Informazioni sulla privacy

Strumenti Utente

Strumenti Sito


dialetto:c

Vocabolario triestino - italiano

Alla pagina indice del dialetto ci sono i collegamenti per scaricare le versioni pdf, epub, mobi e la versione cartacea del vocabolario.


Navigazione ipertestuale nel vocabolario
Premessa A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V X Z Frasi Metatesi Abbr
Si consiglia, prima di cercare una parola nel vocabolario, di leggere, nella premessa, i criteri ortografici seguiti per la scrittura. Ciò faciliterà la ricerca.

C

Le parole che iniziano con la lettera C sono divise in due pagine
Dalla C alla Ch… Dalla Ci... in poi

C - Ch...

Termine Significato Esempi
Cabìbias.f.L'Italia meridionale
Cabìbos.m.Di persona originaria dell'Italia meridionale
Cabìrias.f.L'Italia meridionale
Cacabùss.m.Argilla, prodotto di scartoGo le gambe de cacabusHo le gambe molli
Cacàos.m.Oltre al significato della lingua italiana, sta anche per cacca in alcune espressioniMarca cacaoMarca scadente
Cadenazètos.m.Piccolo chiavistello
Cadenàzos.m.Catenaccio, chiavistello
Catorcio
Cadenèlas.f.Catenina (monile)
Catenella
Cadìns.m.Catino
Cafès.m.Caffè, inteso sia come bevanda che come localeCafè neroIl caffè (bevanda) senza latte
Ciamar cafèDomandare aiuto
Càfias.f.Fiacca. Metatesi di fiaca (vedi)
Cafòns.m.Villano, zoticone
Cagàagg.Caccato, insudiciato
Spaventato, morto di paura
Cagabàles.m.Scarabeo stercorario
Fanfarone
Cagàdas.f.Caccata
Cosa da poco
Cagadòrs.m.Latrina, servizio igienico
DeretanoAlto de cagadorDi persona boriosa
Baso de cagadorDi persona dalle gambe corte rispetto al tronco
Alto de cagadorDi persona dalle gambe lunghe
Cagainbràghes.mf.Persona pavidaEl xe un cagainbragheE' una persona che ha paura di tutto
Cagamiràcolis.mf.Di chi ha sempre da raccontare di cose esagerateEl xe un cagamiracoliSecondo lui gli capitano sempre cose strane e speciali
Cagàrv.CacareCagàr fora (del bucal)Esagerare
Mandar a cagarMandare a quel paese
No lo cagoNon lo considero nemmeno
Cagarèlas.f.Diarrea
Cagariòlas.f.Diarrea
Caghètaagg.Spregiativo, sta per fighetto, smorfioso
Cagnàras.f.Chiasso indiavolato
Vedi Cagnaro
Cagnàros.m.In porto, telone grezzo con cui coprire il boccaporto della stiva qualora la pioggia interrompesse le operazioni di scarico.
Càgos.m.PauraEl ga ciapà un cago, ma un cago che no te digoHa preso una paura indescrivibile.
Cagòias.f.Chiocciola
Càgolas.f.Caccola; pallina di sterco o di muco.
Cagòns.m.Persona boriosa e superba, che ostenta pregi che non ha
Cagòts.m.Diarrea
Caìaagg.
s.f.
Avaro
Caìcios.m.Caicco, barca a remi non a fondo piatto
Caìnint.Grido di dolore ad imitazione di quello del cane
Càisers.m.Qualità di pera
Cosa di poco valoreNo valer un caiserEssere di qualità scadente
Nome usato per il panino che oggi va sotto il nome comune di rosetta
Calafàs.m.Calafato; addetto a sigillare con la pece e la stoppa i raccordi tra gli assi di legno di una barca.
Calandràcas.f.Carne in umido e patate
Calandròns.m.Uomo di corporatura imponente
Calàrsev.rifl.CalarsiCalarse in corda dopiaScendere con la tecnica alpinistica della corda doppia
Coricarsi, andare a letto
Assumere pastiglie di sostanze stupefacenti
