La Cina è vicina

Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » martedì 12 marzo 2019, 10:09

la Cina... se ne parla adesso per il suo interessa al porto di Trieste ( e anche Genova..) discussioni se conviene o meno... Trieste ha avuto sempre rapporti con la Cina e ai tempi del Lloyd il commercio era notevole, le cineserie (e giapponeserie) portate dai marittimi avevano fatto scendere i prezzi sul mercato antiquario, ricordo un commento di un antiquario su un servizio da tè: "cossa la vol vender che qua tuti quei che gaveva un parente che navigava gaveva sta roba in casa?"
bene, la Cina cambia e rimane comunque fedele alle sue tradizioni. Abbiamo visto Mao, e i maoisti nostrani ( ricordo all'università un placcato "piangiamo la morte del compagno Mao" e sotto "Maramao perché sei morto") , la diplomazia del ping pong, le prime aperture, piazza Tienanmen, i cinesi del borgo teresiano, il museo orientale... ecco vorrei portare una testimonianza del mio primo e unico viaggio in cina: era il 1986 ed aveva aperto da poco al turismo. la Cina di oggi penso sia diversa , ma la mia impressione fu e credo rimanga la stessa: un mondo a sé, una civiltà particolare e molto lontana dalla nostra occidentale. E con cui avremo da fare i conti nel prossimo futuro.

Il viaggio stesso fu diverso da tanti altri e anche immagino ben diverso dagli attuali: lo facevano due agenzie assieme, la Mistral presso cui mi iscrissi e la Ventana: costava caro e almeno la Mistral non prevedeva stanza singola, per cui mi trovai a dividere la stanza con una sconosciuta, alquanto scorbutica , che protestava sempre " a noi ci hanno dato la stanza più brutta" e che faceva riempire la stanza di insetticida puzzolente ed una notte mi fece dormire con le luci accese per paura degli scarafaggi... e anche l'accompagnatrice non era delle più cortesi... c'era un'accompagnatrice italiana per tutto il gruppo, poi i referenti cinesi locali e infine le guide cinesi locali: in una visita la guida locale parlava solo cinese e giapponese, spiegava in cinese, il referente traduceva in inglese e l'accompagnatrice in italiano.. un po' macchinoso il tutto.

C'erano doversi itinerari possibili, era agosto ed io scelsi uno più o meno parallelo alla costa, da sud a nord, perché includeva lo Shantung, il sacro monte Tai e la casa di Confucio, un sito che vedo che ancor pochi includono, mentre preferiscono le gole di Guilin e l'esercito di terracotta ( allora da poco scoperto) .

Grosso modo arrivammo a Hong Kong, di là a Canton, poi ci trasferimmo in aereo più su, zona Nanchino- Shanghai, Wuxi, poi lo Shantung e alla fine Pechino. occhio che successivamente molti di questi nomi sono scritti in modo diverso. Non erano disponibili guide ( libri) della Cina salvo qualche opuscolo datoci dai cinesi..

dopo la partenza dall'Italia e forse uno scalo intermedio, ci facemmo l e tradizionali 15 ore di volo con notte in aereo, per arrivare a Hong Kong, allora ancora britannica, verso la mattina: era la stagione dei tifoni e dovemmo risalire per evitarne uno: e su e giù per un apio d'ore, fu la sola volta che soffersi il mal d'aria e come tanti altri usai il sacchetto di cartone...

credo che Hong Kong sia forse la città di allora che assomigli alla Cina attuale, col suo mix di grattacieli e di ambiente tradizionale:

Immagine


Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » martedì 12 marzo 2019, 10:10

