Informazioni sulla privacy

Strumenti Utente

Strumenti Sito


itinerari:neoclassica_teatro

Itinerari neoclassici

Il Teatro Verdi

si veda la discussione sul forum all'indirizzo https://www.atrieste.eu/Forum3/viewtopic.php?f=9&t=1631

Il Teatro venne costruito tra il 1798 ed il 1801 in sostituzione a quello che esisteva sulla Piazza Grande, ex palazzo civico, in seguito all’aumento della popolazione.

Il terreno sul quale venne edificato faceva parte dell’Arsenale di guerra voluto da Carlo VI, così come la piazza e le aree occupate dal Tergesteo e dal palazzo del Governo.

Il progetto originale dell'edificio è di Antonio Selva (1751-1819), autore della Fenice di Venezia, la facciata che prospetta sulla piazza, è dell’architetto Matteo Pertsch (1769-1836) autore, precedentemente, del palazzo Carciotti.

Le sculture che adornano la facciata del Teatro sono attribuite, pur ancora con qualche dubbio, agli scultori veneti Antonio Bosa e Bartolomeo Ferrari (1770 - 1844). Il gruppo scultoreo rappresenta Apollo al centro e due figure allegoriche dell'Arte Lirica e dell'Arte Tragica, attorniate da maschere teatrali e strumenti musicali.

L’inaugurazione del teatro si tenne la sera del 21 aprile 1801 con due opere Ginevra di Scozia, testi di Gaetano Rossi e musica di Simone Mayer, e L’Annibale in Capua, testi di Antonio Sografi, musica di Antonio Salieri.

Il primo proprietario del teatro fu il Conte Faraone Cassis, al quale il Comune pagava per l'affitto una certa somma. Il 1830 venne acquistato da Moisè Hierschl.

Era conosciuto dapprima come Teatro nuovo e si chiamò Grande quando vennero costruiti altri teatri. Quest'ultima denominazione gli rimase fino al 1864 quando venne acquistato dal Comune e il suo nome diventò Teatro Comunale.

Il teatro ben presto dimostrò numerosi difetti sia di costruzione che di sicurezza sia di comodità sia d’igiene.

Venne affidato il compito di una perizia all’architetto Scala che presentò un progetto di una completa ristrutturazione. Il Comune sorretto dall’offerta fatta da un Consorzio per la gestione del teatro per trenta anni accettò il preventivo e fece svolgere la ristrutturazione. I lavori iniziarono nel 1882 e completati nel 1884.

www.atrieste.eu_foto_a002_teatri_p1000507.jpg

www.atrieste.eu_foto_a002_teatri_p1000508.jpg

Il Ridotto del Verdi

Una sala laterale del Teatro, di stile neoclassico con colonne ioniche, è il ridotto, che ha ospitato balli, conferenze, mostre.. negli ultimi tempi un po' sottosfruttata. eccone un'immagine in occasione di una mostra

www.atrieste.eu_foto_a002_teatri_img_6316.jpg


Queste pagine web fanno uso dei cookies. Usando queste pagine tu accetti che alcuni cookies siano memorizzati sul tuo computer. Usando queste pagine, inoltre, tu accetti di aver letto e compreso le nostre regole sulla privacy. Se non condividi queste regole ti chiediamo di lasciare questa pagina. In questa pagina trovi maggiori informazioni sul nostro uso dei cookies e la nostra gestione della privacy.
itinerari/neoclassica_teatro.txt · Ultima modifica: 21-03-2020 04:24 (modifica esterna)