Un tortino di papaline e patate (ricette pesce)

gavè ricette triestine de condivider? volè parlar de roba che se magna e se bevi a Trieste? zerchè una ricetta che gavè dimenticado? e se ve sbrissa una non triestina.. ve perdonemo, se la xe bona!
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Rispondi
Avatar utente
nonna ivana
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 5334
Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2008, 22:55
Località: prov Bologna
Contatta:

Un tortino di papaline e patate (ricette pesce)

Messaggio da nonna ivana » lunedì 8 ottobre 2018, 10:21

Forse la suggeritrice era Babatriestina? Nel lontano 2010...m scuso per la lingua: wink! Le foto sono nel blog, per chi è interesato a vedere il passo passo!

Tortino papaline e patate

Il G. mi presenta un piatto con pesce azzurro già nettato: Bene, faccio il tortino di alici, dico entusiasta!!!
No, non sono alici...un altro nome che non ricordo, dice lui!
Attraverso Internet arriva la risposta di un'amica!
Forse sono le Papaline?
Ecco, dimenticherò come il solito il nome, ma almeno sulla ricetta ci sarà l'indicazione giusta!

370 g papaline pulite, peso netto
330 g patate 2
150 g pomodoro maturo grande
40 g pane bianco
2 spicchi aglio, un ramettino di timo fresco
1 cucchiaio prezzemolo tritato (dal freezer!)
olio evo
2 pizzichi di ajòn bolognese

Le papaline vanno private di testa e lisca e aperte a libro, l'operazione è facile, perché la carne è morbida e basta tenere la lisca con due dita e con l'altra mano sfilare il corpo della papalina!
Macinare pane, aglio e timo nel tritatutto, quindi mescolarvi il prezzemolo, condire con pizzico di ajòn!
Lessare le patate a fette di mezzo cm abbondante in cestello in acqua salata, scolarle e disporle in una pirofila ben oliata, in un unico strato, ben compatto, cospargerle di pane condito, quindi fare uno strato di papaline, ancora pane condito e parte del pomodoro a fettine, lasciando libero il centro, magari distribuirvi pezzetti rimasti delle patate
Coprire con secondo strato di papaline, esaurendole, coprire con pane, e il restante pomodoro, sempre ai bordi, irrorare leggermente con olio e pizzico di ajòn,.
Cuocere in forno ventilato a 180°C per 35 minuti.

E' ottimo caldo, ma anche tiepido|


ivana

la curiosità è il colore della mente

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34948
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Un tortino di papaline e patate (ricette pesce)

Messaggio da babatriestina » lunedì 8 ottobre 2018, 11:48

Sì, ci siamo, è dello stesso tipo, solo senza pomodoro, che a me piace poco col pesce. E tutti lessano PRIMA le patate, perché come mi spiegava l'autrice della sua ricetta se si aspetta ch e si cuociano le patate intanto il pesce diventa troppo asciutto!
il pane lo mettono anche alcuni per creare una crosticina


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7020
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Un tortino di papaline e patate (ricette pesce)

Messaggio da sono piccolo ma crescero » lunedì 8 ottobre 2018, 14:18

babatriestina ha scritto:
lunedì 8 ottobre 2018, 11:48
Sì, ci siamo, è dello stesso tipo, solo senza pomodoro, che a me piace poco col pesce.
Nemmeno io amo il pomodoro col pesce. A onor del vero non vado matto nemmeno per il pesce, ma questa è un'altra storia.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3836
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Un tortino di papaline e patate (ricette pesce)

Messaggio da Ciancele » lunedì 8 ottobre 2018, 19:09

sono piccolo ma crescero ha scritto:
lunedì 8 ottobre 2018, 14:18
babatriestina ha scritto:
lunedì 8 ottobre 2018, 11:48
Sì, ci siamo, è dello stesso tipo, solo senza pomodoro, che a me piace poco col pesce.
Nemmeno io amo il pomodoro col pesce. A onor del vero non vado matto nemmeno per il pesce, ma questa è un'altra storia.
Mio padre aveva la barca e quindi noi avevamo sempre pesce di giornata. Magari sempre lo stesso pesce (menole, guati e sacheti), ma sempre di giornata. In primavera c'erano poi sgombri e seppie. Forse anche calamari. Ciò nonostante i miei genitori non sono riusciti a farmi amare il pesce. In nessun modo. La prima volta che ho mangiato cozze, gratinate, è stato nel 1968. Soltanti scampi, calamari e vongole hanno vinto la mia idiosincrazia per gli abitanti dei fondi marini. Mangiar pesce è per me una roulette russa. Spini o no spini (lische o non lische)? Il pomodoro l'ho sempre odiato. Sotto forma di bolognese forse meno. Mia moglie non mi capisce. Non mi capisce mai, ma qui non mi capisce in modo diverso. Mi dice: Tu odi pomodori, fegato e pesce, ma mangi salsa di pomodoro, salsicce di fegato di maiale e qualche pesce. Non posso che darle ragione.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34948
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Un tortino di papaline e patate (ricette pesce)

