Spese sanitarie

argomenti de attualità  ( ciacole de salotin: Signora mia, la ga sentido che?)
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Rispondi
Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7291
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Spese sanitarie

Messaggio da sono piccolo ma crescero » venerdì 12 febbraio 2016, 7:15

Ho letto in questo articolo http://finanza.repubblica.it/Esperti/Co ... ref=HRLV-5 che è possibile avere le spese sanitarie sostenute nel 2015, senza dover conservare tutta la documentazione.

L'indirizzo per accedere è

http://sistemats1.sanita.finanze.it/wps ... +riservata

ed occorre avere il lettore per la tessera sanitaria attaccato al computer e la tessera sanitaria, oppure le credenziali di fisco on line.

Appena ho tempo provo a vedere come funziona e vi racconto, a meno che qualcuno non provi a farlo prima di me.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36325
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Spese sanitarie

Messaggio da babatriestina » venerdì 12 febbraio 2016, 8:40

e ovviamente le tessera sanitaria digitale attivata.. mentre per tante prestazioni preferiscono quella cartacea


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7291
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Spese sanitarie

Messaggio da sono piccolo ma crescero » venerdì 12 febbraio 2016, 12:30

La mia tessera sanitaria digitale è attivata.

Appena entrato ho dovuto, però, registrarla e poi fare il login.

Le spese mediche e per esami mi sembravano tutte a posto. Quelle delle farmacie ... gravemente lacunose, quindi dovrò continuare con gli scontrini e fare le somme.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1953
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Spese sanitarie

Messaggio da Piereto » giovedì 3 ottobre 2019, 14:18

In sti giorni i parla de introdur el ticket sulle spese sanitarie. Disemo subito che se trata della solita manovra per fare cassa, cioè soldi che no va in sanità ma per tapar altre uscite. La giustificazion xe sempre quela : chi xe più ricco paga de più. Semplicemente bastasi alora aumentar le aliquote più alte in te le tasse, e inveze no. Pagando el ticket più alto le prestazioni no cambia, e alora? Te farà la fila come sempre e, se te vol fare presto co una visita te paghi oggi come domani. Xe la solita menada, e prima o poi a furia de tirar la corda la se spacherà.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36325
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Spese sanitarie

Messaggio da babatriestina » giovedì 3 ottobre 2019, 14:28

che mi sapio xe za ticket per chi ch e no xe esente.
Ovio che i ga de cior soldi. I ga promesso de no aumentar el IVA, e g a promesso de der un sacco de roba, e i bori i li devi cior suso in qualche modo.
Aliquote più alte del e tasse? za ssai se no i fa la flat tax che paga tuti la stessa aliqota, siori e poveri che sia.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1953
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Spese sanitarie

Messaggio da Piereto » venerdì 4 ottobre 2019, 14:21

I vol incrementar el ticket. El principio che fa testo xe mi pago de più, per ciapar qualcosa de più. Inveze el trattamento xe el medesimo. No go ne'un leto rivestì de oro, ne' una infermiera che me controlla ogni diese minuti. Se voio un trattamento migliore vado in una clinica privata, ma sta volta pago per eser tratado diversamente e otegno quel che voio.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4101
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Spese sanitarie

Messaggio da Ciancele » venerdì 4 ottobre 2019, 18:53

Le visite no costa gnente, ma le medicine. Ogni riceta ne costa el 10 percento del prezo, con almeno 5 euro fina a un masimo de 10 euro. Dentista e ociai ne costa de più. E xe tanti che i ga una dentiera che no va più ben, ma no i ga patus par una nova. E xe anca tanti che no i se pol permeter una dentiera. Qualchidun va a l’estero, andove che costa ‘sai de meno, ma con la qualità del lavor bisogna gaver fortuna. In ospedal, degenza, se paga 10 euro al giorno. Tuto insieme no devi costar più del 2 percento del reddito. Se xe più del 2 percento se pol domandar l’esenzion per el resto. Chi che paga più del 2 percento no xe de invidiar. O el ga pochi soldi o el ga tute le malatie posibili. Noi veci inveze no semo malai. Semo tuti sani. Gavemo solo variazioni strutturali dovute a l’età.
Noi gavemo la mutua e l’asicurazion privata. Diversi de lori, specialmente giovini, i fa l’asicurazion privata. Che costa soldi più dela mutua, ma se ga anca prestazioni più meio. Squasi tuti i impiegati statali tipo posta, comun ecc. ga l’asicurazion privata, pagada del governo. Asicurazion privata vol dir che in ospedal no se xe intun cameron, ma al masimo in do. No te ciapi la boba, ma i te dà de magnar. Mi gavevo el pignatin de argento. Se no se pol spander aqua, ala mutua i fa un catetere, pai privati i verzi el rubineto de l’aqua nela speranza che te copi e te fazi anca ti. No me go inventà. E no se vien visitai de qualche asistente ma del primario. Mi go la mutua par le malatie e una asicurazion suplementare par la degenza in ospedal. L’adesion ala mutua xe posibile fina a un certo importo de paga. Se un xe asicurà privato e po el vol ‘ndar ala mutua, no i lo ciol o dificilmente se el guadagna tropo.
El problema xe trovar un dotor. Tuti i dotori i ga tropi pazienti e ghe vol spetar qualche setimana. Se no se pol spetar, se zerca un dotor che gabi tempo o se va al pronto socorso. Ma se tuti o tropi va al pronto socorso, no i ga tempo gnanca lori e bisognar star ore e ore a spetar. I privati i ga subito un apuntamento.
Po xe i cronici. Mi go una artrosi al zinocio e bisognaria operar e meter una protesi. L’operazion no fa dificoltà, ma ala mia età xe altri fatori che disturba e cusì no i opera. I me dà una riceta par sie (sei) sedute de ginastica. Dopo do o tre ricete bisogna spetar tre mesi par gaver un’altra e la mutua fa problemi. Sul più bel che stago meio devo spetar e nel fratempo torno a star mal. Par mi xe come farghe quele robe a un morto.
Adeso savè parchè qua se disi che anca la più bela malatia no val gnente.



