Informazioni sulla privacy

Strumenti Utente

Strumenti Sito


dialetto:ci

Vocabolario triestino - italiano

Alla pagina indice del dialetto ci sono i collegamenti per scaricare le versioni pdf, epub, mobi e la versione cartacea del vocabolario.


Navigazione ipertestuale nel vocabolario
Premessa A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V X Z Frasi Metatesi Abbr
Si consiglia, prima di cercare una parola nel vocabolario, di leggere, nella premessa, i criteri ortografici seguiti per la scrittura. Ciò faciliterà la ricerca.

C

Le parole che iniziano con la lettera C sono divise in due pagine
Dalla C alla Ch... Dalla Ci… in poi

Ci... - Cz...

Termine Significato Esempi
Ciàcolas.f.ChiacchieraCiacole no fa fritoleLe chiacchiere non producono nulla di concreto
Ciacolàrv.Chiacchierare
Ciacolètas.f.Che chiacchiera troppo e non sa tenere un segreto
Chiacchieratina
Ciacolòns.m.Chiacchierone; che non sa tenere un segreto
Ciàmas.f.In porto chiamata mattutina dei lavoratori giornalieri per assegnarli ai vari incarichi
Ciamàdas.f.Chiamata; vedi anche Ciama
Ciamàrv.ChiamareNo gaver un poco de quel che se ciamaNon avere un minimo di buonsenso
Ciamar cafèDomandare aiuto
Ciamàrsev.rifl.ChiamarsiCiamarse foraRinunciare a partecipare, ritirarsi da un progetto, un'impresa
Ciàncelen.pr.Diminutivo di Luciano
Cianciùts.m.Vedi Cinciut
Ciapapignàtes.m.Pezzo di panno usato per afferrare i manici, se caldi, di una pentola
Ciapàrv.Prendere, acchiappareLa carne devi ciapàr colorLa carne deve cominciare a rosolare
Quel mato xe ciapà de le strigheQuel tale è mezzo matto (si noti che il “mato” dialettale è stato tradotto con “tale” e che il termine mezzo matto si applica al “ciapà de le strighe”)
Ciapa!Prendi, ma equivalente anche all'interiezione romanesca “tiè!” diffusa ormai nella lingua parlata
Ciapa su e porta a casaAccetta questa critica (anche se forse non li meriti) e stattene zitto (letteralmente prendi e porta a casa)
Go ciapà un bidonHo preso un bidone
Ciapar sotogamba qualcosa o qualchidunPrendere sottogamba, affrontare un'impresa o una persona senza aver prima valutato le difficoltà
Nei giochi con le carte, vincere una presa
Raggiungere qualcunoLo go ciapà che'l 'ndava su per le scaleLo ho raggiunto mentre saliva su per le scale
Ciapìns.m.Molletta da bucato
Presina per tenere le pentole se calde
Ciàpos.m.Gruppo, gregge, stormo, ecc.
Ciàras.f.Albume
Ciàroagg.ChiaroXe ciaro de lunaC'è la Luna piena o quasi
Co 'sti ciari de lunaIn questi tempi difficili
Rado, poco folto
Ciasàrv.Fare chiasso
Ciasòsoagg.Chiassoso, riferito soprattutto ai colori vivaci. Vedi anche Zigalon
Ciavàrv.Fottere
Chiudere a chiave
Imbrogliare, rubare
Ciavèveint.Arrangiatevi!
Ciàviteint.Arrangiati
Cibàtolos.m.Gabbia trappola fatta per attirare all'interno gli uccelli che poi non riescono più ad uscire
Cìcas.f.Sigaretta
Mozzicone di sigarettaSul marciapie iera pien de cicheSul marciapiedi c'erano tanti mozziconi di sigarette
Boccone che si mastica senza deglutire (tabacco, chewing gum, …)
Rigonfiamento della guancia dovuto ad un'infezione alla radice di un dente
Cicàrv.Rodersi dall'invidia, masticare amaro.
Masticare insistentemente senza deglutire (tabacco o chewing gum)
Cìcaras.f.Vedi Cichera
Cicariòls.m.Posacenere
Cìces.f.Linguaggio infantile; l'azione del sedere. E' un pluraleFa' cice quaSiediti qua