Messaggio da babatriestina » lunedì 8 ottobre 2018, 19:33

per me il pomodoro col pesce solo nel brodetto


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
nonna ivana
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 5334
Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2008, 22:55
Località: prov Bologna
Contatta:

Re: Un tortino di papaline e patate (ricette pesce)

Messaggio da nonna ivana » lunedì 8 ottobre 2018, 20:50

Forse la idiosincrasia verso il pomodoro dipende dal fatto che non avrete le distese di coltivazione di pomodoro come abbia in pianura, e qui nei paraggi, e in tutti i nostri orti il pomodoro si coltiva per la famiglia, è un ortaggio sano e benefico sia crudo, che cotto!
Noi prepariamo umidi di baccalà o cernia, o di pescegatto sempre con passata di pomodoro e il prezzemolo come erba aromatica! Mia cognata fa un sugo per spaghetti con sgombri e passata, che vanno poi spolpati, io non ne conosco bene il metodo, e poi non faccio più pranzi in casa mia!
Nel tortino ho messo il pomodoro per mantenere morbido, non arrostito il pesce e le patate. In fondo i gusti si formano con le abitudini, e queste sono legate a tanti fattori, ambientali e di tradizione, producendo la varietà della cucina italiana!


ivana

la curiosità è il colore della mente

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34948
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Un tortino di papaline e patate (ricette pesce)

Messaggio da babatriestina » lunedì 8 ottobre 2018, 21:06

il pomodoro per me si sposa ad altre verdure, al pane, alla pizza, a volte alla carne per sughi di arrosto e polpette.. ma al pesce toglie parte del sapore! lo copre, come dire, per il suo sapore deciso. Altro discorso per sughi per pasta magari con vongole e crostacei, qua
girano le doppie varianti: in bianco o col pomodoro. Come coi funghi.. per me, più il fungo è nobile e meno ha bisogno di confondere ils uo gusto delicato col pomodoro.
A Trieste non ci sono "distese" di coltivazioni, al massimo vigneti e oliveti terrazzati


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7020
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Un tortino di papaline e patate (ricette pesce)

Messaggio da sono piccolo ma crescero » martedì 9 ottobre 2018, 6:20

Mio nonno, nel suo giardinetto, oltre a dieci viti, coltivava anche il pomodoro, che mangiavo in insalata. Amo la pasta con la salsa di pomodoro (senza basilico che copre il sapore del pomodoro, con gran dispiacere di mia moglie). Ma non ho mai amato né il brodetto (il cui sugo, da bambino, mia mamma tentò di rifilarmi nel risotto invece della salsa di pomodoro, ma che rifiutai nonostante il colore fosse simile), né le varie ricette di pesce col pomodoro che mi sono trovato a mangiare da amici o nei ristoranti.

E comunque, nonostante la mia famiglia venisse da Isola d'Istria dove il pesce era praticamente la sola fonte di proteine, non amo il pesce. Posso accettare la trota, che non sa di niente se non la aromatizzi bene con le erbe. O una bistecca di pesce spada o tonno ai ferri, per lo stesso motivo.

Ma se mi invitate a pranzo, non preoccupatevi, mangio anche il pesce, non volentieri, ma lo mangio.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3836
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Un tortino di papaline e patate (ricette pesce)

Messaggio da Ciancele » mercoledì 10 ottobre 2018, 12:08

Io sono masochista per natura e per tale ragione mangio pesce, sempre nella speranza che mi possa un giorno piacere. Ma forzare, il voler imporre un gusto, non è la via migliore per far amare il pesce. Sono però masochista prudente e mangio quindi unicamente calamari, seppie, scampi e molluschi. In essi non ho finora trovato lische. Non è detta però l'ultima parola, perchè io trovo lische anche nelle uova se le galline sono state nutrite con farina di pesce. ;--D
So che gusti xe gusti, ma mi associo a Son Piccolo Ma Crescerò quando nega il pomodoro col pesce.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34948
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Un tortino di papaline e patate (ricette pesce)

Messaggio da babatriestina » mercoledì 10 ottobre 2018, 13:42

Da buona triestina con antenati di mare sono abituata al pesce- a casa dei miei nonni materni mamma diceva che c'era ogni sera fritto misto di pesce!- ma ho dovuto imparare da sola perché col tempo era passato in disuso in casa. Ci sono pesci a cui si tolgono facilmente le spine, e sono meno economici, ma non sempre: sardoni ( alici), branzini ( spigole), rombi, code de rospo ( rana pescatrice)... poi ci sono i filettipronti e i filetti di qualità sono senza spine. E poi ci sono pesci squisiti come le mormore, che però sono spinosissimi !
i calamari li snobbo perché li trovo gommosi... gli scampi non avranno spine ma si devono pulire... idem i molluschi!


