Cità vecia - Via del Crocifisso

Imagini de strade, piaze, palazi, nela Trieste atuale
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Rispondi
Avatar utente
sum culex
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 5946
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:45
Località: Trieste - Rozzol

Cità vecia - Via del Crocifisso

Messaggio da sum culex » domenica 22 giugno 2008, 15:56

Come che xè ogi la Trieste de ieri.

Via del Crocifisso: stretina come tute le vie dela zona; In quel altarin xè el Crocifisso che ghe ga dà el nome ala via.

Immagine

Immagine


Immagine

Ciao
sum culex



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34099
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Cità vecia - Via del Crocifisso

Messaggio da babatriestina » sabato 5 gennaio 2013, 18:37

sperando che Sum ritrovi le foto de postar, un per de mie de oggi:
la via , da piazzetta tor Cucherna verso via Donota
Immagine

el canton che la forma con via Prelaser
Immagine
la madonnina ottocentesca ( 1834) senza più i vetri de una volta

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34099
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Cità vecia - Via del Crocifisso

Messaggio da babatriestina » sabato 5 gennaio 2013, 18:43

un architrave del 1748
Immagine
In te Domine speravi xe un versetto de un Salmo che continua Ne confundar in aeternum : Signore, ho sperato ( nel senso che: spero) in te, che io non si a confuso in eterno

e sbocca su via Donota con il crocifisso che le dà nome
Immagine
il crocifisso e la corona sovrastanti originari sono stati rubati l'antivigilia del Natale del 1980 e sono sostituiti da una versione moderna
Com'era un tempo un secolo fa ( incisione)
Immagine
ovviamente allora via Donota aveva case da ambo i lati, che erano costruite da una parte sul teatro romano


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3618
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Cità vecia - Via del Crocifisso

Messaggio da Ciancele » sabato 5 gennaio 2013, 18:55

Cativi! Me fe pianser. 'sti ricordi de gioventù.



Avatar utente
macondo
notabile
notabile
Messaggi: 2657
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 18:54
Località: London, UK

Re: Cità vecia - Via del Crocifisso

Messaggio da macondo » sabato 5 gennaio 2013, 22:25

Frequentado i spazi de facebook me go trovado con tanti (tropi) che pianzi e disi :"Iera meio prima". Mi go secoli che no vegno a Trieste e citavecia me la ricordo come la iera 30 e passa anni fá. Case fatiscenti, spuze insoportabili de muri umidi e de case vecie. Altro che 'un scial che pica in strada e do rose in un piter'. Dickens se gavesi trovado a casa sua tra ste catapechie ignobili. E penso sopratuto a quele povere persone che doveva viver la senza gaver i servizi minimi che uno spera.
Sto famoso piano Urban sará anca stado una grande speculazion ma a mi sinceramente me piasi assai de piú adesso che i ga fato citavecia vivibile nel 21 secolo.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34099
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Cità vecia - Via del Crocifisso

Messaggio da babatriestina » domenica 6 gennaio 2013, 7:36

"iera meo prima" e "anca questo i ne ga cavado" xe ormai due mantra triestini, nati magari in qualche ocasion appropriada , ma che sento ripeter come un disco roto a ogni ocasion. Questa zona de Rena no so gnanca se sia progeto Urban, perchè xe stada la prima dele zone refatte anni '80 che no iera i fondi europei Urban, mi devo dir che de come che iera prima quele stradine no me ricordo perchè no ghe passavo mai. Ma me par che propio per mancanza de servizi pian pianin le stava deventando sempre più disabitade, con i conseguenti crolli, utilizzi de abusivi.. questi primi xe stai fatti no assai filologicamente, i li ga remenai che i ga messo dei camini un poco improbabili, i ga trovado una bifora in via Donota e i la ga inserida in facciate e come che se vedi nele fot de via Piccola Fornace qualche casa i la ga rifatta ex novo. Però la zona xe piacevole de passar, ghe xe un'associazio Cittavecchia in via Donota e se i xe invasi dele auto nonostante i tanti box machina vol dir che tanto mal no i sta. Mi ghe passeggio volentieri. Via Donota xe anche un fiadin stravolta perchè xe due zone archeologiche con resti xe muri, el piccolo antiquarium che confesso de no gaver mai visitado ( el xe averto solo due ore un giorno dela setimana) e anca là box machina ma par che no basti mai. Urban xe vegnudo dopo, la zona più soto e anca là, come in tanti posti che ga un longo passato, come che te grati soto te trovi resti medievai o de epoca classica. E con questo studi, lavori fermi, sovrintendenze che blocca, cambiamenti, a volte dopo i sera tuto de novo se no xe tanto importante. Ma servi anca quel per capir la storia del posto.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2728
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: Cità vecia - Via del Crocifisso

Messaggio da mandi_ » domenica 6 gennaio 2013, 7:38

Son d'accordo con Macondo. Ho girà el centro storico de Trieste discretamente per ben, fin dove me portavano i miei piedi o l'autobus. Ne ho tratto un'impressione positiva, non di degrado.
Per far un esempio un per de anni fa ho girà (e no ero sola) cità vecia de Genova,altra cità marinara, alla ricerca delle tracce dei luoghi cantati dal me adorato De Andrè.
Ben, ho pensà che quel che cantava lui e cioè "nei quartieri dove il sole del buon Dio non dà i suoi raggi, ha già troppi impegni per scaldar la gente d'altri paraggi " è ancora piuttosto calzante.
A Trieste ho visto una zità dove molti rioni sono stati recuperati in modo dignitoso.
Co giro per la me zità vedo le tracce del passato e molte vie costruite anni annorum fa molto caratteristiche.
Certe vie sono belle da fotografar, ma umide, scure e malmesse e me domando come che fa a viverghe la gente.
Penso che me pianzerà el cor quando ste vie vegnirà restaurade. Ma se si terrà in debito conto de no snaturar troppo, de salvaguardar monumenti, Madonnine, fregi sulle case, affreschi, no xe sto gran mal...

