Informazioni sulla privacy

Strumenti Utente

Strumenti Sito


dialetto:p

Vocabolario triestino - italiano

Alla pagina indice del dialetto ci sono i collegamenti per scaricare le versioni pdf, epub, mobi e la versione cartacea del vocabolario.


Navigazione ipertestuale nel vocabolario
Premessa A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V X Z Frasi Metatesi Abbr
Si consiglia, prima di cercare una parola nel vocabolario, di leggere, nella premessa, i criteri ortografici seguiti per la scrittura. Ciò faciliterà la ricerca.

P

Le parole che iniziano con la lettera P sono divise in due pagine
Dalla P alla Ph… Dalla Pi... in poi

P - Ph...

Termine Significato Esempi
Pacagnàrv.Usato a Muggia. Sporcare, macchiare, pasticciare
Pacagnòss.m.A Muggia il termine è usato per identificare la peppola, un fringillide che a Trieste viene detto montan (vedi)
Pachéas.f.Bonaccia, calma di vento
Per estensione: sonnolenza, fiacca, torpore
Paciàdas.f.Mangiata, scorpacciataUna bula paciadaUna grande e bella scorpacciata
Paciànca (a la)l.avvAlla buona, alla carlona, alla meno peggio
Paciàrv.Mangiare a quattro palmenti, gozzovigliare
Pagàrv.Pagare con gli stessi significati della lingua italiana
Essere della giusta misuraQuel scurton de batiscova no pagaQuel pezzo di battiscopa è troppo corto (per la lunghezza dello spazio dove deve essere collocato)
I muradori, per far pagar la misura, i meti più malta nele fughe dei matoniI muratori, per raggiungere la misura corretta, mettono più malta nelle fughe dei mattoni
Pagàrsev.rifl.Usato porgendo un corrispettivo in denaro ad un addetto alla riscossioneLa se paga un capo e un neroPago un cappuccino ed un caffè (detto ad un cameriere o al cassiere del bar)
Pagnàcas.f.Persona sempliciotta, citrullo, grulloA pagnacaModo di tuffarsi in acqua tenendo il tronco eretto, le gambe flesse ed incrociate, quasi a posizione yoga, in modo da massimizzare gli spruzzi
Pagneròls.m.Passero
Pagnòcas.f.Pagnotta
Pài Vedi Pal
Pàias.f.PagliaOmo de paiaSpregiativo: uomo di scarsa coerenza e coraggio e anche prestanome
Paiàzos.m.Pagliaccio
Paiètas.f.Pagliuzza
Piccola matassa di lana d'acciaio usata per pulire le stoviglie metalliche
Paiòls.m.Paiuolo; pentola per cuocere la polenta
Pagliolo; fondo interno di una barca formato da tavole amovibili
Paiòlas.f.Forfora
Paiolàrv.Vogare lentamente
Asciugare i paglioli (vedi Paiol) con la sèsola (vedi)
Paiòns.m.Materasso di paglia e per estensione anche letto
Paiùzas.f.Pagliuzza
Pàizs.m.Mordente di colore scuro con cui si tinge il legno prima di verniciarlo
Concia per la marinatura della carne
Asse di legno che veniva messo, in porto, sotto le ruote dei carri per frenarli
Pàizers.m.Addetto a manovrare il paiz, l'asse di legno usato per frenare le ruote dei carri in porto
Pals.m.Palo
prep.
art.
Per il
Palacìncas.f.Omelette farcita
Palchètos.m.Parchetto, doga
Palètas.f.Paletta
In porto, attrezzo con un'impugnatura in legno ed una piastrina in ferro su cui erano fissati dei chiodi (come ramponi); servivano per tirare a sè i sacchi senza lacerarli
Paltàns.m.Fango, melma
Paltòs.m.Cappotto
Pampalùgos.m.Sciocco
Pàmpes.m.Vedi Pampel
Pàmpel[e]s.m.ScioccoGran PampelTradizionale bevanda calda ed alcoolica diffusa tra i gruppi speleologici triestini
Panadèlas.f.Sostanza della consistenza del pane ammollato.
Panarìzs.m.Infiammazione acuta della pelle in prossimità di un'unghia, patereccio.
