Informazioni sulla privacy

Strumenti Utente

Strumenti Sito


navi_del_lloyd:1888-1918

Le navi del Lloyd

Dal 1888 al 1918

Arciduca Francesco Ferdinando 1899 catturata dai britannici nel 1914 ad Aden al Lloyd Triestino nel 1919 come Fiume L. demolita 1931

www.atrieste.eu_foto_a002_naviebarche_navi4_11.jpg

Gisela 1892 catturata nel 1915 e ribattezzata Carlo Poma dal 1919 al Lloyd Triestino

Vindobona 1892 dal 1919 al Lloyd Triestino rinominata Tracia demolita 1923

Marie Valeria 1892 dal 1922 al Lloyd Triestino e ribattezzata Cilicia demolita nel 1923

Marquis Bacquehem 1893 catturata dagli inglesi a Suez nel 14 e affondata da un U-boot 1916

www.atrieste.eu_foto_a002_naviebarche_navilloyd011bacquehem.jpg

Nota, in primo piano nella stampa il rimorchiatore Pluto: PLUTO Rimorchiatore Committente : I.R. Marina austriaca varo settembre1897, Cantiere San Marco di Trieste TD 100 Lunghezza: 24, 45 m Larghezza: 5,25 m Altezza: 2, 30 Apparato motore: TE(macchina alternativa a triplice espansione); pot: 250; prop.: 1 elica Velocità: 11,00

Metcovich 1893 nave ospedale 1914. 18 dal 1919 al Lloyd Triestino

Trieste III 1893 dal 1896 Stephanie, dal 1898 Almissa, dal 1919 al Lloyd Triestino venduta nel 1924 demolita nel 1928

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_portovecchio044.jpg

Cleopatra 1895 1915 - 16 uso bellico 1919 al Lloyd Triestino demolita 1928

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd5_mostrapostacartoline15maggio67.jpg

Semiramis 1895 dal 1919 al Lloyd Triestino

www.atrieste.eu_foto_a002_naviebarche_navilloyd022semiramis.jpg

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd3_mostralloydsettembre25.jpg

Graf Wurmbrand 1895 venduta nel 1912 alla soc Diodato Tripcovich, dal 1916 al 1920 nave ospedale, dal 1920 venduta e ribattezzata Roma

www.atrieste.eu_foto_a002_naviebarche_navi4_09.jpg

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd5_img_2859.jpg

Habsburg 1895 dal 1919 al Lloyd Triestino e ribattezzata Remo, poi 1926 Teodora e demolita nel 1929

www.atrieste.eu_foto_a002_naviebarche_navi4_07.jpg

www.atrieste.eu_foto_a002_mostrets2_28agostopostecitta25.jpg

Bohemia 1896 a Shanghai nel 1914 presa dalla Cina nel 1917 e ribattezzata Hwah Ping.

www.atrieste.eu_foto_a002_naviebarche_navilloyd018bohemia.jpg

www.atrieste.eu_foto_a002_mostrets2_28agostopostecitta24.jpg

Bohemia dipinto da Kircher in cartolina

Trieste IV 1897 dal 1919 al Lloyd Triestino demolita 1926

Moravia 1897

Istria II 1898 ex Craigrowan venduta 1910 alla Navigazione Libera Triestina

Bosnia 1899 venduta nel 1910

India 1899 venduta nel 1910 alla Navigazione Libera Triestina

Silesia 1899 nel 1914 presa dalla Cina nel 1917 e ribattezzata Hwah Yih.

Carinthia 1900 dal 1919 al Lloyd Triestino demolita 1928

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_portovecchio045.jpg

China 1900 a Shanghai nel 1914 presa dalla Cina nel 1917 e ribattezzata Hwah Jah

Carniola 1900 requisita 1914. 18 dal 1919 al Lloyd Triestino nel 1938 venduta alla Bulgaria

Styria Lloyd 1900, dal 1902 Styria, catturata nel 1914, passata alla Francai, poi al Lloyd Triestino Gianicolo demolita 1934

Austria ( III) 1901 dal requisita nel 1919 dalla Francia,1921 al Lloyd Triestino ribattezzata Romolo, nel 22 ribattezzata Venezia demolita nel 1932

Nippon 1901 ex Moreno dal 1919 al Lloyd Triestino venduta er demolizione nel 1931

ecco il Piroscafo Nippon. E'stato molto difficile da trovare.

