Hotel de la Ville

De 'l porto franco a la prima guera mondial
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Rispondi
Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Hotel de la Ville

Messaggio da AdlerTS » lunedì 27 febbraio 2006, 12:47

Per tanto tempo xe stado el più bel albergo della città.
Xe noto che per sai anni iera paron el baron Revoltella.
G. Verdi qua ga scrito (1850) la sinfonia dello Stiffelio andada in scena, in prima assoluta, al comunale el 16 novembre de quell'anno.
L'edificio vien più volte rinnovado: nel 1884 xe stado installado el primo asensor della città, dal 1910 el riscaldamento centralizado, el primo dei alberghi dell'impero.
El xe rivado fino ai ani 60 del secolo scorso, credo.
Più recentemente xe stado sede de uffici e de banca, adesso pareria che lo ga ciolto Fincantieri.

Xe ancora visibile el nome sul lato interno del palazzo:

Immagine

Ghe xe anche un picio anedotto ligado al 1848.
Quel anno, quando xe stada rivoluzion in meza europa, a Trieste non se ga avudo grossi scontri. Xe stade un paio de proteste isolade e picie.
Uno dei fatti più eclatanti xe ligadi all'albergo che quela volta se ciamava Metternich. I rivoltosi ga dispicado l'insegna ritenendo el colonello un simbolo dell'Impero.
Da la i ghe ga cambiado el nome in "De la Ville".



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » lunedì 27 febbraio 2006, 13:03

Ancora nel 70 el iera albergo, ricordo che i cioleva in afito le sale a pianteren per feste.

Per el 48 a Trieste, voleria anca mi far un post più completo. Xe zerto che qua nel 1848 no esisteva ancora iredentismo, e tuta la la festa xe stada per la notizia de Vienna che i gaveva proclamado la costituzion ( chissà, se no i se la gavessi rimagnada l'anno dopo, come che saria andado avanti? ben, fantastoria, no ga senso..) e go letto che i ga brusado el ritratto de Metternich. Un quadro o l'insegna de l'albergo?.
Po co Venezia ga proclamado la repubblica, qualchedun ga pensado de mandar congratulazioni o rinforzi, ma altri con la repubblica de Venezia gaveva ancora el dente invelenado e no se fidava :wink:
Xe comunque in quela ocasion che el caffè Tommaso xe stado ribattezzado Tommaseo.

Per el più bel, come iera el confronto cola Locanda Grande , fin che la iera? questo iera indubiamente più moderno..



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS » martedì 28 febbraio 2006, 8:03

babatriestina ha scritto:Ancora nel 70 el iera albergo, ricordo che i cioleva in afito le sale a pianteren per feste.
Alora podessi esister foto dei interni in giro :-D



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » martedì 28 febbraio 2006, 8:30

De quel che me ricordo, gnente de special o de otocentesco, probabilmente nei anni i gaveva rifatto..



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » giovedì 2 marzo 2006, 18:34

Iera in principio do case, e anche una cappella dedicada alla Visitazion,el cui quadro settecentesco xe finido nela capelletta lateral de S Antonio Novo, che ga appartegnudo ai Rossetti, e po a un Sartorio, Nel 1840 i le ga butade zo per far sto novo albergo, dedicado a Metternich, ma la dedica ga durado solo che 8 anni! :wink:
Nel 1848 i lo ga ciamado Albergo Nazionale e poco dopo el xe deventado Hotel de la Ville e come tale el ga durado più de un secolo.
El xe stado costruido del architetto ticinese Giovanni Degasperi I bassorilievi cola Fede e Carità provien dela capella preesistente.
Ghe xe in tutto 3 lapidi: quela dedicada a Verdi, nel 1913:
Immagine



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » giovedì 2 marzo 2006, 18:41

e po al Hotel de La Ville ghe xe altre due targhe, una sulla facciata, del 1989, dedicada a Adalbert Stifter ( lo conossè? gavè letto o visto qualcossa de lu? mi gnente :oops: )
Immagine
e una sul fianco, dedicada a una visita de Ricciotti Garibaldi, messa nel 1929 a ricordo de una visita del 1903
Immagine



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » sabato 4 marzo 2006, 21:50

Un'immagine dell'ingresso dell'albergo, anni cinquanta-sessanta, dela serie dele cartoline dei maestri cattolici ( scarsa qualità dele imagini, ma interessanti per l'epoca ormai passada e per el testo comentado drio):
Immagine



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » giovedì 15 giugno 2006, 15:32

Attualmente ghe sta fazendo lavori Fincantieri



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS » giovedì 22 giugno 2006, 13:11

Go trovado la data de inaugurazion dell'albergo Metternich, poi "de la Ville": 01.06.1841.
Ga la bellezza de 165 anni. :-D



MisterKappa
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 107
Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 22:17
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da MisterKappa » venerdì 23 giugno 2006, 15:38

Nei anni '30 el nome xe sta italianizà e el xe andà avanti cusì fin almeno al 1955.

