Ponti Romani sul Torre e Isonzo

dei omini preistorici, i castellieri, fin ala Tergeste romana, inclusa
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Rispondi
luco813
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 149
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 2:32

Ponti Romani sul Torre e Isonzo

Messaggio da luco813 » mercoledì 23 gennaio 2019, 4:09

Facendo una sintesi ho potuto identificare l'esistenza di due ponti sul Fiume Isonzo (Gradisca per Via Electra e Ronchi per Via Gemina e Via Annia).
Ricordiamo che Via Annia percorreva l'attuale SS.14 nel tratto San Giorgio-Trieste aggirando Aquileia oltre al ramo diretto su Aquileia.

Penso ci fosse anche un ponte Romano in zona Ruda (Via Electra) per superare il Torrente Torre, un Ponte Romano a Lovaria (Via Udine-Gorizia-Aidussina) e un'altro a Remanzacco (Via Juliana) oppure c'era il guado?



luco813
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 149
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 2:32

Re: Ponti Romani sul Torre e Isonzo

Messaggio da luco813 » mercoledì 23 gennaio 2019, 4:12

E' una mia impressione oppure al tempo dei Romani il Torrente Torre confluiva nel Fiume Aussa? E' stata una deviazione naturale il T. Torre nell'Isonzo o artificiale?.

So che in tantissime carte vecchie il Torre finiva a Cervignano e si confondeva con l'Aussa.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36143
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Ponti Romani sul Torre e Isonzo

Messaggio da babatriestina » mercoledì 23 gennaio 2019, 7:59

A Ronchi c'era sicuramente un ponte romano: il ponte di Ronchi, le cui decorazioni si trovano esposte all'orto lapidario. Altro non saprei.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

luco813
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 149
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 2:32

Re: Ponti Romani sul Torre e Isonzo

Messaggio da luco813 » mercoledì 23 gennaio 2019, 14:21

Sull'Isonzo a Sud di Gorizia c'erano due ponti sicuri (Ronchi in essere fino al 1800) e il ponte di Gradisca. Un altro ponte era tra Lucinico e Gorizia.
Sicruamente tanti ponti venivano fatti in legno. In certi punti c'erano i guadi.

Ad esempio. Al tempo dei Romani il Tagliamento passava per Portogruaro e Fossalta, ma non per Latisana. Solo dal 5 secolo il Tagliamento deviò il suo corso passando per Latisana. Non venne costruito un nuovo ponte tra Via Trieste di Latisana e San Michele-San Giorgio al Tagliamento, bensì il "traghetto a fune" rimasto attivo fino a quando non fu costruito il ponte della Statale.
Sul Piave la Via Postumia e le via Claudia Augusta Altinate e Pontebbana probabilmente guadavano il fiume, ma non so per il Torre.



luco813
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 149
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 2:32

Re: Ponti Romani sul Torre e Isonzo

Messaggio da luco813 » mercoledì 23 gennaio 2019, 14:25

babatriestina ha scritto:
mercoledì 23 gennaio 2019, 7:59
A Ronchi c'era sicuramente un ponte romano: il ponte di Ronchi, le cui decorazioni si trovano esposte all'orto lapidario. Altro non saprei.
Certo si trattava del Ponte della Via Annia e della Via Gemina che si congiungevano per poi dividersi nuovamente.
La via Gemina da Aquileia andava in linea retta su Ronchi e a Fiumicello la via Annia si immetteva sulla Gemina per staccarsi subito dopo.

Dove ora sorge il ponte della Statale c'era un guado. Pertanto in caso di alveo asciutto si guadava l'Isonzo al ponte della Statale, se era in piena bisognava andare sul ponte di Ronchi.



Rispondi

Torna a “De la preistoria a la Trieste romana”