Io comunque cerco di fotografare le case prima che i ghe meti man...


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 6788
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Cità vecia - Via del Crocifisso

Messaggio da sono piccolo ma crescero » domenica 6 gennaio 2013, 8:31

MI qualche volta, nei primissimi anni 70 son andà in quele case. E iera veramente indegno che la gente vivessi in quele condizioni, anche senza servizi igienici.

Ghe xe stada speculazion. Se ben me ricordo i ghe ga lasà al Ater la roba meno appetibile, quela che se ris'ciava de più de vederla blocada coi reperti archeologici, e le roba meio se la xe ciolta i privati e dopo qualchedun de questi ga comincià i lavori, forsi ga ciapà bori pubblici, e poi ga piantà tuto là (vedi Cavana).

Però nel complesso, posso dir anche mi che xe meio adesso. Chi che ghe xe passà in mezo quela volta, chi che ga meso el naso in quele case, no credo che gabi dubi. Dirò de più che no me par de ricordarme che nisun de quei che adesso pianzi fussi là quela volta a protestar per la speculazion edilizia.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3618
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Cità vecia - Via del Crocifisso

Messaggio da Ciancele » domenica 6 gennaio 2013, 17:26

Cari amizi, devo ringraziar tuti quei che ga meso fotografie de zitavecia. Se mi pianzo, no xe parchè zitavecia la xe ridota o no cusì, ma parchè no son più là a caminar par ‘ste strade. Co’ ‘ndavo a scola ala Rismondo o al Volta, ciapavo via del Bastione, Crosada, Riborgo, via Dante, traversavo la via Carduci e via Batisti. Co’ lavoravo in piaza Oberdan, via Dante, via XXX Ottobre. Co’ lavoravo davanti la stazion, via Felice Venezian, Cavana, via Roma. La caminada de domenica matina iera sempre la stesa: piaza Granda, piaza dela Borsa, via Dante e Aquedoto. Qualche volta, de domenica, andando a casa, andavo in Canal a veder se mio papà iera tornado. Insoma traversavo zitavecia sempre andando pa’ le fodre. Mi no gavevo nisun in zitavecia vecia vecia. Un mio compagno de clase stava dove che xe l’arco de Ricardo e un altro in via S. Cipriano(?), tacà Santa Maria Magiore. No go la minima idea de come che fusi i quartieri in Crosada, ma quela volta pochi gaveva i servizi in casa. Anca a Francoforte, quele poche case vece che non iera stade bombardade gaveva el ceso sule scale. Bagno: orna o mastela in cusina. El sabo, finivimo ala una. Corevo a ciorme la biancheria in lavanderia e par strada ciolevo el numero per i bagni comunali. Verso le quatro fazevo el bagno e ale zinque pranzavo. La schila pro tempore vigniva ale zinque al ristorante. E cusì tuti i sabati. Co’ vignivo in vacanza stavo con i genitori, anca dopo con la putela che adeso xe mia moglie andaimo in barca con papà. Poco tempo per girar par Trieste. Dopo che i xe morti, vignivo solo per tre o quatro giorni a Trieste. E sempre el steso programa. Par questo son contento de veder le vece foto, parchè se mostrè qualcosa de più moderno no rivaria gnanca a riconoser. No xe ‘lora parchè prima iera meo o pezo, ma parchè le foto vece xe più familiari. Xe logico che xe meo ‘ver un bagno col termosifon che ‘ndar in graia co’ la zima. Mi son sta do volte a Bruxelles. In piena piaza xe ‘ncora case vece. La prima volta le iera nere, come le piere in piaza Oberdan, la seconda, diversi ani dopo, i le gaveva netà un poco e i me ga dito che xe un mucio de gente che zerca case d’epoca e par questo i iera disposti a pagar. Glück im Unglück, cioè fortuna nela sfortuna, ga ‘vù le case nela Germania est. Per mancanza de bori i le ga lasade ‘ndar, ma la riunificazion ga fermà tuto e i ga comincià no più a butar zo ma a rinovar, ristruturar. Basta veder la cesa a Dresda, ma palazi anca in altre cità rifati come prima. Continuè a far veder foto e no ste bazilar. Sarà sempre qualchedun che ve benedirà par questo.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34099
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Cità vecia - Via del Crocifisso

Messaggio da babatriestina » domenica 6 gennaio 2013, 18:39

de mi la caminada de domenica, sopratuto in inverno, iera zo pel Corso, Piazza , Molo e tornar per el Canal, lato al sol
Ancora una foto del canton con via Donota, sera de agosto
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34099
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Cità vecia - Via del Crocifisso

Messaggio da babatriestina » lunedì 9 maggio 2016, 18:19

Rimesse le foto mancanti de Sum Culex


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34099
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Cità vecia - Via del Crocifisso

Messaggio da babatriestina » martedì 7 agosto 2018, 9:11

Una delle poche volte che passandoci non ho trovato macchine davanti né riflessi sul vetro, nei giorni scorsi
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Trieste de ogi”