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3836
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Un tortino di papaline e patate (ricette pesce)

Messaggio da Ciancele » mercoledì 10 ottobre 2018, 17:05

babatriestina ha scritto:
mercoledì 10 ottobre 2018, 13:42
Da buona triestina con antenati di mare sono abituata al pesce- a casa dei miei nonni materni mamma diceva che c'era ogni sera fritto misto di pesce!- ma ho dovuto imparare da sola perché col tempo era passato in disuso in casa. Ci sono pesci a cui si tolgono facilmente le spine, e sono meno economici, ma non sempre: sardoni ( alici), branzini ( spigole), rombi, code de rospo ( rana pescatrice)... poi ci sono i filettipronti e i filetti di qualità sono senza spine. E poi ci sono pesci squisiti come le mormore, che però sono spinosissimi !
i calamari li snobbo perché li trovo gommosi... gli scampi non avranno spine ma si devono pulire... idem i molluschi!
Gusti xe gusti, diseva quel mato che magnava savon (und biss in die Seife = e diede un morso alla saponetta). El savon xe internazional. I sardoni li magno volentieri. I branzini xe qua de moda. Li trovo in tuti i cosideti filialisti. Pasere e soliole xe anca bone e no le ga tanti spini. Dopo l'ultima esperienza, par la coda de rospo no me meto in fila. Fileti li trovo de pasera, soliola, sandra, e i xe tuti rispetabili. Anca fileti de merluzo. Co' son al mar nostro, de solito a Muia o Duin, el mio antipasto xe sempre caramai (calamari) e code de scampi. A Grado mi m... no go ciolto pedoci (cozze gratinate). Se i calamari sono gommosi cambia ristorante. ;--D E per gli scampi? Per aspera ad astra. Idem i molluschi. Da noi ogni sera si mangiava pasta e fasoi. Come a pranzo. Forse un po' monotono, ma ancora oggi, quando faccio (mi faccio!!) pasta e fagioli, naturalmente con cotiche, è festa. E forse, come Bertoldo, devo il mio stato di salute attuale ai fagioli. :clapping_213: :clapping_213:



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34948
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Un tortino di papaline e patate (ricette pesce)

Messaggio da babatriestina » mercoledì 10 ottobre 2018, 17:08

fra filetti de sfoia e de passera, mìnonostatnte el aspetto, x eun abisso! de prezzo e dw qualità. Go ciolto pochi giorni fa filetti de passera e come che loi gomessi in padela i se sternzeva... perchè mi palro dle pesse che fazo a casa, vado poco a magnar fora, se no in compagnia.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3836
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Un tortino di papaline e patate (ricette pesce)

Messaggio da Ciancele » mercoledì 10 ottobre 2018, 19:32

babatriestina ha scritto:
mercoledì 10 ottobre 2018, 17:08
fra filetti de sfoia e de passera, mi nonostante el aspetto, xe un abisso! de prezzo e de qualità. Go ciolto pochi giorni fa filetti de passera e come che li go messi in padela i se strenzeva... perchè mi parlo del pesse che fazo a casa, vado poco a magnar fora, se no in compagnia.
Da solo o in compagnia? me domandava sempre el prete co' iero picio e co' 'ndavo ala confesion.
Anca mi vado poco a magnar fora. Un mato, tanti ani fa, me diseva che un che sapi magari solo un poco a cusinar, no'l devi mai 'ndar a magnar fora. El trova tante schinele (difetti) che ghe rovina tuta la sera. E xe vero. Purtropo.
Scusa se no son del tuto dela tua opinion, ma mi trovo che la diferenza tra pasera (platessa) e sfoia (sogliola) non sia un abisso. E mi no me rifiuto de magnar pasere. Mi, al bancheto tipo pescheria dela botega magnativa (filialista), crompo squasi solo merluzo. E me sodisfa. A sete chilometri de qua xe un mato che vien de Amburgo de martedi e el torna a casa de venerdi. De lu crompo le pasere e le sfoie, ma xe pasere e sfoie! No scheletri. No ogni giorno, parchè i sui prezi xe, come dire, sostenuti. Ma una volta ogni tanto bisogna poder poder (che sia possibile potere). Tanto tempo fa gavevo i ani e i me ga regalà un grill elettrico da tavolo. Lo go usà poco e solo per carne. Ma me go dito che bisognaria veder come che vien una pasera o una sfoia. E go dito che se la piastra se la pol smontar (estraibile), la tiro via e la meto sul quel del camping (campeggio?) a gas, portatile. Più che butar tuto via no me toca (succede). Ma se funziona go un problema de meno e tentarò de novo de far la coda rospo, ma taiada a fete o a boconcini. Al lavoro.



Rispondi

Torna a “Ricete”