Immagine

un colossale ristorante galleggiante
Immagine

le spiegge, un mix di oriente e di moderno
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » martedì 12 marzo 2019, 10:15

ci portarono in alto sulla collina dove ammirare il panorama, e facemmo in primo incontro con la cucina cinese, un self service in cui scoprii la cuinca agrodolce- che trovammo per tutto il viaggio
Immagine

fu l'ultima volta che nel viaggio vedemmo le posate occidentali, dal giorno dopo, solo bacchette! i primi giorni le usavo tenendole vicino alle punte per afferrare il cibo, pian pianino alla fine del viaggio le maneggiavo comodamente! i pranzi e le cene erano sempre con un grande piatto comune da cui servirsi, riso a parte- a sud, ravioli a vapore e pane a vapore più a nord, e alla fine dle pranzo a rrivava la minestra!

qualche negozio tradizionale

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » martedì 12 marzo 2019, 10:36

A Hong Kong ci portarono a fare acquisti, era il posto dove tutto- in teoria costava poco- e così spesi soldini in gioielleria per una collanina di perle e in negozio di fotografia per una macchinetta fotografica del tutto automatica, punta e scatta, che - tranne un colpo che danneggiò la chiusura- mi durò per una ventina di anni...

da là entrammo in Cina in aliscafo, dove non potemmo ammirare nulla del Golfo delle Perle perchè eravamo chiusi in basso, con vetri sporchi, intravidi solo alcune giunche...
Canton che adesso si legge e scrive Guangzhōu fu il primo incontro con la Cina: il mio ricordo è di pagode

Immagine

confrontarla con un'immagineattuale
Immagine

questa però non son sicura che fosse canton

Immagine

vicino a canton c'è Foshan e in unod ei due luoghi vedemmo un tipico tempio, che definirei " cineserie"


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » martedì 12 marzo 2019, 10:40

Immagine

e una quantità notevole di piante bonsai,c he costavano pochissimo, ma che chi comprò si dannò l'anima per trascinarsele dietro per d ue settimane inclusi i tratti aerei..
Immagine

Immagine
il portapiante mi è familiare: uno simile venne portato dlala Cina dla mio bisnonno e ce l'ho tuttora in casa, uno simile al Museo Morpurgo..

a canton per fortuna non ci fecero provare il tipico piatto locale, è detto " il combattimento della tigre e del dragone" ed è uno spezzatino di gatto e serpente. Sì i cinesi almeno i cantonesi sono c come i vicentini "magnagatti" e da altre parti, ma non vedemmo, mangiano pure cani!


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » martedì 12 marzo 2019, 12:05

babatriestina ha scritto:
martedì 12 marzo 2019, 10:36

questa però non son sicura che fosse canton

Immagine

in effetti dalle mie note vedo che è una piccola pagoda di pietra a Nanchino, invece ritrovo un'altra immagine della pagoda di Canton

Immagine

la Cina era uscita d a poco dalla rivoluzione culturale e stava ricostruendo i propri templi, ne abbiamo visti tanti in cantiere. Come pure nelle varie " Montagne dei Mille Budda" abbiamo visto Budda con teste mozzate.. magari adesso saranno restaurati

La differenza, così, a occhio, fra l'architettura dle sud e dle Nord della Cina mi è sembrata questa: al sud le decorazioni sono più " cineserie" ossia piene di figurine, le pagode hanno i tetti con i bordi più arricciati... e la cucina dle sud ha più riso mentre quella del nord ha pasta e ravioli, magari a vapore!

io di arte cinese conoscevo principalmente quello che si vede ei muse occidentali, vasi, bronzi, da cui avevo un'idea della successione delle varie dinastie... ovviamente allora i cartelli esplicativi erano solamente in cinese con caratteri cinesi!!!


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7210
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: La Cina è vicina

Messaggio da sono piccolo ma crescero » martedì 12 marzo 2019, 16:19

Anche in Cina te son stada!