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_nippon.jpg

eccone un'immagine dipinta da Kircher, in cartolina. Cliccare per ingrandire, come per tutte le immagini

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd2_mostralloyd218.jpg

Tirol 1901 ospedale 1914.18 dal 1919 al Lloyd Triestino ribattezzata Trento demolita nel 1929

Bucovina 1902 dal 1919 al Lloyd Triestino demolita 1931

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd5_mostrapostacartoline15maggio53.jpg

Galicia 1902 dal 1919 al Lloyd Triestino demolita 1932

Salzburg 1902 dal 1919 al Lloyd Triestino rinominata Gorizia demolita 1931

Africa II 1903 dal 1916 al 18 nave ospedale, dal 1919 al Lloyd Triestino demolita nel 19129

www.atrieste.eu_foto_a002_naviebarche_african1.jpg

file.php?id=5168

Koerber 1903 nel 1914 catturata dagli Inglesi e ribattezzata Huntspill dal 1921 al Lloyd Triestino ribattezzata Asia demolita nel 1933

www.atrieste.eu_foto_z001_mandi_huntspill3.jpg

PIROSCAFO KOERBER –HUNTSPILL- ASIA Il piroscafo Barone Koerber fu costruito a Trieste , per conto della Società di Navigazione a Vapore del Lloyd Austriaco nel 1903. Aveva preso il nome dal ministro austriaco Barone Ernest von Koerber (1850- 1903). Fu una nave di 5235 tonnellate , 400ft x 49ft, , velocità 14 nodi, costruita in acciaio , a due eliche . Poteva fornire un alloggio per 107 persone in prima classe e 20 passeggeri in seconda classe. Però, naturalmente, poteva trasportare molte più persone.Il piroscafo percorse la rotta Trieste-Durban fino a febbraio 1907, quando fu trasferito al servizio Trieste-Bombay. Fu sequestrata dagli Inglesi a Calcutta ,durante la prima guerra mondiale, nell’agosto 1914, ed inviata ad Alessandria. Nell‘ ottobre 1915 fu rinominata Huntspill dagli Inglesi e fu usata da essi per il trasporto di truppe britanniche ed approvvigionamenti . Giunta ad Aden gli Inglesi provvidero a fotografarla ed a inserirla in una “Carte postale”. Effettuò quindi il trasporto dei marittimi che erano a bordo ad Adhmedganar (Indie inglesi), dove esisteva un grande Campo di Detenzione inglese. Effettuò in seguito due viaggi da Arcangelo(Russia) nel 1916 , trasportando ex prigionieri astroungarici che avevano optato a Kirsanov per l’Italia. Primo viaggio: 24 settembre 1916, con partenza da Arcangelo. Rotta : Mar Bianco - isole Shetland- Arrivo a Glasgow il 4 ottobre 1916. Quindi il piroscafo ripartì per Arcangelo, per raccogliere un nuovo carico di ex prigionieri diretti in Italia. Secondo viaggio: 30 ottobre 1916, con partenza da Arcangelo. Rotta identica e arrivo a Glasgow(Scozia) il 9 novembre 1916. Nel 1917 la gestione del piroscafo passò a Union Castle Mail SS Co. Nel 1920 fu gestito dalla Società India britannica SN Co., appartenente agli Inglesi, ed effettuò la rotta da Oriente a Trieste. Durante l’estate del 1920 fece la spola da Vladivostok a Trieste per riportare la Legione Ceca. Era gestita in questo periodo dal governo britannico dai sigg Escombe e McGrath della società Olympic. Per preparare il suo uso come trasporto soldati o prigionieri in India, andò in bacino di carenaggio a Southampton sulla Manica nel mese di ottobre 1920. Il 9 febbraio 1921, caricò il carbone al molo 40, poi si trasferì il 15 febbraio a Southampton Berth 41, dove era ormeggiata con la dritta rivolta alla banchina. Il 26 febbraio 1921 avvenne un misterioso affondamento della nave . La nave Huntspill ormeggiata al molo della città cominciò ad imbarcare acqua, per motivi ignoti (sabotaggio o disattenzione umana) e sprofondò parzialmente, inclinandosi, nel fondale fangoso, con 20° sottozero. A bordo c’erano marinai che si misero in salvo. La nave avrebbe dovuto imbarcare l’indomani delle truppe (o prigionieri) diretti a Bombay e questa partenza ovviamente fu rinviata.l 1° marzo 1921 arrivò un rimorchiatore e l'acqua fu pompata fuori bordo. Ma durante questa operazione,la nave già pericolosamente inclinata, affondò. Il piroscafo Huntspill fu sollevato dal mare solo il 21 marzo 1921. In seguito, dopo il recupero, fu ristrutturato e restituito (o venduto) nel settembre 1921 alla Società di Navigazione a Vapore del Lloyd Triestino, la Società Italiana succeduta al Lloyd Austriaco. Rinominato Asia, la nave riprese il servizio. Sopravvisse ad un’ altra disgrazia marittima nel marzo 1929, quando fu spinto a terra durante una tempesta a Trieste, ma fu rimessa a galla pochi giorni dopo, riparata e continuò l'esecuzione di normali servizi per altri quattro anni, fino al ritiro nel 1933 per la demolizione nel cantiere di Monfalcone. Il nome Huntspill: secondo una Gazzette inglese che pubblicò la notizia dell’affondamento, sembra che “Hun” sia stata una serie di lettere che iniziarono la nuova denominazione non germanica di un certo numero di navi conquistate (Hun= unno = tedesco), come la Huntscape, Hunsbridge ecc. In altri testi storici che accennano al nome di questa nave, si parla invece di una traduzione di questo tipo : Huntspill – Huntspeal = squillo di caccia. www.atrieste.eu_foto_z001_mandi_huntspill2.jpg