inter.Pazienza! Chissene!Se rivo a vegnir bon, e senò ciceSe arrivo a venire, bene, altrimenti pazienza
Cìcheras.f.Tazzina, scodellinoParlar in cicheraParlare in modo forbito
Cìcis.m.
s.f.
Vezzeggiativo ambisesso che si potrebbe tradurre con tesoruccio
Cicìn (un)s.m.Un pochino
Cicinìn (un)s.m.Diminutivo di cicin (vedi) e con lo stesso significato
Cìcios.m.Persona proveniente dalla CiceriaCicio no xe per barcaSi dice di persona non adatta a svolgere un certo compito
Cìcole ciàcoles.f.Gran chiaccherareCosa xe tute ste cicole ciacoleCosa avete tanto da chiacchierare
Ciculàtas.f.Usato, sempre meno, per ciocolata (vedi)
Cièls.m.Cielo
Cifs.m.Persona proveniente dall'Italia meridionale
Cifarièls.m.Vedi Cif
Cìfras.f.CifraL'auto nova me ga costà una cifraLa nuova automobile mi è costata molto
Cìmberle (in)l.avv.In stato di ebbrezzaEser in cimberleEssere alticcio
Cìmberliagg.BrilloEser cimberliEssere brillo
Cìnanas.f.Uno degli strumenti musicali detti piatti, frequenti nelle bande e nelle orchestre (Giotti)
Cinciàrv.Agghindare
Cincìn (un)loc.Un pochino
Cincinàrsev.Perdere tempo in sciocchezze, dilungarsi
Cinciunciànagg.Cinese, non necessariamente spregiativo
Cinciùts.m.Mitico folletto notturno che va ad accovacciarsi sullo stomaco di chi ha mangiato troppo e lo fa dormire maleGaver el cinciutAvere la luna per traverso
Sveiarse col cinciutAlzarsi dal letto col piede sbagliato (o se si preferisce svegliarsi di cattivo umore
Cìnes.m.Cinematografo
Sceneggiata, piazzataFar cineFare una sceneggiata
Cinesìnas.f.In porto, rete per imbrago
Cinquantìns.m.Ciclomotore con motore di 50 centimetri cubi
In porto sta per lavoratore portuale avventizio pagato al 50%
Ciòinter.Ascoltami! Intercalare usato per attirare l'attenzione su quello che si diceSta 'tento ciòEhi, sta' attento!
Mi vado a dormir, ciòVado a dormire
Ciò, me ga ciapà una piomba de sono che no rivavo a tegnir i oci vertiMi è venuta una sonnolenza fortissima e non riuscivo a tenere gli occhi aperti
Ehi!Stà 'tento ciò!Ehi, sta attento!
Tiè! (soprattutto se accompagnato da gesti simbolici adeguati: le corna, il gesto dell'ombrello …)
Vedi anche più avanti la locuzione “Ciò mi ciò ti”
Ciòcis.f.Vezzeggiativo per una ragazzaCara la mia cioci porta pazienzaCara la mia piccola porta pazienza
Ciocolàtas.f.CioccolatoUn ciocolata caldaUna tazza di cioccolato caldo
Una ciocolataUna tavoletta di cioccolato
Ciòdos.m.ChiodoPiantar el ciodoEssere irremovibile
Xe roba de ciodiÈ una cosa difficile, ma anche incredibile
DebitoEl ga piantà un ciodo de mile euriHa fatto un debito di mille euro
Ciò mi ciò tiloc.(In) confidenzaCosa xe sto ciò mi ciò tiCos'è questa confidenza che ti prendi
I xe ciò mi ciò tiSono culo e camicia
Ciòmpoagg.Sciancato, ma anche stupidoEl cazavide ciompoCacciavite dal gambo molto corto
Ordegno ciompoUtensile rovinato
Ciòrv.Prendere. La sua coniugazione, irregolare, si trova in questa pagina
Cìricas.f.Chierica, tonsura, rasatura tonda che un tempo veniva praticata sul capo degli ecclesiastici
Per estensione, parziale calvizie sulla sommità del capo.
Cìroliloc.Usato nella locuzione orbo ciroli per indicare chi vede pochissimo, anche metaforicamenteMa cos'te son orbo ciroli? No te vedi che i te la fa soto el naso?Ma sei cieco? Non ti accorgi che te la fanno sotto il naso?