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » martedì 12 marzo 2019, 16:48

sono piccolo ma crescero ha scritto:
martedì 12 marzo 2019, 16:19
Anche in Cina te son stada!
iera ben nota la batuda del nostro Capo, che diseva de mi " la xe sempre in Cina"
continua... ma devo riordinar le foto


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1914
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: La Cina è vicina

Messaggio da Piereto » martedì 12 marzo 2019, 18:55

Viaggio sulle ali dei ricordi con negativi di celluloide, ma credo che oggi a differenza del passato si polemizzi in modo notevole sulla presenza della Cina, per cui un investimento di capitale viene visto come una colonizzazione. l''accettazione degli interventi è subordinata ad un controvalore rappresentato dall'aumento delle nostre esportazioni. Beninteso qualsiasi investimento di capitale estero che sia arabo o americano o della UE porta ad una intrusione nell'organizzazione italiana del commercio. Il difficile è appunto bilanciare le importazioni con le nostre esportazioni, altrimenti l'Italia produce sempre meno ricchezza. E' vero che il capitale straniero crea nuove infrastrutture che altrimenti l'Italia non riuscirebbe a fare, ma bisogna vedere se poi i benefici ricadono sul popolo italiano. Per dire anche della TAV (costi e benefici). Quanto siamo disposti a perdere e quanto a guadagnare?. Trieste comunque credo abbia tutto da guadagnare da un investimento milionario cinese al posto di uno nazionale risicato e lontano nel tempo. D'altro canto la nostra vocazione sancita dal trattato di pace è quella di essere zona franca e quindi non solo di essere un porto di transito ma anche di lavorare le merci, quindi con un aumento innegabile dei posti di lavoro.



Avatar utente
Elisa
notabile
notabile
Messaggi: 3384
Iscritto il: domenica 10 febbraio 2008, 17:27
Località: Argentina

Re: La Cina è vicina

Messaggio da Elisa » martedì 12 marzo 2019, 20:12

Qui dice: Rispondi….
Esito a rispondere a questa visione estatica la cui descrizione mi ha profondamente commossa facendomi ritornare sui miei passi dell’ anno 2005. Le mie immagini conservate non differiscono troppo da quelle esposte da BabaTS e che sicuramente lei moltiplicherà. Certe appartengono a medesimi luoghi ed altre a panorami aggiornati nel tempo trascorso. La Torre Jin Mao a Shangay (al centro della foto), 88 piani con in cima il belvedere da miraggio, mi porta a ragionare in quali diversi modi l’ essere umano gode di un viaggio verso regioni ignote, piacere abbagliante. Difatti lì trovo gente che discorre in italiano ed incuriosita rivolgo a una signora la domanda quasi obbligatoria tra italiani turisti: Stupendo tutto, vero? Risposta (balorda): Ma quanto mi manca la mia Roma! No no no. Mi ribello. Inconcepibile!
Allegati
Photo05_7 copy.jpg
Photo05_7 copy.jpg (85.74 KiB) Visto 347 volte
Photo11_11 copy.jpg
La Grande Muraglia e tavola di scrittura verticale.
Photo11_11 copy.jpg (80.01 KiB) Visto 347 volte


"Todo lo bueno me ha sido dado"

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » martedì 12 marzo 2019, 20:52

eh cara Elisa, 20 anni prima a Shanghai non c'erano questi grattacieli... la Cina che vidi io è molto cambiata adesso, credo, per questo vi mosto un mondo che allora mi colpì per la sua profonda differenza col nostro, in India, , anche "grazie" al Raj britannico, ma anche alla cultura indiana da essi fatta conoscere, mi sentivo quasi a casa, in Cina mi sentivo davvero in un mondo lontano lontano.

La domanda del discorso di Piereto è: Dobbiamo aver paura della Cina? o se volete con linguaggio antiquato C'è davvero il pericolo giallo? io non temerei tanto...