Calcàgnos.m.Tallone, calcagnoGaver el stomigo nei calcagniAvere molta fame
Calcàrv.Ricalcare
SchiacciareGo calcà le straze nela valigiaHo compresso i vestiti nella valigia
Caldièras.f.Paiolo
Càlices.m.Bicchiere di vino
Calicèto
Calìfs.m.Calzolaio
Calighèrs.m.Calzolaio
Calìgos.m.Nebbia fitta
Situazione bruttaIn Italia xe caligoIn Italia le cose non vanno bene
Calipàrv.Fumare sigarette, sigari, tabacco in genere
Càltos.m.Scaffale, soppalco
Calumàrsev.rifl.Svignarsela, cercando di passare inosservatoEl se la ga calumadaSe ne è andato alla chetichella
AccovacciarsiMe son calumà in letoMi sono accovacciato nel letto
Calùsas.f.Pozzanghera
Calzàntes.m.Calzascarpe
Camìsas.f.CamiciaEser cul e camisaEssere culo e camicia; si dice di due persone che sono particolarmente affiatate
In manighe de camisaIn maniche di camicia
Camisa de noteCamicia da notte
Camòmas.f.Persona lenta nel fare il suo e forse anche tarda di intelletto
Campagnètas.f.Piccola campagna
Spazio erboso di periferia
Càmpos.m.Campo
Gergo marinaresco: ognuna delle sezioni in cui è divisa, dai bagli (vedi sbaio) la bocaporta (vedi)
Camùfos.m.Frangia, balza, guarnizione applicata a vestiti, tende, …
Canàias.m.Canaglia, ma simpatico. Mai usato come nome collettivo, ma come nome individuale; può essere usato anche come maschileTe son una canaiaSei un simpatico furbacchione
Càncheros.m.Cancro
Cardine, ganghero
Canepìnas.f.Tela rigida usata per rinforzare i risvolti degli abiti di panno e al cui interno vengono inseriti crini di cavallo per conferirle una maggior rigidità
Canestrèls.m.Canestrello, mollusco della famiglia delle ostriche
Canisèlas.f.Vicolo, passaggio stretto
Canìstras.f.Tanica
Canòcias.f.CanocchiaSvodo (suto) come una canociaPersona di poca sostanza intellettuale
Canociàls.m.Cannocchiale, binocolo
L'espressione veder col canociàl sta ad indicare qualcosa che è impossibile vedere, rivedere o anche riavereQuei soldi che ghe go prestà li vederò col canocialQuel denaro che gli ho prestato non lo vedrò più
Canòns.m.Cannone
PrigioneAndar in canonAndare in prigione
Spinello
Doppia grande piega verticale simmetrica in una gonna o in un cappotto
Dicesi di persona molto abile in un settore di attivitàEl xe un canon de matematicaÈ bravissimo in matematica
Canòtos.m.Canotto
Pugno, nel senso di colpo dato con la mano chiusaGhe go tirà un canotoGli ho tirato un pugno
Banconota; ormai in disuso
Canovàzas.f.Canovaccio, straccio usato per asciugare le stoviglie
Cantàrv.CantareCantar e portar el CristoFare due cose contemporaneamente
Esporre in maniera perentoria, rimproverare, sgridare, minacciareGhe le go cantade ciareGli ho detto chiaramente come stanno le cose
Valere, costareCosa canta sto per de scarpe?Quanto costa questo paio di scarpe?
Cantierìns.m.Lavoratore del cantiere (figura ormai scomparsa)
Cantòns.m.Angolo
Cantuzàrv.Canticchiare
Càpas.f.Cappa, mollusco bivalve con la valva a pettine
Per estensione, una delle valve di un qualsiasi mollusco bivalve
Bordo del tessuto ritagliato a semicerchi e rifinito, di solito, con un ricamo per impedirne la sfilacciatura
Donna in posizione di comando
Capalòngas.f.Cannolicchio
Capasàntas.f.Cappa santa