Cìruliloc.Vedi Ciroli
s.m.Il pene dei bambiniCos'te son ciruli?Sei scemo?
Cirulìns.m.Il pene dei bambini
sboagg.Che vede poco, quindi miope, ma anche presbiteSon cisba, no rivo più a impirar l'agoVedo poco e non riesco più ad infilare l'ago
Cistàrv.Rubare
Cìstoloc.Senza soldi, al verde
Ciùinter.Vedi Ciò
Ciùcs.m.Assiolo, piccolo rapace notturno
Ciuciàrv.Succhiare
Ciùcios.m.Succhiotto, tettarella
Ciùciolos.m.Diminutivo di ciucio e con lo stesso significato
Ciùcoagg.Brillo
Ciulàrv.Raggirare, rubare
Ciùss.m.Vedi Ciuc
Cìvas.m.Solitamente usato al plurale indeclinato, sta per civapcici (vedi).Una de civaUn piatto di ćevapčići.
Civàpcicis.m.Usato sempre al plurale, è, praticamente, la traslitterazione delle parole čevapčiči (slovena) o ćevapčići (croata) che in italiano si leggono, con buona approssimazione, cevàpcici. Sono cilindretti di carne macinata e speziata arrostiti sulla griglia o sulla piastra.
Clabùcs.m.Cappello, berretto
Clànfas.f.Ferro di cavallo; grappa, ferro ripiegato alle estremità ad angolo retto e dallo stesso lato, come i punti della cucitrice.
Brutto voto
Tuffo in mare particolarmente scomposto e fatto in modo da sollevare molti spruzzi.L'olimpiade delle clanfeGara di tuffi “a clanfa” organizzata ogni anno in città
Clànfers.m.Bandaio
Clanzs.m.Viottolo
Clàpas.f.Gruppo di persone
Clinzs.m.Membro maschileUn clinzNiente
Clistèros.m.Clistere
Clobàzas.f.Salsiccia
Clòcias.f.Bolla
Chioccia
Clonz[o]s.m.Scarpe grosse (e quindi poco eleganti)
s.m.
agg.
Per estensione dicesi di persona trasandata nel vestire o anche goffa nei movimenti
Clùcas.f.ManigliaOro de clucaOttone
Coavv.Quando
Còcaint.Verso per chiamare le galline
s.f.Vedi Conca
Organo sessuale femminile
Cocàls.m.Nomi dati ai gabbiani, a seconda delle loro dimensioni (e specie)
Cocalètas.f.
Cocolàrv.Intrattenere con modi affettuosi e delicati, accarezzare, vezzeggiare
Cocolèz[o]s.m.Gesto affettuoso, coccola
Còcoloagg.Simpatico, grazioso
Cocolòns.m.Simpaticone
Cocòns.m.Acconciatura dei capelli femminile detta chignon o crocchia
Còdas.f.Coda, ma anche treccia, sia come acconciatura dei capelli che formato del pane
Còfas.f.Cestone; grande canestro
Gabbia in vetta all'albero maestro dei velieri
Còfeagg.Matto
Cògos.m.Cuoco
Cogòis.m.Filo di ferro piegato ad uncino per facilitare l'uso delle braghe nello scarico dei colliCaro Cogoi semo cagaiCaro mio, siamo nella merda
Cògolos.m.Ciottolo
Cògomas.f.CuccumaEl fuma come una cogomaFuma come un Turco
Cogùmaros.m.Vedi Cucumero
Coiòns.m.
Colàr[o]s.m.Bavero (Giotti)
Colèzerv.Raccogliere
Còlos.m.Collo
Persona intraprendente e simpaticaColo grosoPersona importante
Còlpos.m.ColpoPerder colpiIstupidirsi, dire fesserie
Coltrìnas.f.Tenda
Comàres.f.Levatrice
In porto asse usata per la manipolazione dei rotoli di carta
Comàtos.m.Parte del basto dei manzi; per estensione cappotto pesanteSta carne xe dura come un comatoDetto di carne dura
Combinès.f.Sottoveste
Comesos.m.Mantellina da camera, usata dalle signore, per riparare l'abito durante la toilette, camiciola
Comiàdas.f.Gomitata
Còmios.m.GomitoCiaparla in comioEssere imbrogliato
Comisiòns.f.CommissioneLavor de comisionLavoro ordinato in grande quantità (Giotti)
Compagnàrv.Accompagnare
Compàgnos.m.Condiscepolo
Come nella lingua italiana, termine usato per indicare l'appartenenza a gruppi di ispirazione marxista