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1914
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: La Cina è vicina

Messaggio da Piereto » mercoledì 13 marzo 2019, 7:56

A margine del bel servizio fotografico, ripeto che Trieste ha tutto da guadagnare da investimenti stranieri, proprio per la sua posizione geografica e per il suo status portuale. Certo non abbiamo una legge italiana che introduca dei limiti alla compartecipazione straniera in una società o alla scalata alla proprietà di una azienda. Direi una grave mancanza che impedisce la svendita del made in Italy. Trovo molto grave invece l'accordo economico e politico tra Francia e Germania ai danni degli altri paesi della UE.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » mercoledì 13 marzo 2019, 10:26

Continuo: con molto caldo e umido siamo risaliti, credo in aereo, verso la zona Nanchino. Wuxi Shanghai omettendo invece la zona di suzhou che viene considerata una bellissima cittadina .
Di Nanchino ricordo un bellissimo albergo moderno, appena fatto, un grattacielo...a Shanghai invece vedemmo un bell'albergo moderno a agrattacielo, ma andammo in uno più vecchio
Immagine
nella hall di questo albergo comprai qualche libro sulla Cina in inglese, il poco che potei troivare, un libro sulla storia dlela Cina- come la raccontano loro- uno sulle poesie Tang, uno sulla Cina politica dopo Mao... per farmi un'idea. restando ai libri, a casa di Confucio lessi un libro autobiografico di una concubina dei Kong i discendenti di Confucio..
mi colpirono ovviamente le immagini dei templi questo è un guardianoa Foshan presso canton
Immagine

e questo un Buddha
Immagine
sono le classiche immagini di tre Buddha, credo uno del passato uno del presente uno d el futuro, si trovano anche in altri paesi asiatici


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » mercoledì 13 marzo 2019, 10:36

qua invece l'immagine è di Confucio
Immagine

Shanghai? i miei ricordi sono vaghi certo non era quella di oggi. Ci fecero notare il classico lungofiume, il Bund , dove ci portarono in un negozietto di antiquariato dove comprai qualche oggettino, con tanto di certificato... scritto ovviamente in cinese! allora si trovava di tutto, soprattutto nei negozi per stranieri in cui mi sembra si pagasse in valuta estera, un po' come succedeva allora pure in Russia: ricordo c he per un centinaio di dollari avrei potuto comprare un mantello originale da mandarino in seta ricamata
ci fecero visitare i giardini del mandarino: https://it.wikipedia.org/wiki/Giardino_del_Mandarino_Yu

un giardino molto piccolo come estensione, che però grazie ai numerosi giri, muretti, e viali, sembra più grande
Immagine

e poi un pranzo tipo banchetto, che voleva essere di s tile occidentale, in effetti ci spiegarono c he la città era stata fra le più occidentalizzate, di cui ricordo un curioso vino cinese dal sapore marsalato e al termine una torta meringata all'occidentale. Il tutto sempre con bacchette o cucchiai
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » mercoledì 13 marzo 2019, 10:45

A Shanghai ci portarono ad uno spettacolo di circo: acrobati e panda ammaestrati
Immagine

Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » mercoledì 13 marzo 2019, 10:48

Immagine

a Nanchino, annuncio dell'accompagnatrice: una notizia bella ed una brutta, e non voglio sentire commenti:
la bella: ci sono in esposizione alcune statue di terracotta dal mausoleo di Xian
la brutta, allo Shantung non ci andremo in aereo ma passando al notte in treno...

Immagine

Immagine

le foto son quello c he potei fare con le macchinette di allora e poi rielaborandole..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » mercoledì 13 marzo 2019, 10:50

Immagine

Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » mercoledì 13 marzo 2019, 10:54

Immagine

Immagine

di Wuxi ricordo soprattutto giardini, loti e tanto tanto caldo

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » mercoledì 13 marzo 2019, 11:06

sempre a Wuxi visitammo quella che era ancora una comune agricola dei tempi di Mao
Immagine
e ci fecero vedere una seduta di cure con agopuntura

Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36009
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » mercoledì 13 marzo 2019, 11:08

Una fabbrica di seta

Immagine

Immagine

che differenza con quella visitata in Uzbekistan di recente, tutta meccanica!

a Nanchino, il mausoleo dedicato a Sun yat Sen
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Triestini nel mondo”