Immagine



Avatar utente
macondo
notabile
notabile
Messaggi: 2662
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 18:54
Località: London, UK

Messaggio da macondo » domenica 17 settembre 2006, 18:42

E qua xe el link de una belissima cartolina (fine anni 40?) che el amico Max gaveva postado sul Forum Amici TS...

http://img462.imageshack.us/img462/674/hotelcitt3fw.jpg



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS » venerdì 2 marzo 2007, 12:57

A colori :-D

La tenda jera sul serio cussì verde ?
Allegati
ville.jpg



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » lunedì 14 maggio 2007, 18:47

babatriestina ha scritto:e po al Hotel de La Ville ghe xe altre due targhe, una sulla facciata, del 1989, dedicada a Adalbert Stifter ( lo conossè? gavè letto o visto qualcossa de lu? mi gnente :oops: )
Mi sto Stifter no go alba, ma adesso go per le man un libro del scrittor austriaco Thomas Bernhard che me par esser una linguazza, e ve digo come che el lo pitura:
Se uno dei suoi alunni gli avesse sottoposto una pagina di Stifter, diceva, Stifter avrebbe riempito la pagina di segni con la matita rossa, la verità è questa.[..]. Non per niente Stifter lo leggono soprattutto le mogli e le vedove annoiate dei funzionari, che passano la loro giornata a sbadigliare, diceva, le infermiere nel loro tempo libero e le suore nei loro conventi. Una persona che pensa davvero non può leggere Stifter. Credo che tutti quelli che ammirano tanto Stifter, che lo ammirano in un modo così inaudito, non abbiano la minima idea di Stifter. Tutti i nostri scrittori, senza eccezione, non fanno altro che parlare e scrivere di Stifter con grande entusiasmo e gli sono devoti come se fosse il Dio degli scrittori della nostra epoca. O questa gente è stupida e non ha il minimo gusto per l'arte e non capisce assolutamente niente di letteratura, oppure, ipotesi che purtroppo devo ritenere assai plausibile, non ha letto Stifter, diceva
e cussì altre 3-4 pagine... A sto punto, me vien quasi voia de legerlo.. :-D



angiolina

Messaggio da angiolina » lunedì 14 maggio 2007, 21:13

Mah! Ho letto anni fa "Due donne" o "Due sorelle" (insomma, si trattava di due donne, ma la parentela non me la ricordo) e non ne ho un ricordo particolare. Non ho memoria del libro ma della copertina, sì :lol: era di Adelphi. Se è uno scrittore piacevole, fatemi un fischio!



Avatar utente
ernesta
naufrago
naufrago
Messaggi: 35
Iscritto il: lunedì 27 agosto 2007, 10:19
Località: France Région parisienne
Contatta:

Messaggio da ernesta » sabato 13 ottobre 2007, 22:49

[quote="babatriestina"]e po al Hotel de La Ville ghe xe altre due targhe, una sulla facciata, del 1989, dedicada a Adalbert Stifter ( lo conossè? gavè letto o visto qualcossa de lu? mi gnente :oops: )

Ho una opinione piuttosto buona di Thomas Bernhard quindi creo piu di lui anche se l'Encyclopedia universalis scrive :

http://www.u-blog.net/mesbouquinsrefermes/note/147
Adalbery Stifter est l'un des plus grands prosateurs autrichiens du XIXe siècle. Par ses nouvelles et ses romans, il a connu de son vivant une immense célébrité. Après sa mort, Nietzsche, Thomas Mann et Hofmannsthal, entre autres, ont salué en lui un maître de la prose allemande. Mais son œuvre reste énigmatique : est-il, dans l'Autriche du Vormärz, avant la révolution de 1848, un co.(...) :o



ffdt
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3630
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 0:15
Località: Trieste
Contatta:

Messaggio da ffdt » domenica 14 ottobre 2007, 2:35

la parte in francexe dixi piu` o meno cusi`:
ernesta ha scritto:Adalbery Stifter el xe un de piu` grandi proxadori austriaci de 'l 19mo secolo. Per le sue novele e i sui romanzi el ga conosudo in vita una celebrita` imensa. C'o 'l xe morto, Nietzsche, Thomas Mann e Hofmannsthal, tra i altri, i ga saludado in lui un maestro de proxa tedesca. Ma la sua opera la resta enigmatica: el xe, in te 'l Austria de Vormärz, prima de la rivoluzion de 'l 1848, un co.(...)
cos' che voli dir sta ultima parola no savesi, ma visto che la xe scrita co' i puntini no ga de eser un complimento ;-)

ciau ;-D

Franco



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re:

Messaggio da babatriestina » lunedì 13 gennaio 2020, 14:06

AdlerTS ha scritto:
giovedì 22 giugno 2006, 13:11
Go trovado la data de inaugurazion dell'albergo Metternich, poi "de la Ville": 01.06.1841.
Ga la bellezza de 165 anni. :-D
Che po no stemo dir che iera el solo o el primo albergo hgrando. E El Aquila nera in Corso? iera za del 1793, dove che nel 1830 xe stado Stendhal.. e e xe finido coma Albergo Corso.. una volta cascado Metternich i lo ga ciamado nei anni 50 del Ottocento Hotel Nazionale e non so quando dopo i ga cambiado noome in de la Ville. El ga ospitado re e principi.. ( con buona pace de alcuni dati del articolo de oggi sul Piccolo..)


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “De 'l 1719 a 'l 1914”