Informazioni sulla privacy

Strumenti Utente

Strumenti Sito


itinerari:asburgica

Differenze

Queste sono le differenze tra la revisione selezionata e la versione attuale della pagina.

Link a questa pagina di confronto

Entrambe le parti precedenti la revisione Revisione precedente
Prossima revisione
Revisione precedente
itinerari:asburgica [07-09-2019 20:52]
babats
itinerari:asburgica [25-11-2019 09:56] (versione attuale)
babats
Linea 16: Linea 16:
  
 {{https://​www.atrieste.eu/​Foto/​A002/​Castel/​IMG_1051.JPG?​400}}\\ {{https://​www.atrieste.eu/​Foto/​A002/​Castel/​IMG_1051.JPG?​400}}\\
-esterno ​d el Castello, ingresso, stemma ​imoeriale ​sul portale+esterno ​del Castello, ingresso, stemma ​imperiale ​sul portale
  
 {{https://​www.atrieste.eu/​Foto/​A002/​Castel/​sanGiusto087.JPG?​400}}\\ {{https://​www.atrieste.eu/​Foto/​A002/​Castel/​sanGiusto087.JPG?​400}}\\
Linea 41: Linea 41:
  
 **Leopoldo I** (1657-1705) \\ **Leopoldo I** (1657-1705) \\
-Viene a Trieste nel 1660 e in quell'ocasione ​viene costruita una colonna in suo onore. Inizialmente la statua era di legno dipinto, e solo nel 1673 fecero fare la statua attuale di bronzo a Venezia e la posero in Piazzetta Pozzo del Mare e la si vede nelle stampe settecentesche in fondo alla Piazza Grande di allora. Venne trasferita nel 1808 in piazza della Borsa.+Viene a Trieste nel 1660 e in quell'occasione ​viene costruita una colonna in suo onore. Inizialmente la statua era di legno dipinto, e solo nel 1673 fecero fare la statua attuale di bronzo a Venezia e la posero in Piazzetta Pozzo del Mare e la si vede nelle stampe settecentesche in fondo alla Piazza Grande di allora. Venne trasferita nel 1808 in piazza della Borsa.
  
 {{https://​www.atrieste.eu/​Foto/​A002/​Musei/​DSCF3150.jpg?​400}} {{https://​www.atrieste.eu/​Foto/​A002/​Musei/​DSCF3150.jpg?​400}}
Linea 53: Linea 53:
 **Carlo VI** (1711-1740) \\ **Carlo VI** (1711-1740) \\
 Viene in visita a Trieste nel 1728, e la città costruisce la solita colonna in suo onore. ​ Viene in visita a Trieste nel 1728, e la città costruisce la solita colonna in suo onore. ​
-Nel 1717 proclama la libertà di navigazione in Adriatico che fino ad allora era considerato,​ almeno in via di principio, riservato alle navi della Sereniussima. Nel 1719 dichiara Trieste e Fiume porti franchi, nel 1729 dà il permeso ​per la fiera de San Lorenzo (a Trieste), nel 1730 fa costruire il Lazzaretto di San Carlo, nel 1731 fa interrare le saline. ​+Nel 1717 proclama la libertà di navigazione in Adriatico che fino ad allora era considerato,​ almeno in via di principio, riservato alle navi della Serenissima. Nel 1719 dichiara Trieste e Fiume porti franchi, nel 1729 dà il permesso ​per la fiera de San Lorenzo (a Trieste), nel 1730 fa costruire il Lazzaretto di San Carlo, nel 1731 fa interrare le saline. ​
  
 {{  https://​www.atrieste.eu/​FotoEsterne/​ImageShack/​img260.imageshack.us_img260_4926_0203uc9.jpg?​400}} {{  https://​www.atrieste.eu/​FotoEsterne/​ImageShack/​img260.imageshack.us_img260_4926_0203uc9.jpg?​400}}
Linea 96: Linea 96:
 È molto difficile trovare immagini della prima lanterna, fatta costruire da Maria Teresa. Infatti questa lanterna venne sostituita nel 1833 [[itinerari:​neoclassica_lanterna|dall'​attuale lanterna]] (architetto Pertsch). Quest'​ultima,​ alta quasi 35 metri, aveva una portata di una quindicina de miglia marine. Erano pittoreschi gli avvistamenti:​ alla venuta di una piroscafo venivano issate delle bandierine sui pennoni, mentre quando arrivavavno bastimenti a vela si appendevano delle palle nere ad una lunga asta. È molto difficile trovare immagini della prima lanterna, fatta costruire da Maria Teresa. Infatti questa lanterna venne sostituita nel 1833 [[itinerari:​neoclassica_lanterna|dall'​attuale lanterna]] (architetto Pertsch). Quest'​ultima,​ alta quasi 35 metri, aveva una portata di una quindicina de miglia marine. Erano pittoreschi gli avvistamenti:​ alla venuta di una piroscafo venivano issate delle bandierine sui pennoni, mentre quando arrivavavno bastimenti a vela si appendevano delle palle nere ad una lunga asta.
  
-Alla base della lanterna sta un vero e proprio fortino, detto Torre massimiliana (Massimiliano di Miramare non c'​entra),​ che dava la possibilità di controllo e difesa a 360°. Sembra che altre due massimiliane fossero una a Roiano, sopra al Lazaretto ​nuovo, e una a S. Vito, nei pressi dell'​attuale via Bellosguardo. Il coordinamento delle tre dava il controllo completo del golfo.+Alla base della lanterna sta un vero e proprio fortino, detto Torre massimiliana (Massimiliano di Miramare non c'​entra),​ che dava la possibilità di controllo e difesa a 360°. Sembra che altre due massimiliane fossero una a Roiano, sopra al Lazzaretto ​nuovo, e una a S. Vito, nei pressi dell'​attuale via Bellosguardo. Il coordinamento delle tre dava il controllo completo del golfo.
    
 La Lanterna funzionava ad olio, mentre nel 1860 si passa al petrolio. La Lanterna funzionava ad olio, mentre nel 1860 si passa al petrolio.
Linea 147: Linea 147:
  
 Nei primi tempi visse a Trieste a Villa Lazarovich, tuttora visibile ma parecchio alterata e ridotta Nei primi tempi visse a Trieste a Villa Lazarovich, tuttora visibile ma parecchio alterata e ridotta
 +
 ===== La stazione della ferrovia meridionale ===== ===== La stazione della ferrovia meridionale =====
 con il monumento in memoria dell'​imperatrice Elisabetta con il monumento in memoria dell'​imperatrice Elisabetta
Linea 200: Linea 201:
 {{https://​www.atrieste.eu/​Foto/​A002/​MuseiTrieste2/​MuseoSartoriofeb214.jpg?​400|}} {{https://​www.atrieste.eu/​Foto/​A002/​MuseiTrieste2/​MuseoSartoriofeb214.jpg?​400|}}
  
-la mostra sulla Necessità del lusso approfitta per mettere in vista  ​uan serie di ritratti asburgici dai Musei civici ripuliti per  l'​occasione:​+la mostra sulla Necessità del lusso approfitta per mettere in vista  ​una serie di ritratti asburgici dai Musei civici ripuliti per  l'​occasione:​
  
 {{https://​www.atrieste.eu/​Foto/​A002/​MuseoSartorio2/​Michela29giugno36.jpg?​400|Leopoldo I}} {{https://​www.atrieste.eu/​Foto/​A002/​MuseoSartorio2/​Michela29giugno36.jpg?​400|Leopoldo I}}
itinerari/asburgica.1567882334.txt.gz · Ultima modifica: 07-09-2019 20:52 da babats