Pancògolas.f.Cuocitrice di pani. Famose le pancogole di Servola che cucinavano il pane in casa e poi lo vendevano in città.
Pandàns.m.Accostamento, appaiamento, abbinamento; usato con far pandan o in pandanSti recini e sto bracialeto i fa pandan (o anche i xe in pandan) Questi orecchini e questo braccialetto sono abbinati.
Pàndolos.m.Lippa; gioco consistente nel far saltare un legnetto battendolo con un bastone e poi colpirlo al volo per mandarlo il più lontano possibile
Membro maschile
Sciocco
Pandùros.m.Persona sciocca, zotica
Chiave di volta di un portone con scolpita, a mo' di abbellimento, una testa maschile, spesso di soldato
Pan dùros.m.Gioco infantile consistente nel tenersi per le mani in due persone, e girare vorticosamente sentendosi trascinati dalla forza centrifugaFar pan duroGiocare a detto gioco
Pane secco
Panerìzs.m.Vedi Panariz
Paneterìas.f.Panificio con rivendita di pane
Panètos.m.Panetto e per estensione oggetto di un certo pesoScaia [el] panetoAbbassa la testa (vedi Scaiar)
Panòcias.f.Pannocchia
Pànolas.f.Lenza multipla che si fila in mare da una barca in movimento; adatta per la pesca agli sgombri
Panolàrv.Pescare con la panola
Pantalòns.m.Sciocco, credulone
Pantigànas.f.Ratto
Oliatore a becco che assomiglia per forma ad un ratto
Brutta donna
Panùzas.f.Pannolino
Pànzas.f.Pancia
Panzàdas.f.Panciata, colpo con la panciaButarse a panzadaTuffarsi colpendo la superficie dell'acqua con la pancia; tuffo che può essere doloroso e di solito è il risultato di un tuffo di testa riuscito male
Papàcis.m.Paparino
Papàcilis.m.Diminutivo vezzeggiativo per papà
Papagàls.m.Pappagallo
Persona che ripete cose dette o fatte da altriPapagàl che ora xe?Nome di un gioco infantile
Orinatoio per uomini allettati
Papalèsas.f.Persona senza spina dorsale
Papalìnas.f.Berretta da camera
Pesce simile ad una piccola sardina
Papandràc[o]s.m.Babbeo, sciocco, zoticone
Papardèlas.f.Lungo elenco noioso, lungo discorso noioso, pappardella (figurato)Xe la solita papardelaE' la solita sequenza noiosa di cose da dire o fare
Pappardella (lasagna)
Paparèlas.f.Cibo troppo cotto, sostanza molliccia e priva di ogni consistenza
Uomo privo di carattere
Papatàsis.m.Pappataci (Flebotomus papatasi). Indeclinato sia al singolare che al plurale anche se, talvolta si è sentito un singolare papatasio,
Persona che opera di nascosto
Papìns.m.Ceffone, sberla
Papìr[o]s.m.Lungo e noioso documento o testo scrittoIn banca i me ga fato firmar un papir che no go gnanche letoIn banca mi hanno fatto firmare un documento che non ho nemmeno letto
Zuric [mit den] papi[e]r[en]Letteralmente “indietro con le carte”, sta per stupido, poco sveglio, ritardato
Pàprica s.f.Paprica
Peperone.
Papùzas.f.Pantofola, ciabatta, babbuccia
Papuzàrv.Camminare
Parprep.Per
Pàras.f.Noia
Parangàls.m.Fune, tenuta in superficie da galleggianti e legata a punti fissi, sulla quale sono appese tante lenze con ciascuna un amo (vedi Bragola)Zuca de parangal Un tempo i galleggianti erano costituiti da zucche del genere Cucurbita lagenaria, dalla forma a fiasca.
Paràrv.Ornare, parare
AllontanarePara via sti bruti pensieriAllontana questi pensieri tristi
Pàres.m.Padre.
Pareciàrv.Apparecchiare, preparare, approntare
Parècios.m.Servizio di piatti
Parsèmolos.m.Prezzemolo
Parsùt[o]s.m.Prosciutto
Partignìrv.Appartenere
Parùsolas.f.Cinciallegra
Organo genitale femminile
Parvìacong.Usata da sola nelle causali interrogativeParvia?Perché?