agg.Uguale come forma o qualità, simile
avv.Allo stesso modoGo fato compagnoHo fatto allo stesso modo
Compàre de anelloc.Testimonio di nozze
Compènaavv.AppenaLa tua, compena ara!Risposta a chi offende a qualcuno la madre
Compràrv.Comperare, acquistare
Comprendògnos.m.Intelletto (usato sempre in frasi negative)Curto (o duro) de comprendognoDi scarsa intelligenza
Comsì comsàloc.Così così
Còncas.f.Conca
Buchetta nel terreno usata nel gioco delle s'cinche
Condòtos.m.Cesso e, per estensione, luogo disordinato
Conìns.m.Vedi Cunin
Consì consàloc.Vedi Comsì comsà
Contàrv.ContareAndar a contar sasetiFinire in manicomio, ammattire
Raccontare, dire, riferireIera una fila che no te contoC'era una fila così lunga che non si può descrivere
Fare affidamentoLa contava su de lu; el contava su de elaLei faceva affidamento su di lui; lui faceva affidamento su di lei
Contentàrv.Far contento, accontentare
Cònzas.f.Concia
Condimento
Conzalàstres.m.Vetraio
Conzaòsis.m.Ortopedico o fisioterapista
Conzapignàtes.m.Calderaio
Conzàrv.Riparare
Conciare
Condire
RifilareI me ga conzà roba veciaMi hanno rifilato roba vecchia
Conzièrs.m.CondimentoPasime i conzieriPassami i condimenti (olio, aceto, pepe e sale)
Còpas.f.La nuca
Coppa, tazza per bere
Al plurale coppe, un seme delle carte da gioco triestineAndar (eser, tornar) copeRitornare al punto di partenza
Ciapar (dar) copePrendere (dare) un rifiuto
Copaciàras.f.Stivaggio particolare del legname
Copàrv.Accoppare, uccidereEl se ga copà de lavorSi è ammazzato di lavoro
Copite pian!Letteralmente “ammazzati lentamente”, viene detto a chi perdendo per un attimo l'equilibrio, rischia di cadere
Quel che no copa ingrasaCiò che non ammazza, nutre. Detto del cibo, ma può essere usato anche in senso lato
Copins.m.Vedi Cupin
Còpos.m.TegolaEser fora dei copiEssere matto
Te spàndi i còpiSei scemo
Tetto
Coradèlas.f.Interiora
Coràls.m.Corallo, contenitore delle uova, dal colore rosso, all'interno della canocia (vedi), più duro e meno saporito del resto della polpa
Coràmes.m.Cuoio
Coramèlas.f.Striscia di cuoio per affilare i rasoi
Corbèls.m.Ombrina
Cordèlas.f.Fettuccia di tela
Còrerv.Correre
In base al contesto, può significare andare svelto al gabinettoSe magno blede el giorno dopo me vien de corerSe mangio “blede” (vedi) il giorno dopo vado di corpo
'Còrerv.Vedi Ocòrer
Corièras.f.Autobus
Corìtos.m.Truogolo
Cortèls.m.Coltello
Cortelàdas.f.Coltellata
Cortelàrv.Accoltellare
Cortelìns.m.Coltellino, temperino
Còsapron.Che cosa (si noti la diversa pronuncia della s)Cosa te pica?Cosa vuoi?
Cosa nasi?Che succede?
Quanto, meno comune peròCosa canta sto per de scarpe?Quanto costa questo paio di scarpe?
Cosa ghe dago de coto?Quanto prosciutto cotto le do?
Cotècios.m.Gioco di carte. La versione triestina prevede la distribuzione di cinque carte ad ogni giocatore. Altrove se ne distribuiscono sette.
Còtop.pass.Cotto
s.m.Prosciutto cottoZinque deca de cotoMezzo etto di prosciutto cotto
Còtolas.f.Gonna, sottana
Cotolètas.f.Gonnella, piccola sottana, minigonna
Ormai ha anche il significato di cotoletta
Cotolèrs.m.Donnaiolo
Covèrcios.m.Coperchio
Covèrtas.f.Coperta
Covertòrs.m.Copriletto
Covèrzerv.Coprire
Cràchis.m.Arti, giuntureDistirar i crachiAndare a letto
Tirar i crachiMorire