Dalmatia 1903 passata 1919 al Lloyd Triestino venduta 1940 all'Adriatica

Persia 1903 II dal 1919 al Lloyd Triestino bruciata e demolita nel 1926 a Bombay

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_lloydpersia03.jpg

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_persia03.jpg

Il piroscafo Persia, un bel vapore di 13.000 tonnellate,era stato varato nel 1903 dal Lloyd Austriaco. Nel 1919 passò al Lloyd Triestino. . In quell' anno era stato “affittato” presso il Lloyd Triestino dagli Alleati ; batteva infatti una bandiera interalleata. La nave si diresse a La Spezia. Il piroscafo era destinato a imbarcare in segreto, nelle sue stive capaci, tredicimila tonnellate di armi. Destinazione « ufficiale » della nave: Vladivostok. Le armi erano commissionate dalle Forze interalleate in sostegno dell’azione militare lungo la Transiberiana e in Siberia , dove Cechi, Italiani e la Missione internazionale cercavano ,durante la guerra civile tra il 1918 e il 1919 , di respingere i Bolscevichi. continua su https://www.atrieste.eu/Forum3/viewtopic.php?t=4897&p=74756

Goritia 1903 affondata su un a mina nel 1918, recuperata e demolita 1919

Baron Call 1904 dal 1919 al Lloyd Triestino ribattezzata Quirinale demolita 1930

il varo del Baron Call

www.atrieste.eu_foto_b008_navi_800baroncall.jpg

un'istantanea presa ai tempi in cui era Quirinale 1923 ( coll. privata)

www.atrieste.eu_foto_a002_naviebarche_file0019.jpg

Vorwaerts III 1906 bloccata nel 1914, presa dia Portoghesi nel 1916 e ribattezzata India

www.atrieste.eu_foto_a002_naviebarche_navi4_13.jpg

un'altra versione del quadro www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_voarvaertsagerdinastadion.jpg e un modellino www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_vorwaerts05.jpg