Capèls.m.Cappello, da non confondere con cavel, capello.
Capèlas.f.CappellaLa capela de l'ospedal, la capela del zimiteroLa cappella dell'ospedale, la cappella del cimitero
Grosso sbaglioGo fato una capela, ma una capela…Ho fatto uno sbaglio, ma uno sbaglio…
Capelàrv.SbagliareGo capelà el compito de matematicaHo sbagliato il tema di matematica
Capètas.f.Piccola capa (vedi) nel terzo significato della parolaVestito a capeteVestito con il bordo rifinito a piccoli semicerchi ricamati
Capetà[do]agg.A piccole cape (vedi), nel terzo significato della parola
Caperòzolos.m.Vongola
Càpos.m.Contrazione di cappuccino, indica nei bar di Trieste, un caffè espresso con qualche goccia di latte, un caffè macchiato. Quello che nel resto d’Italia è il cappuccino a Trieste è un caffellatteUn capo in biUn caffè macchiato servito in un bicchiere
Chi comanda
Un modo generico per rivolgersi a qualcunoEhi capo!Ehi signore!
Capogàngas.m.In porto il responsabile si una squadra (ganga) di scaricatori
Caponèras.f.Stia per i polli; per estensione abitazione piccola e maltenuta, prigione,…
Capòto de lègnoloc.La cassa da morto
Capùzas.f.TestaTe diol (te gira) la capuzaTi fa male (ti gira) la testa?
Capuzèras.f.Testa
Capùzos.m.Cavolo cappuccioCapuzi garbiCappucci acidi, crauti
Carabatòlaagg.Catorcio
Carabùs.m.Carabiniere (scherzoso o spregiativo)
Caramàis.m.plurale di caramàl
Caramàls.m.Calamaro
Caramèls.m.Caramello, zucchero caramellatoSon come un caramelSono intirizzito dal freddo
Carampànas.f.Persona o oggetto vecchio e malridottoVecia carampanaTermine spregiativo per indicare una cosa malandata, spesso usato per persone o automobili
Carampèna (far)loc.Oscillazione di un asse tenuto sospeso al centro
Carantàns.m.Modo generico per dire soldo. Ormai in disuso
Caravèlas.f.Tipo di colla do origine animale usata in falegnameria; viene detta in italiano “colla forte da falegname”
Carbòns.m.Carbone
Biacco maggiore, Hierophis viridiflavus var. carbonarius, un serpente non velenoso dal colore scuro.
Carbonàzos.m.Biacco maggiore. Vedi il secondo significato di Carbon
Carbonèrs.m.Rivenditore di carbone
Carbonèras.f.Carbonaia, luogo dove si teneva il carbone
Carègas.f.Seggiola
Quattro, come voto negativo, ed in generale insufficienza grave; oggi è più comune, però, picon o anche clanfa
Careghètas.f.SeggiolinoFar caregheta caregonModo in cui due persone, legando gli avambracci in modo da fare un quadrato, possono far sedere una terza, che si regge sulle loro spalle, per trasportarla
Il quattro come voto, ed in generale l'insufficienza
Careghìns.m.Seggiolino
Caregòns.m.Seggiolone
L'antico copricapo dei mandrieri
Carètas.f.CarrettoTirar la caretaSvolgere un lavoro gravoso
Carriola con lama frontale da infilare sotto i sacchi in modo da sollevarli durante le operazioni di scarico delle navi
Nave malandata, bagnarola
Caribùs.m.Vedi Carabù.
Carigà[do]agg.Caricato
Presuntuoso
Càrigos.m.
agg.
Carico
agg.UbriacoCarigo come un s'ciopoUbriaco sfatto
s.m.Asso o tre nel gioco della briscolaCarigo forestoAsso o tre non di briscola
Cariòlas.f.CarriolaTu santola in cariolaImprecazione, non molto forte o volgare. Si potrebbe tradurre con “porca miseria” o altre espressioni analoghe
