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1940
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Karl Ritter von Ghega e la Ferrovia Meridionale

Messaggio da Piereto » domenica 26 maggio 2019, 16:40

Ve metto un per de foto recenti de la stazion de Graz

P1050241.JPG
P1050241.JPG (76.12 KiB) Visto 210 volte
P1050242.JPG
P1050242.JPG (79.88 KiB) Visto 210 volte



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36236
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Karl Ritter von Ghega e la Ferrovia Meridionale

Messaggio da babatriestina » mercoledì 4 settembre 2019, 11:28

altre due immagini dalla mostra sulla Meridionale. Altro sulla medesima si trova nelle pagine dedicate a lei nel , che ora possiamo visitare solo virtualmente

Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Trieste e i trasporti”