Baron Beck 1907 dal 1919 al Lloyd Triestino ribattezzata Aventino dal 1931 all'Adriatica e dal 1937 alla Tirrenia

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_baronbeck1.jpg

come Aventino

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_aventino.jpg

Palacky 1907 dal 1919 al Lloyd Triestino rinominata nel 32 Quirinale (2) e dal 37 all'Adriatica

Baron Gautsch 1908 affondata su una mina 1914 ( 150 morti)

qua la discussione in forum https://www.atrieste.eu/Forum3/viewtopic.php?f=8&t=2698

www.atrieste.eu_foto_a002_naviebarche_navi4_15.jpg

Bregenz 1908 affondata da sottomarino italiano 1918 ( 234 morti)

se ne parla in questa pagina del forum https://www.atrieste.eu/Forum3/viewtopic.php?f=14&t=6166

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_bregenzebay.jpg

“PIROSCAFO BREGENZ Lloyd Österreich Fu un piroscafo mercantile. Fu varata il 15 /7/1908 Tonnellate di stazza lorda : 3.905 Dimensioni : 108,6 x 12,9 x 7 m Fu danneggiata nella notte del 15 – 16 luglio 1911 da un nubifragio nel porto di Trieste; fu quindi riparata e usata come mercantile per il trasporto del caffè e di altre merci in Estremo Oriente. Allo scoppio della guerra mondiale fu destinata al disarmo nel 1915 nei pressi del lago di Proclan. Fu affondata la notte tra il 12 e il 13 maggio 1918 nella rada del porto di Durazzo dai siluri lanciati dai MAS italiani 99 e 100. Morirono 342 persone.”

Bruenn 1908 dal 1919 al Lloyd Triestino rinominata Celio dal 1937 all'Adriatica

Prinz Hohenlohe dal 1919 al Lloyd Triestino ribattezzata Friuli nel 21, venduta nel 19 alle Filippine e ribattezzat Negros

“PRINZ HOHENLOHE La nave fu costruita per conto del Lloyd Österreich nei cantieri navali scozzesi Gourlay Brothers & Co. Ltd di Dundee assieme al Baron Gautsch. Si trattava di tre navi gemelle(la terza fu il Baron Bruck costruita nel cantiere S.Rocco di Muggia (Trieste). La Prinz Hoenlohe fu varata nel 1908. Lunghezza 84 metri, larghezza 12 mt. e con un dislocamento di circa 2070 tonnellate. Propulsione a macchine alternative di 4600 CV per una velocità di circa 16 nodi. Le tre navi collegavano Trieste con i porti di Ragusa , Cattaro , Spalato ed altri in Dalmazia, facendo tappe a Pola,Lussinpiccolo, Zara, Spalato, Lesina, Gravosa e Castelnuovo. Le tre navi partivano dal molo San Carlo (oggi Audace). In 23 ore raggiungevano Cattaro. Allo scoppio della guerra mondiale la Prinz Hoenlohe fu destinata al disarmo nel 1915, alla fonda nel lago di Proclan. Prinz Hohenlohe fu rinominata Friuli nel 1921 per essere poi venduta nel 1927 ad un armatore asiatico. ” www.atrieste.eu_foto_b008_navi_prinzhohenlohecattaro.jpg

Altre immagini, cliccare per vederle più grandi

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_hohenloh.jpg www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_hohenlohedelcaampe.jpg www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_hohenlohe2.jpg

Praga 1908 dal 1919 al Lloyd Triestino dal 1937 alla Tirrenia

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_pragalloyd.jpg

Graz 1908 dal 1919 al Lloyd Triestino 1932 rinominata Bulgaria, 1934 venduta alla Turchia