Eser in cariolaEssere ammalato
Spregiativo o scherzoso per automobile
Cariolàp.p.Tarlato
Cariolàrv.Tarlare
Carobèras.f.CatorcioSta vecia caroberaQuesto catorcio (di automobile)
Per estensione: vecchia megera
Càrols.m.Tarlo
Carolàp.p.Tarlato
Carolàrv.Tarlare
Càrtas.f.Carta.Carta de culCarta igienica
Banconota da mille lire (oggi con l'Euro questo significato è andato perduto)
Cartasugàntes.f.Carta assorbenteIgnorante come la carta suganteFilastrocca offensiva infantile priva di qualsiasi significato particolare che non sia quello di formare una rima con ignorante al fine di rafforzarlo
Cartòns.m.Cartone
Pastiglia di sostanza stupefacente
Cascàrv.Cadere, cascare. Sostituisce sempre l'italiano cadereMe xe cascai i braziMi sono cadute le braccia
El sbrisa ma no 'l cascaScivola ma non cade; (detto di chi aiuta o promette, ma senza sbilanciarsi troppo).
El vestito te casca ben (mal)Il vestito si adatta bene (male) al tuo corpo
Casermòns.m.Edificio di dimensioni imponenti, ma privo di ogni pretesa estetica
Casìns.m.Casa di tolleranza
Confusione
Grande quantitàGo un casin de compiti de far per domaniHo una gran quantità di compiti da fare per domani
Casìtas.f.Costruzione rustica, per lo più di pietre a secco, diffusa nelle campagne del Carso e dell'Istria. Vedia anche Tigòr
Casòns.m.Grande casa; si noti la diversa pronuncia della lettera s rispetto alla parola successiva
Casòns.m.CassoneAndar baul e tornar casonAndare, anche metaforicamente, in un luogo e tornare senza aver concluso niente
Balo casonBallo popolare, cui poteva partecipare chiunque
Per estensione sia un oggetto ingombrante e poco elegante che una persona sgraziataQuel’auto la xe un casonQuell’automobile è lenta e poco maneggevole
Quela baba la xe un casonQuella donna è sgraziata
Casòtos.m.Piccola costruzione, baracca
Casa di tolleranza
Confusione
Castàgnas.f.CastagnaBecar in castagnaCogliere in fallo
Castagnàdas.f.Mangiata di castagne
Fregatura
Castagnàrv.Punire e quindi anche bastonare
Castròns.m.Animale castrato
s.m.Cucitura fatta alla buona
s.m.Zoticone
Castronàrv.Giocare a calcio in maniera pesante
Cataraciàrv.Espettorare
Cataràcios.m.Sputo di catarro
Catarìgoles.f.
plur.
Solletico
Brivido
Cativèrias.f.CattiveriaCativeria de lavorEsperienza ed abilità professionale
Cativeriòsoagg.Pieno di cattiveria e rancore
Catìvoagg.Cattivo
DifficileChe cativo che xe disvidar sto tampagnoCome è difficile svitare questo bullone
Catùras.f.CatturaEser in caturaEssere in difficoltà, essere perplessi, non saper cosa fare
Cavàls.m.Cavallo
Cavalchìnas.f.Veglione mascherato
Cavalièrs.m.Cavaliere
In porto gru a quattro ruote
Cavalìnas.f.Cavallina (attrezzo ginnico)Corer la cavalinaFare esperienze amorose
Cavalòns.m.Grossa onda, cavallone
Scavezzacollo
Cavalònas.f.Giovane donna dai modi disinibiti
Giovane donna di alta statura, ma alquanto sgraziata
Cavaòcis.m.Libellula
Cavàrv.Togliere, levareEl me ga cavà la sedia de soto el culMi ha tolto la sedia da sotto il culo
Cavarse el capel (le scarpe, la camisa, el capoto, …)Togliersi il cappello (le scarpe, la camicia, il cappotto…)
Cavar la tecia del fogoTogliere la pentola dal fuoco
Cavarghe i paserini a qualchedunCarpire informazioni da qualcuno
