Informazioni sulla privacy

Strumenti Utente

Strumenti Sito


vasigreghi

Il Civico Museo di Storia ed Arte

I vasi greci

La collezione di vasi propriamente greci: In una sala, in diverse vetrine, vi sono diversi raggruppamenti di vasi greci:

la sala dei vasi greci, attici, corinzi ed etruschi

I vasi corinzi

i più antichi sono della collezione di stile corinzio, uno stile preclassico leggermente floreale ed orientalizzante

alabastron 625-600 a C ex coll Sartorio
questi vasi rotondi sono detti aryballos
questa è una sirena rossa ad ali spiegate ed è pure un aryballos
altro aryballos con sirena con ali e coda, dai Musei la descrizione QUANDO LE SIRENE AVEVANO LE ALI Alla mostra «Ulisse. L’arte e il mito» a Forlì è esposto questo vasetto di proprietà del Museo d’Antichità di Trieste. Vi è dipinta una figura dal corpo di uccello e testa di donna, una delle mitiche sirene. Infatti le sirene con coda di pesce sono nate solo nel Medio Evo, mentre nell’antichità, per i Greci, stavano appollaiate su rupi e scogli ed erano dotate di un canto meraviglioso. Sono queste le sirene che Ulisse incontrerà nell’«Odissea», sfidando la loro soave voce che incanta i sensi a tal punto che chi le ode non può resistere alla tentazione di fermarsi, interrompendo il proprio viaggio terreno e quindi la propria vita.
questo è un alabastron, vaso per unguenti e rappresenta una sirena, anche se dalla barba si direbbe un “sireno”
sembra una sfinge alata
e anche qua sembrano due sfingi affrontate

Le forme dei vasi

Una vetrina descrive i diversi tipi e forme di vasi greci, coi loro nomi tecnici

queste coppette con manico sono dette askos
coppa con Atena in lotta con gigante- figure nere
questa forma di vaso, usata molto anche nella versione a sfondo bianco, è la lèkytos ed era usata assai in corredi funerari

Vasi attici a figure nere

Una vetrina contiene i vasi attici a figure nere su sfondo rosso, si tratta di una delle tecniche più conosciute, attorno al 500 a C, in cui su una base che con la cottura sarebbe diventata rossicci, il pittore aggiungeva le figure, anche con tratti incisi, che veniva rivestita di altro materiale che in cottura sarebbe diventato più scuro. Molto spesso si trovano immagini di scene mitologiche

Olpe, scena di duello
Hydria ceramica attica , 520 a C c, ceramica a figure nere proveniente dalla coll. Sartorio artista della cerchia del Pittore di Antimenes:Atena sale su un carro provenienza Tarquinia
Hydria ceramica attica , 520 a C c, ceramica a figure nere proveniente dalla coll. Sartorio artista della cerchia del Pittore di Antimenes:Atena sale su un carro provenienza Tarquinia con firma Tychios epoiesen
dettaglio del mostro sul collo
anfora con quadriga frontale, 520 a C pittore di Antimenes
Scena con bacco e Arianna, pittore di Antimenes, anfora
Piccola anfora Aiace e Cassandra 550-525 a c Pittore di Princeton
piccola anfora con Eracle che uccide l'Idra altro lato della precedente
ceramica calcidea a figure nere con immagine di Hermes 530 520 a. C. è comunque nella vetrina dei vasi etruschi, si vede che viene da là

Vasi attici a figure rosse

Un'altra vetrina quelli a figure rosse su sfondo nero, di epoca più tarda rispetto alle figure rosse, il procedimento è invertito, è il fono che viene dipinto con una vernice che nel forno diventerà nera e le figure risaltano in tono rossiccio. Immagini più spesso prese dalla vita quotidiana

Satiro e Menade
la civetta, simbolo di Atene
Peliké, Eros allaccia ils andaloa d una fanciulla 525.500 a C Pittore del “lavarsi”

Una vetrina grande contiene i capolavori del museo alcuni dalla collezione Sartorio, in particolare il vaso del Pittore di Leningrado e quello al modo del Pittore di Berlino

vaso attico a figure rosse cratere a colonnette del Pittore di Leningrado ceramica attica 475-450 a C Scena di banchetto, ex coll Sartorio
vaso attico a figure rosse Ceramica attica, maniera del Pittore di Berlino, Stamnos 470-460 a C, i Dodici dei introducono Eracle nell'Olimpo ex coll Sartorio

Una vetrina è dedicata al un allestimento didattico multimediale sui vasi e la loro creazione


Collegamenti ad altre pagine

Queste pagine web fanno uso dei cookies. Usando queste pagine tu accetti che alcuni cookies siano memorizzati sul tuo computer. Usando queste pagine, inoltre, tu accetti di aver letto e compreso le nostre regole sulla privacy. Se non condividi queste regole ti chiediamo di lasciare questa pagina. In questa pagina trovi maggiori informazioni sul nostro uso dei cookies e la nostra gestione della privacy.
vasigreghi.txt · Ultima modifica: 18-05-2020 09:08 da babats