Brioni 1909 dal 19a9 al Lloyd Triestino

Gastein 1909 1910 dal 1919 al Lloyd Triestino nel 35 rinominata Campidoglio (3) nel 1937 all'Adriatica

Karlsbad 1909 dal 1919 al Lloyd Triestino dal 21 Campidoglio (1) affondata nel 1931

Meran 1909 dal 1919 al Lloyd Triestino ribattezzata Merano trasferita nel 37 all'Adriatica

Sarajevo 1909 dal 1919 al Lloyd Triestino venduta lla soc Puglia ribatt Lussino

Scutari 1909 dal 1919 al Lloyd Triestino

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd3_mostralloydsettembre26.jpg

Leopolis 1909 dal 1919 al Lloyd Triestino rinominata nel 32 Campidoglio (2) e venduta nel 34 alla Turchia

Linz 1909 adibita a trasporto truppe saltata su una mina 1918 ( 663 o 693-morti 306 salvati ) Era stata requisita e faceva parte di un convoglio scorta da Fiume a Durazzo ( la motonave Balaton e due sottomarini)che trasportava truppe e prigionieri verso l'Albania. Venne affondata probabilmente da una mina il 19 marzo 1918. Il Comandante era Ugo Tonello.

www.atrieste.eu_foto_a002_naviebarche_navilloyd013linz.jpgwww.atrieste.eu_foto_a002_lloyd5_img_20181202_120210linz.jpg

Adelsberg 1910 affondata su un a mina nel 1916

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd5_img_20181202_120230.jpg

Albanien 1910 affondata nel 1916 d aun sottomarino italiano

Stambul III 1910 affondata a Durazzo nel 1918

Helouan 1911 dal 1919 al Lloyd Triestino, bruciata e affondata a Napoli nel 1937

www.atrieste.eu_foto_a002_naviebarche_navi5_3.jpg

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_helouan_lloydtriestino.jpg

Abbazia 1911 o 12 trasferita nel 1919 al Lloyd Triestino nel 1937 trasferita a Adriatica di Navigazione

www.atrieste.eu_foto_a002_naviebarche_navilloyd014abbazia.jpg

Wien III 1912 dal 1919 al Lloyd Triestino Vienna dal 1921, dal 1937 Po , 1941 distrutta da attacco aereo inglese

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_800pxlawieniiikb3.jpg

Gablonz 1912 trasferita al Lloyd Triestino nel 1919 rinominata Tevere e finita a Tripoli nel 43