Parvìa checong.Perché, per il fatto cheGo ciapà un bruto spago parvia che un auto me ga taià la stradaHo preso un grande spavento perché un'automobile mi ha tagliato la strada
Parvìa deprepA causa di, perGo ciapà un bruto spago parvia de un auto che me ga taià la strada Ho preso un grande spavento a causa di un'automobile che mi ha tagliato la strada
Pasarètas.f.Gazosa; bevanda gassata, aromatizzata e dolcificataVin de pasaretaVino adulterato
Paselèras.f.Rete per passere
Pàseras.f.Passera, pesce vicino, come sapore, a quello che oggi viene venduto come platessa.
Piccolo natante a fondo piatto
Paserìnis.m.
plur.
Usato solo nella frase Cavarghe i paserini, indurre qualcuno a parlare per carpirgli un segretoCo le bele, el ghe ga cavà i paseriniCon belle maniere lo ha indotto a parlare
Pasètos.m.Metro da falegnami fatta di segmenti di legno incernierati tra di loro.
Pasiòns.f.Entusiasmo, passioneA Trieste, una volta, iera 'sai la pasion per la balamanA Trieste una volta c'era molto entusiasmo per la pallamano
Compassione, tristezzaChe pasion che me fa veder sti muleti che fa la fameProvo molta compassione (tristezza) a vedere questi bambini che fanno la fame
Preoccupazione, pauraSon in pasion che anche 'l gato me svoli in maloraTemo che anche il gatto mi voli via. Dal testo della canzone Bora, 200 km/h dei Sardoni Barcolani Vivi
Pasìrv.Appassire
Pàstenos.m.Vedi Pastino
Pastinàrv.Rivoltare la terra con zappatura profonda
Ridurre un appezzamento in ripido declivio a pastini.
Pàstinos.m.Campo su un terreno in declivio e coltivato a terrazze; anche il terrazzo stesso
Pastròcs.m.Pasticcio
Imbroglio
Pastrociàrv.Pasticciare, imbrattare
Pastròcios.m.Vedi Pastroc
Pastrociònagg.Pasticcione
Patacòns.m.Moneta di poco valoreAle bionde deghe trenta / ale more vintioto / ale rose gnanca oto / e ale grige un pataconStrofa di una canzone popolare
Patatràcs.m.Crollo; usato spesso in senso figurato (el patatrac)
inter.Interiezione onomatopeica che simula il rumore di un crolloE patatrac xe vignù zo tutoE tutto è crollato fragorosamente
Patèlas.f.Risvolto del collo o della tasca di una giacca
Pàtinas.f.Lucido per scarpe
Patòcs.m.Rigagnolo, ruscello, ma anche il canale in séEl iera cusì duro che el xe cascà int'el patocEra così ubriaco che è caduto nel fosso.
Patòcoagg.Puro, genuino
Patòns.m.Manrovescio, scappellotto
Patrònas.f.Cartuccia, pallottola
Patufàrsev.Azzuffarsi
Pavèrs.m.Stoppino; la parte interna di un foruncolo, fatta di materiale decomposto.
Pecs.m.FornaioBazilar col pecSragionare
Gambe de pecGambe ad x
Pècas.f.Pecca
Fornaia
Pecàs.m.Peccato
Pedocèras.f.Zona attrezzata alla coltura dei mitili
Pedocìns.m.Nome popolare dato allo stabilimento balneare “Alla Lanterna”, noto per essere diviso in due zone, una riservata ai maschi ed una alle donne ad ai bambini
Termine spregiativo per indicare le monetine da un centesimo di euro
Pedòcios.m.Mitilo o cozza
Pidocchio (Pediculus humanus); ormai sta sostituendo il termine lais (vedi) usato soprattutto in passato
Termine spregiativo per indicare le monetine da un centesimo di euro
Pedociòsoagg.Pidocchioso, pieno di pidocchi
Tirchio
Pègolas.f.Pece
SfortunaPortar pegolaPortar sfortuna
Pèi Vedi Pel
Pels.m.Pelo
prep.
art.
Per il
Pelàndras.f.Vedi Pelandron
Pelandròns.m.Pelandrone, scansafatiche
Pelàrv.Nella locuzione pelar la lana sta per pettinare la lana grezza, disfacendo grumi e nodi, prima di usarla per riempire materassi e cuscini