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1953
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Spese sanitarie

Messaggio da Piereto » domenica 6 ottobre 2019, 8:52

Molto interessante Ciancele come funziona in Germania. Quindi fin un certo importo de reddito te ga la assistenza pubblica, quela che te ciami mutua, e anche la te devi zontar soldi per le medicine. La assicurazion privata la pol far tuti, avendo i bori. Ma la assistenza sanitaria la xe uguale in tutti i Land ?. Cioè in uno i te da de più o i te cura meio ?.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4101
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Spese sanitarie

Messaggio da Ciancele » domenica 6 ottobre 2019, 13:40

Fina a un certo importo de reddito annuo la mutua xe obligatoria. No se pol asicurarse privatamente. Eventualmente cassa e una asicurazion agiuntiva. Questa asicurazion suplementare xe per degenza in ospedal. Me par che xe una che includi anca visite in ambulatorio, che saria tuto, dotor e ospedal, ma no giuro. Mi la go fata par l’ospedal e funziona. Chi che guadagna de più del limite no pol eser asicurado obligatoriamente. O el se asicura privatamente, con tuti i vantagi e svantagi, o el se asicura volontariamente ala mutua. In questo caso el ga le prestazioni dela mutua, insoma dela cassa. Me par che la cassa asicura tuta la famiglia. No so esatamente come funziona ne l’asicurazion privata. Bisognaria che me informo. Un asicurà privato che guadagna meno del limite pol tornar obligatorio, ma se el guadagna più del limite el ga problemi. O volontariamente o gnente. I contributi de l’asicurazion obligatoria xe circa el 19/20 percento dela paga e metà va a carico del datore di lavoro e metà a carico de l’asicurado. Chi che xe autonomo, e no ga paron, el devi pagar tute le do metà. E qualche volta questo xe el problema dei asicuradi volontariamente. No credo che sia una diferenza tra prestazioni dela cassa obligatorie e quele volontarie. Anca quele private no xe enorme diferenza, ma te le ga prima e forsi più complete. No credo che sia diferenza tra land e land. Xe una lege federale. Otanta ani fa co se ‘ndava in ospedal i fazeva subito un clistero. Come benvignù. Anca se no iera bisogno. Qua co’ te se svei i te misura la febre e la presion del sangue e i te domanda se te ieri de corpo. No go visto o sentì che i fa clisteri. Ai privati, co’ i vien drento, i ghe fa squasi sempre un prelievo del sangue par vedere certi valori. In ambulatorio i fa el cosideto esame picio par gaver solo certi valori. In ospedal i fa l’esame grando e i ga un quadro più preciso, parchè i vedi anca i reni e el figà (fegato). La mia opinion xe sto esame completo xe più eficiente. E come privati se vien curai del primario che viene do volte al giorno, par veder se te son ‘ncora vivo. Una volta e me ga domandà se el pol ‘ndar con su fio al fine setimana a siar e mi nela mia granda grandeza ghe go dito de sì. La sera xe vignù el primario de un’altra division. Ma iero za par ‘ndar a casa. De privati in ospedal xe meio parchè le cure riva subito. Una volta el primario ghe ga dito a un che i devi far impachi e zinque minuti dopo gavevo za l’impaco. Un me ga domandà cosa che bevo. Ghe go dito. El mato ga subito butà in condoto el tè de fruti e el me ga fato un tè russo. Ala cassa i dà el tè de fruti che no poso sofrir. Pintosto bevo aqua. Se te soni la campanela vien presto qualchidun. Se te son dela cassa bisogna che te speti che i gabi tempo. Insoma xe un tratamento più meio.
I francesi disi: Vive la différence.
PS: Piereto, se te vol farme qualche domanda particolar, no problem.



Rispondi

Torna a “Atualità non triestine”