Informazioni sulla privacy

Strumenti Utente

Strumenti Sito


itinerari:liberty

La città liberty

Pagina in costruzione

Premessa

Fra la fine dell'Ottocento e i primi anni del Novecento a Trieste lo stile architettonico era quanto mai eclettico: i medesimi architetti costruivano una casa Liberty, una casa neotoscana ed una neogotica affiancate, immagino a seconda dei gusti del committente.

Lo stile fin de siècle, floreale o a volte ispirato dalla Secession viennese per decenni è stato considerato sovraccarico , ma negli ultimi decenni ha riacquistato ammiratori e molti edifici sono stati restaurati. Così sono stati scritti libri e fatte mostre sul Liberty triestino.

Edifici in centro

Pochi gli edifici di questo stile in centro: nulla nella città vecchia e qualcosa nei nuovi borghi, nel Teresiano sono notevoli la Casa Bartoli di Max Fabiani in Piazza della Borsa

www.atrieste.eu_foto_a002_stilitrieste_excelsiorsavoiabis119.jpg

e la cosiddetta Casa Smolars in piazza della Repubblica.

www.atrieste.eu_fotomacondo_30ott.jpg

Borgo giuseppino

Gli edifici si concentrano nei rioni semi centrali, qualcosa nel Borgo Giuseppino e soprattutto attorno alla via Tigor,

Casa Mosco

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_img2560jc5.jpg

di Mosco anche questa in via Carducci

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_img_6619.jpg

architetto Drioli

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_img_3485.jpg

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_tigor011.jpg

Zona di via Boccaccio e della Stazione

altri nella zona di via Boccaccio vicino alla stazione nuova

Via Boccaccio, portone

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_img0371ta2.jpg

Zona Barriera - Rossetti

altri ancora nelle vie che da Barriera portano a via Rossetti,

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_dscf0977uo4.jpg

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_dscf0976ym3.jpg

Via Commerciale e viale XX settembre

l'inizio di via Commerciale soprattutto con gli edifici di Zaninovich e qualcuno nella zona del Viale XX settembre.

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_img_6667.jpg

piazza Volontari Giuliani 2:

il portone esterno

www.atrieste.eu_foto_a002_liberty_cittapiazza23magliberty29.jpg

e quello interno

www.atrieste.eu_foto_a002_liberty_cittapiazza23magliberty38.jpg

La cappella vescovile

Originale e abbastanza Secession ( e non abitualmente visibile al pubblico la Cappella Vescovile https://www.atrieste.eu/Forum3/viewtopic.php?f=9&t=5615

www.atrieste.eu_foto_a002_vescovitrieste_vescovadovieadiacenti030.jpg

Gli architetti

Gli architetti principali sono solo parzialmente di questa tendenza

Max Fabiani, San Daniele del Carso, 1865- Gorizia 1962)

Architetto, dopo la maturità scientifica a Lubiana, frequentò il Politecnico a Vienna, poi fu assistente al Politecnico di Graz , poi collaboratore di Otto Wagner . Progettò diversi edifici a Vienna, Lubiana, Gorizia. a Trieste costruì il Narodni Dom, casa Stabile, casa Bartoli.

Casa Stabile 1905 1906

www.atrieste.eu_foto_a002_borgogiuseppino_img_3471.jpg

Casa Bartoli

www.atrieste.eu_foto_a002_liberty_p1010173.jpg

abbiamo poi la casa del Sommaruga milanese ( Milano, 1867- 1917) in Viale,

www.atrieste.eu_fotoesterne_imageshack_img82.imageshack.us_img82_3189_b01casacinemaambasciatotg3.jpg

www.atrieste.eu_fotoesterne_imageshack_img117.imageshack.us_img117_6615_b04se3.jpg

l'architetto Giorgio Zaninovich , autore delle case di via Commerciale
(Spalato 1876- Buenos Aires 1946)

Giunse a Trieste nel 1887 e frequentò la sezione edilizia della scuola industriale ( futuro Volta) poi studiò all'Accademia delle Belle Arti a Vienna. Ebbe diversi incarichi a Trieste e oltre agli edifici privati progettò edifici portuali e pubblici in generale. La sede della Società triestina Austria ora Cicrolo Uffciali, il ponte dei Draghi a Lubiana. Dopo la prima guerra emigò a Buenos Aires.

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_img_6686.jpg

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_img_6691.jpg

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_img_6666.jpg

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_img_6677.jpg

Il fratello Giovanni Gino Zaninovich Zanino (Spalato 1882 Trieste 1969) studiò a Graz e Vienna e costuì casa Cassab

l'architetto Umberto Fonda (Trieste 1880- Gardone Riviera 1972)

Frequentò il Politecnico di Vienna e sia lureò in ingegneria cvile nel 1903. Costruì diverse case a Trieste Casa Cuzzi Leocovich Fonda in via Commerciale, casa Fonda di via san francesco le case di via Testi..

l'architetto Giovanni Maria Mosco …( Trieste 1861- 1924)

Capomastro muratore, frequentò la scuola di architettura pratica (futuro Volta) e iniziò l'attività a Fiume. Costruì case di diversi stili, in particolare la case in via Piccardi e Foscolo. Case Banelli Mosco in via Foscolo 18 20 22 ( 1903-6) casa Junz Clabrese in via Carducci 1903-4 case Mosco via Cereria 12 14 1906-9

la pagina dedicata all'argomento nel forum è questa: https://www.atrieste.eu/Forum3/viewtopic.php?f=9&t=1306 e per gli architetti vi sono alcune pagine a loro dedicate: Umberto Fonda

https://www.atrieste.eu/Forum3/viewtopic.php?f=9&t=1306

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_p1050354.jpg

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_img_6771.jpg

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_meloni5.jpg

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_meloni.jpg

Gli scultori

Molto conosciute ed apprezzate dai triestini le figure di donne seminude in genere dello scultore Romeo Rathmann

https://www.atrieste.eu/Forum3/viewtopic.php?f=18&t=5881

Casa Viviani Giberti del Sommaruga

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_img_3052.jpg

La casa di Corso Italia

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_img3997yr7.jpg

Casa Smolars

www.atrieste.eu_foto_a002_triesteliberty_img_6399.jpg

meno vistose, ma molto belle pure le statue che adornano edifici di Giovanni Mayer (<1863-1943>) e Giovanni Marin ( dalle pagine dei cmsa : Marin, Gianni Scultore triestino. Studiò all'Accademia di Brera col Butti e a Torino col Bistolfi; fu poi a Roma con una borsa di studio e, in seguito, espose con successo a Parigi. Di ritorno a Trieste, lavorò lungamente alla decorazione di edifici pubblici, spesso in collaborazione col Berlam. Notevole fu anche la sua produzione nell'ambito cimiteriale, nonchè in quello medaglistico che coltivò particolarmente nel periodo in cui si trovò profugo a Milano durante la Grande Guerra. Tornato nella città natale alla fine del conflitto, realizzò, tra l'altro, con successo molti bozzetti di soggetto animalistico. Dal 1924 lavorò in America; morì in navigazione, di ritorno in Europa.)


itinerari/liberty.txt · Ultima modifica: 27-06-2018 07:52 (modifica esterna)