Cràfens.m.Krapfen, bombolone, pallina di pasta lievitata e condita, farcita di marmellata di albicocche e fritta nell'olio
Cràgnas.f.Sudiciume, sporcizia
Cràgnon.pr.Carniola, regione compresa tra il Friuli, l'Istria, la Stiria e la Carinzia ed oggi nucleo della SloveniaLuganighe de CragnoTipo di salsiccia comune a Trieste e denominata così dalla sua provenienza
Cragnòsoagg.Sudicio
Cràpas.f.Testa
Cratùras.f.Vedi Creatura
Cràzolas.f.Ormai vale solo per automobile vecchia è scassata. Era la raganella, strumento di legno che produce un rumore simile al gracidare delle raganelle)
Creànzas.f.Buona educazione. Spesso rafforzato dall'aggettivo bona o negato da malaLasar la creanzaDetto in tono di rimprovero a chi lascia cibo nel piatto
Creatùras.f.Creatura. Termine usato per indicare un fanciullo o un figlio, indipendentemente dal sessoMeza creaturaPersona che ispira tenerezza perché particolarmente mingherlina e debole
Crens.m.Barbaforte o rafano
Crepadìzagg.Debole, gracile, malaticcio
Crepalìnagg.Vedi Crepadiz
Crèpos.m.Piatto, inteso come stovigliaLavar i crepiRigovernare le stoviglie
Crèserv.CrescereIn creserDi vestito di misura più grande del necessario.
AumentareGa cresù le tase sula casaSono aumentate le tasse sulla casa
Cresimàrv.Dar botte
Cretòns.m.Cretonne, tessuto di cotone stampato a colori vivaci ed usato per lo più per tende e vestiti femminili
Criagg.Ecru
Crìcas.f.Cricca, combriccola
ContrastoEser in crica con…Essere in contrasto con…
Cricàrv.Scricchiolare
Incrinare
Cricàrsev.Oltre al riflessivo di cricar, farsi male, procurarsi una lesione ad un'articolazione (o anche un muscolo)Me son cricà una spala (un zenocio)Mi sono procurato una lesione ad una spalla (un ginocchio)
Crièls.m.SetaccioDopo tante sponte el ga el cul come un crielDopo tante iniezioni ha il culo come un setaccio
Cristèros.m.Clistere
Cròdigas.f.Cotenna del maiale
Persona disonesta o comunque sgradevole (anche scherzoso)Te son una vecia crodigaSe detto in tono scherzoso “sei una persona scaltra”, se detto in tono risentito “sei una persona sgradevole”
Crodighìns.m.Cotechino
Crodigòsoagg.Sudicio
Antipatico, scostante
Crols.m.Crawl, stile di nuotoBater crolNuotare a crawl
Cròses.f.CroceFaghe la crose per quei soldiQuei soldi non li avrai mai
No 'l sa meter do parole in croseNon si sa esprimere per niente
Crostolàdas.f.Bastonata, anche figurata
Crostolàrv.Bastonare, anche in senso figurato
Cròstolos.m.Tipico dolce di carnevale, altrove detto chiacchiera o cencio o frappa
Cròtas.f.RanaSe te bevi tropo te vegnerà le crote in panzaSe bevi troppo ti verranno le rane in pancia
Cròzolas.f.Stampella
Crozolàrv.Bastonare, pestare
Far rumore camminando con scarpe pesanti o zoccoli
Crùcos.m.Tedesco
Crudìns.m.Clima freddo ed umido.
Crufolàrsev.rifl.Accovacciarsi, rannicchiarsi
Crups.m.Vedi Grup
Cruziàrv.Tormentare
Crùzios.m.Tormento
Cùbias.f.Coppia
In porto coppia di facchini addetti ad alzare un sacco e caricarlo sulla schiena di un terzo
Apertura, una per ogni lato della prua della nave, attraverso la quale si fa passare la gomena (Giotti)
Cùcs.m.Occhiata veloceDarghe un cucDare un'occhiata alla svelta
Cucàrv.Sporgere
SbirciareQua no se cuca ocaQua non si ricava alcun vantaggio
Cùcers.m.Cocchiere
Cucèti Usato nell'espressione sesa cuceti. Vedi Sesa
Cùcherles.m.Spioncino