www.atrieste.eu_foto_z001_mandi_gablonz.jpg

L PIROSCAFO GABLONZ Il piroscafo a doppia elica “Gablonz” fu costruito nel 1912 dal cantiere navale San Rocco di Trieste per il Lloyd Austriaco , varato il 3 maggio 1912 ed era in servizio dal 1913 lungo la via di navigazione dell’Estremo Oriente . Aveva potenza motrice complessivamente di 7500 Cv , la stazza lorda era di 8.448 tonnellate. Velocità 16 nodi. L’altra “nave sorella”, la Marienbad, solcò i mari dal 1913 al 1916. La Gablonz fu impiegata, dopo il suo varo, per il servizio di trasporto passeggeri sulla linea Trieste - Venezia - Brindisi -Suez -Aden - Bombay. Dopo un solo anno di servizio, con lo scoppio della prima guerra mondiale (1914) fu messa in disarmo sul lago di Procliano, in Dalmazia. L’altra “nave sorella”, la Marienbad, solcò i mari dal 1913 al 1916. Al termine del conflitto mondiale, con decreto del 3 gennaio 1919, la ragione sociale del Lloyd austriaco era diventata Società di Navigazione del Lloyd in Trieste, modificata poi in Lloyd Triestino, Società di Navigazione a Vapore. Perciò, da questa data, la Società diventò quindi italiana e le sue navi continuarono a navigare, riprendendo anche i normali servizi di linea, sotto bandiera interalleata con affiancata quella del Paese che gestiva il servizio. La nave Gablonz nel 1919 fu rinominata “Tevere”. Nel 1919 stava tornando da Londra per conto della “Peninsular and Steamship Navigation Company”con a bordo passeggeri inglesi . Si spinse fino a Vladivostok per portare merci destinate al Corpo di Spedizione Inglese,che si era insediato in Siberia e a Vladivostok dall’agosto 1918, per combattere l’avanzata dei bolscevichi. Dato che scadeva il contratto con gli Inglesi, era poi diretta verso Trieste. Arrivò a Vladivostok il 1 settembre 1919 e ripartì con una modesta quantità di passeggeri a bordo, con buona probabilità circa un centinaio di uomini :una trentina di Trentini, altrettanti giuliani,friulani e istriani, una ventina di carabinieri napoletani e venti marinai della Legazione italiana di Pechino . Ci vollero 4- 5 giorni per risistemare la nave,dato che era una imbarcazione mercantile, in modo che potesse imbarcare le persone che furono ritenute adatte a tornare in Italia. Il piroscafo lasciò Vladivostok il 6 settembre 1919, con le seguenti tappe: 10 settembre : arrivo al porto della città di Shanghai (Cina); 17 settembre : Hong Kong ;24 settembre : arrivo a Singapore ;2 -3 ottobre : arrivo a Colombo ; 17 ottobre : arrivo a Port Said; 21 ottobre : arrivo a Brindisi ;23 ottobre 1919 : arrivo a Trieste (percorso : Dalmazia, Istria). Quindi la nave continuò i suoi viaggi. Nel 1932 fu trasferita sulla rotta Trieste-Venezia-Brindisi-Pireo-Costantinopoli. Il 22 luglio 1936 fu requisita e trasformata in nave ospedale, operando durante la guerra di Spagna; nel 1937, rimodernato negli interni, tornò in servizio sulla linea Genova-Napoli-Suez-Aden-Massaua. Il 27 maggio 1940 fu nuovamente requisita a Napoli dalla Regia Marina e il 25 luglio dello stesso anno entrò ancora in servizio come nave ospedale. Svolse otto viaggi, con il trasporto di 4.000 feriti e malati. Il 17 febbraio 1941, poco fuori del porto di Tripoli, urtò una mina - posata qualche tempo prima da aerosiluranti Fairey Swordfish dell'830° Squadron di base a Malta - e affondò. Causa il fondale basso , le sovrastrutture ed il ponte di coperta rimasero sopra il livello dell'acqua. Se ne progettò il recupero che però non fu eseguito; il 20 gennaio 1943, prima dell'abbandono di Tripoli, la Tevere fu minata e fatta saltare in aria. Nel 1944 il relitto fu recuperato e demolito.

www.atrieste.eu_foto_z001_mandi_affondamentonavetevere.jpg

come Tevere dipinta da Klodic nel 1922

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd2_mostralloyd27.jpg

Baron Bruck 1913 dal 1919 al Lloyd Triestino rinominata Palatino

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_portovecchio038.jpg

Marienbad 1913 catturata dagli inglesi a Patrasso e passata ai francesi, dal 1923 pellerin de Latouche

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_marienbad.jpg

Innsbruck 1914 dal 1919 al Lloyd Triestino e ribattezzata Aquileia, poi Amazzonia, poi Palestina, poi Eridania, catturata nel 43 dala germania e silurata nel 43 da un sottomarino polacco

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_innsbruck.jpg

come Palestina alla Marittima:

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_navilloyd023palestina.jpg

come Eridania Aquileia

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_eridania_aquileia_1943.jpg

Hungaria (II) 1915 dal 1919 al Lloyd Triestino rinominata nel 23 Genova, , 1933 Urania, 1941 demolita

come Urania

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_pfo_urania1.jpg

Cracovia 1916 completata nel 1920 dal Lloyd Triestino

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_cracovia_poi_gerusalemme.jpg

dalla mostra del Lloyd : La storia della nave Cracovia! Ordinata dal Lloyd Austriaco nel 1915 al Cantiere San Rocco di Muggia (Trieste), faceva parte di una classe di 2 navi, l'altra era il p.fo Pilsna, poi Galilea, da cui il Cracovia differiva per l'apparato motore a turbina a vapore. Fu infatti la prima nave del Lloyd Austriaco con tale sistema di propulsione e anche la prima turbonave costruita a Trieste con le turbine costruite a presso la Fabbrica Macchine Sant'Andrea. Nel 1934 le due navi furono adibite alla linea migratoria per la Palestina, sulla quale rimasero fino all'inizio del 1940 e, sempre nel 1934, presero i rispettivi nomi di Gerusalemme (il Cracovia) e Galilea (il Palestina). Con la creazione della Finmare e delle Compagnie di P.I.N. (Preminente Interesse Nazionale) passarono all' Adriatica. Durante la Seconda guerra mondiale, nel 1940, il “Gerusalemme”, noleggiato al Lloyd Triestino, fu catturato dai britannici in Sud Africa ed ebbe vita avventurosa sotto bandiera britannica (nave ospedale nel 1945, poi trasporto truppe gestito dalla Union-Castle) e venne restituito all'Adriatica nel 1947. Ripristinata a Genova dall'O.A.R.N. fu noleggiata alla Società Italia che la adibì alla linea Genova-Buenos Aires in servizio combinato con la “Dodero” (soc. di nav Argentina) di cui assunse i colori. Nel 1948, dopo alcuni lavori, fu noleggiata al Lloyd Triestino e il 18/12/1948 partì da Genova per il primo viaggio sulla linea Genova-Durban via Suez. Passò poi alla linea Trieste-Durban sulla quale rimase fino alla metà di gennaio 1952. Alla fine di gennaio del 1952 fu restituita all'Adriatica e succesivamente venduta per la demolizione che avvenne a Savona nel 1952. (fonte: naviearmatori.net)

Pilsna 1918 dal 1919 al Lloyd Triestino

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_pilsna_1_1919.jpg

come Galilea

www.atrieste.eu_foto_a002_lloyd_galilea.jpg

La Pilsna, ribattezzata Galilea nel '35 e ceduta all'Adriatica Società Anonima di Navigazione nel '37, era una nave passeggeri. Fu costruita, come la sua gemella Cracovia, dai cantieri San Rocco di Trieste nel 1918. I documenti del Lloyd di Londra descrivono la nave come una “passeggeri” con due eliche e motori a turbina, 8,040 tonnellate di stazza lorda, lunghezza 443 piedi e 8 pollici, larghezza di 53 piedi e 2 pollici ed un pescaggio di 25 piedi e 11 pollici. La velocità nominale era di 13.5 nodi con una portata di 47 passeggeri in prima classe e 148 in seconda. Durante la seconda guerra mondiale la Galilea venne riclassificata come nave ospedale. In questa funzione fu adibita al trasporto di parte del Battaglione Gemona della Divisione Julia (Alpini) al loro rientro dalla Grecia. Nella notte tra il 28 e 29 marzo 1942 la nave venne affondata nel canale d'Otranto con circa 1.000 morti di cui 650 alpini del battaglione Gemona. (dal sito http://www.regiamarina.net/detail_text.asp?nid=48&lid=2).

(sono trascurate alcune piccole untà, la n 1 del 1901, un tender n 20 dle 1908, una n 8 del 1914, una Skanderbeg del 1916 e le piccole Nettuno, Matilda e Jupiter del 1921)

Queste pagine web fanno uso dei cookies. Usando queste pagine tu accetti che alcuni cookies siano memorizzati sul tuo computer. Usando queste pagine, inoltre, tu accetti di aver letto e compreso le nostre regole sulla privacy. Se non condividi queste regole ti chiediamo di lasciare questa pagina. In questa pagina trovi maggiori informazioni sul nostro uso dei cookies e la nostra gestione della privacy.
navi_del_lloyd/1888-1918.txt · Ultima modifica: 21-03-2020 04:24 (modifica esterna)