Cavarse fora dele strazeSbrogliarsi, tirarsi fuori da un impiccio
Cavèls.m.CapelloTaiar el cavel in quatroAnalizzare qualcosa in maniera estremamente puntigliosa
Cavelàdas.f.Capigliatura fitta, eccessivamente vistosa
Càvos.m.Fune; in porto per lo più di acciaio, per distinguerlo dalla cima
Trefolo
Estremità di qualcosaSon rivà in cavoHo concluso
Càvras.f.Capra
Cazabòbolos.m.Buono a nulla
Cazàdas.f.Cosa da nulla
Schiocchezza, sbaglio
Cazàrv.Scacciare
Ficcare, introdurre (a volte rafforzato dall'avverbio dentro)Cazar controOpporsi, resistere.
Imbrogliare, buggerareSon rivà a cazarghelaCe l'ho fatta ad imbrogliarli.
Ghe la go cazadaLi ho imbrogliati, ma anche Gliel'ho fatta superando delle difficoltà, ma non necessariamente imbrogliando
(Marinaresco) Tirare una fune o una cima; tendere una vela (tirando una cima).
Cazavides.m.Cacciaviti
Cazenmùsics.f.Musica stonata, sgradevole, cacofonica
Càzias.f.Acacia, o, più correttamente, robinia pseudoacacia
Caccia
Caziùls.m.Mestolo
Cazòpas.f.Vecchio arnese, carcassa e, per estensione, persona vecchia e malandata
Cels.m.Cielo
Nel gergo più recente, soprattutto giovanile, sta ad indicare il telefono cellulare
Centràrv.Centrare, con tutti i significati della lingua italiana
Sostituisce l'espressione c'entrareCosa centra? No centra gnenteChe c'entra? Non c'entra nulla.
Cercètos.m.Piccolo cerchio
Fermacapelli, a forma di ferro di cavallo e di materiale rigido ed elastico, che si infila sulla testa per trattenere i capelli lunghi ed evitare che scendano sugli occhi
Cèrcios.m.Cerchio, circonferenza
Cerciòns.m.Cerchione
Cerìns.m.Cerino, un tipo di fiammifero
Nome dato ai poliziotti sotto il governo militare alleato; ormai caduto in disuso.Siora guardia la me dà un cerin che no vedo un tuboLa traduzione letterale potrebbe essere “Signora guardia mi dà una guardia che non vedo una guardia”, ma anche “Signora guardia, mi dà un fiammifero che non vedo niente”
sas.f.Chiesa
Cesòtoagg.Bigotto
Cèspas.f.Varietà di prugna
Cevàpcicis.m. plur.Vedi Civapcici
Chèbas.f.Gabbia, stiaLavori de chebeLavori complicati, sgraditi e di poco profitto
Palazo ChebaCosì viene detto il palazzo del Comune
Chècas.f.Donna smorfiosa e vanesia
Gazza. Sentito anche per la ghiandaia
Chezs.m.Congedo affrettato, licenziamento, benservito, ma solo in senso eufemistico. Usato sempre col verbo dare: dar el chezDopo do ani che stavimo insieme el me ga dà el chezDopo due anni che stavamo assieme mi ha scaricata
Go ciapà el chezSono stato licenziato
Chìbizs.m.Colui che guarda un altro che gioca a carte; per estensione sia spia che tifoso
ChibizàrvGuardare uno che gioca a carte e, per estensione, spiare.
Chìblas.f.Grande recipiente
Chi cheloc.Chi, colui che
Chìfels.m.Lunetta o cornetto di pasta di pane o patate, cotta al forno o fritta
Chifelètos.m.Diminutivo di chìfel
Chìmels.m.Comino
Chìnfas.m.Fachìn, facchino. Parola ottenuta con lo scambio dell'ordine delle sillabe
Chismomìs.m.Persona boriosa

Le parole che iniziano con la lettera C sono divise in due pagine
Dalla C alla Ch… Dalla Ci... in poi
Navigazione ipertestuale nel vocabolario
dialetto/c.txt · Ultima modifica: 11-12-2018 11:39 da admin