Cùcias.f.CucciaFar cuciaMettersi accucciato. Spesso usato all'imperativo ed anche senza il verbo fare, per comandare i cani
Cuciàrs.m.Cucchiaio
Cuciaràdas.f.Cucchiaiata
Cuciarìns.m.CucchiainoIngrumar qualchedun col cuciarinPrestare soccorso a qualcuno molto malridotto fisicamente o psicologicamente e di conseguenza incapace di risollevarsi da solo
Cuciàrsev.Accovacciarsi
Cùcioagg:Accovacciato, mogio, remissivoStar bon e cucioCercar di passare inosservato, di non dare nell'occhio
Star cucioStarsene acquattato
Cucio cucioMogio mogio
Aqua cuciaAcqua cheta
Cucugnèls.m.Piccolo cocòn (vedi)
Cucùmeros.m.Cetriolo
Cudics.m.DiavoloOrco cudicPorco diavolo
Cufàrsev.Accovacciarsi
Cufolàrsev.Accovacciarsi
Cùgnos.m.Cuneo, zeppa
Pezzo diUn cugno de panUn pezzo di pane
Qualcosa di indigesto e pesante, anche figuratoQuela minestra de zivola iera un cugnoLa minestra di cipolla era indigesta
Quel mato xe un cugnoQuel tale è una persona pesante da sopportare
Cùgulufs.m.Dolce di origine austriaca, fatto di pasta morbida con lievito istantaneo, e cotto in uno stampo alto, troncoconico, col buco al centro
Cugùmeros.m.Vedi Cucumero
Culs.m.Culo sia come parte anatomica che figurato per fortuna. Molte espressioni gergali sono simili nella lingua italiana e nel dialetto. Ne riportiamo alcune che, forse, sono più tipiche.Ghe ridi anche 'l culDimostra grande gioia
Gnanche pel culEspressione che indica disprezzo
Ghe trema 'l culHa molta paura
Cior pel culPrendere in giro, prendere per il culo
Roba culRoba di scarsa qualità e valore
Cul de piomboPigrone
Tirar el cul indrioRinunciare
Romperse el cul per…Darsi da fare, faticare per…
Culàbrias.f.Il deretanoCo tona in culabria pioverà merdaSe uno scoreggia, presto dovrà cacare (date certe premesse è facile prevedere le conseguenze)
Culatàdas.f.Colpo sul sedereAndar a culatadaFinire per terra battendo il didietro (ma anche andar scivolando, per esempio sulla neve, stando seduti).
Culoròtos.m.Persona infida o prepotente
Cunàrv.Cullare
Cunìcs.m.Coniglio
Cunìcio
Cunìn
Cupìns.m.La parte posteriore del collo, collottola
Cùrtoagg.CortoGhe le go dade curteSono andato per le spicce
Andar per le curteTagliare corto
Ponte CurtoNome popolare per la “passerella James Joyce” sul Canal Grande che, secondo le voci, era stata prefabbricata di qualche centimetro troppo corta
Gaverli curtiAvere pochi soldi
Di persona che non arriva a sviluppare un semplice ragionamentoCurto de comprendognoDi intelligenza scarsa
Cùrzs.m.Membro maschile
serv.Vedi Cusìr; si noti la diversa posizione dell’accento tra cuser e cusir.
Cusìavv.Così
Cusì[do]p.p.Cucito
Cusidùras.f.Cucitura
Cusìns.m.Cuscino
Cusìnas.f.Cucina
Cusìrv.Cucire. Si noti la diversa posizione dell’accento tra cuser e cusir
Cùzoagg.Vedi Cucio

Le parole che iniziano con la lettera C sono divise in due pagine
Dalla C alla Ch... Dalla Ci… in poi
Navigazione ipertestuale nel vocabolario
Queste pagine web fanno uso dei cookies. Usando queste pagine tu accetti che alcuni cookies siano memorizzati sul tuo computer. Usando queste pagine, inoltre, tu accetti di aver letto e compreso le nostre regole sulla privacy. Se non condividi queste regole ti chiediamo di lasciare questa pagina. In questa pagina trovi maggiori informazioni sul nostro uso dei cookies e la nostra gestione della privacy.
dialetto/ci.txt · Ultima modifica: 21-03-2020 04:24 (modifica esterna)