Pèles.f.PelleA pele de leonDisteso a pancia in giù e con le braccia aperte
Penaiòls.m.Vedi Penariol
Penariòls.m.Astuccio porta penne e matite
Pendicìtes.f.Appendicite
Penèls.m.Pennello
Penelàdas.f.Pennellata
Pènolas.f.Zeppa, cuneo
Penss.f.Piega fatta sulla stoffa di un vestito per mopdellarlo meglio alle forme del corpo
Pepalèsas.f.Persona incolore, di scarsa intelligenza e poco brio
Pepètes.f.
plur.
Solo al plurale: scarpe, scarpette; gergo infantile
Pepìtas.f.Nei tessuti il disegno detto pied-de-poule.
Perprep.Per
s.m.PaioMe servi un per de scarpe noveHo bisogno di un paio di scarpe nuove
Perèrs.m.Albero del pero
Pericolàrv.Correre un pericolo
Perlìns.m.Sbiancante ottico usato per sbiancare il bucato, noto anche come blu di Prussia
Pèros.m.Pera. L'albero viene detto albero de peri o anche perèr.
Perognòcos.m.Ingenuo
Peròmoavv.Per ciascuno; si applica sia agli uomini che alle donne.Le gaveva in man un libro peromoCiascuna teneva in mano un libro
Persèmolos.m.Prezzemolo
Persighèrs.m.Il pesco
Pèrsigos.m.La pesca, frutto
Pèrsoagg.ParalizzatoEl ga le gambe perse pervia de una tombola che 'l ga fato co la motoHa le gambe paralizzate a causa di una caduta dalla motocicletta
IstupiditoLa xe persa drio de un zogador de balonÈ innamorata cotta per un calciatore
Persùtos.m.ProsciuttoCiò, te ga i oci fodrai de persutoGuarda che non ti accorgi di quello che ti passa sotto il naso
Pervia checong.Vedi Parvia che
Pervia deprep.Vedi Parvia de
Pesadòrs.m.Addetto alla pesatura
Pesàrv.Pesare
Pèses.m.Pesce
Pesòcoagg.Pesante
Pestàrv.Picchiare, pestare
Pestariòlas.f.Un tipo di sega usata in falegnamenria.
Pestèls.m.Mortaio (attrezzo di cucina, non l'arma).
Pèsternas.f.Bambinaia
Pesternàrv.Accudire ai bambini
Petàrv.Attaccare, appioppare, fareGo petà el francobolo sula bustaHo attaccato il francobollo sulla busta
Ciò Pepi, ti che te ga la vose pal porco, pètighe “la pira”Ehi Giuseppe, tu che hai una buona voce, fa sentire loro “la pira”. “La pira” sarebbe la famosa romanza del Trovatore di Verdi
Ghe go petà una sberlaGli ho appioppato un ceffone
FareBen petada!Ben fatta!
Te me la ga petada.Me l'hai fatta.
Ghe ne go petada una.Mi sono lasciato sfuggire una scorreggia.
Ciò muli, chi la ga petada?Ehi ragazzi, chi ha scorreggiato?
Petèss.m.Bevanda superalcoolica
Petesèrs.m.Ubriacone
Peteserìas.f.Negozio che vende liquori
Petesòn
Petòns.m.Cosa molle che si è essiccata ed induritaEl fango xe diventà tuto un petònIl fango si è essiccato ed è diventato duro
Petoràls.m.Rimedio contro la tosse
Pera piccola e dura che si consuma preferibilmente cotta (un tempo venduta per la strada da ambulanti, infilata su uno stecco)
Oggi, quasi esclusivamente, muscolo pettorale
Petoralèrs.m.Venditore ambulante di petorai (vedi Petoral)
Pèveres.m.PepeCavei pevere e salCapelli brizzolati
Un vestito pevere e salUn vestito la cui stoffa è fatta da un intreccio di fili chiari e scuri.
Peverìns.m.Persona dal carattere sveglio, vivace, ma anche pungente
Peveròns.m.Peperone
Pezètas.f.Pezza, straccioMeterghe la pezetaVoler dire la propria
zoavvPeggio
agg.Peggio, peggiore

Le parole che iniziano con la lettera P sono divise in due pagine
Dalla P alla Ph… Dalla Pi... in poi
Navigazione ipertestuale nel vocabolario
Premessa A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V X Z Frasi Metatesi Abbr
dialetto/p.txt · Ultima modifica: 04-11-2018 11:12 da sono_piccolo_ma_crescero