Paolo Sonson / Michele Eulambio

a Trieste ghe xe un teatro Comunal che de oltre 200 anni fa opere, balletti, concerti... e altri teatri che fa spettacoli musicali de tipo classico: contene storie vece e resoconti de spettacoli attuali..
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Rispondi
PiccoloMarat
naufrago
naufrago
Messaggi: 10
Iscritto il: martedì 19 luglio 2016, 22:37

Paolo Sonson / Michele Eulambio

Messaggio da PiccoloMarat » sabato 17 marzo 2018, 13:04

Per caso qualcuno di voi ha un contatto di Paolo Sonson che ha fatto il corista per moltissimi anni al Teatro Verdi di Trieste?
Volevo mettermi in contatto con lui poichè volevo fargli delle domande sul compositore triestino Michele Eulambio che si stabilì a Gradisca d'Isonzo, paese natale del Signor Sonson.

Grazie in anticipo.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34317
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Paolo Sonson / Michele Eulambio

Messaggio da babatriestina » sabato 17 marzo 2018, 13:10

proverò a chiedere in giro.. immagino che Michele Eulambio fosse il figlio della signora Eulambio, che tenne per anni un famoso "salotto" a Trieste , organizzava a casa sua riunioni e conferenze come nei salon ottocenteschi, lo frequentava mia mamma io ci andai una volta sola.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

PiccoloMarat
naufrago
naufrago
Messaggi: 10
Iscritto il: martedì 19 luglio 2016, 22:37

Re: Paolo Sonson / Michele Eulambio

Messaggio da PiccoloMarat » sabato 17 marzo 2018, 13:30

La madre di Michele Eulambio era una nota pianista triestina.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34317
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Paolo Sonson / Michele Eulambio

Messaggio da babatriestina » sabato 17 marzo 2018, 13:48

provo a cercare: e trovo finora questo:
"EULAMBIO, Michele. - Nacque a Trieste il 13 febbr. 1881 da Alessandro e Anna Diamanti. Iniziato in giovanissima età allo studio del pianoforte dalla madre, studiò contemporaneamente violino con C. Coronini e A. Castelli a Trieste, ove fu poi allievo per l'armonia di Gustavo Wieselberger. I lusinghieri risultati ottenuti e l'impegno mostrati in questi primi anni di studio indussero la famiglia ad indirizzarlo verso un più prestigioso centro di cultura musicale e, inviato a Lipsia, nel 1903 entrò nel locale conservatorio, ove divenne allievo di S. Krehl per la teoria, di H. Zoellner per la composizione, di A. Ruthard per il pianoforte, di R. Hoffmann per la strumentazione ed infine del celebre direttore A. Nikisch per la direzione d'orchestra. Portati a termine gli studi nel 1907 con ottimi risultati, si diplomò in composizione e direzione d'orchestra, presentando quale saggio finale un Concerto per pianoforte e orchestra da lui stesso diretto con successo. Tornato in Italia, si stabilì dapprima a Milano, quindi si trasferì a Napoli ove visse dal 1915 al 1926, dedicandosi prevalentemente alla composizione di musica da camera, e si legò agli ambienti culturali della città entrando in rapporti di amicizia con Salvatore Di Giacomo. Lasciata Napoli, si stabilì a Gradisca d'Isonzo, ove si impegnò sopratutto nell'insegnamento della musica nelle scuole medie e nella composizi one di lavori teatrali e sinfonici rimasti per lo più inediti.!
L'E. morì a Monfalcone (prov. di Gorizia) il 26 genn. 1974.

1881-1974... siamo vicini alle possibili date della signora che conoscevo io . Leggo di una signora Laura Eulambio m a non so se sia quella del noto salotto triestino
"


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34317
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Paolo Sonson / Michele Eulambio

Messaggio da babatriestina » sabato 17 marzo 2018, 14:46

ho mescolato la signora Eulambio, letterata , patronessa etc con la signora Cambissa del salotto, madre anche lei di un musicista Giorgio Cambissa


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Musica clasica”